Edizione n. 34 di mercoledì 16 ottobre 2019

Luino

A Luino a tutto vapore da Melide e da Milano

Da mercoledì 9 a domenica 13 ottobre treni storici, fermodellistica, battesimo di una locomotiva a vapore e di un'altra elettrica
Russo, Gobbato, Mele e Miglio

Comincia con una giornata al mercato di Luino con un treno storico tra Cadenazzo (Canton Ticino) e Luino e viceversa, mercoledì 9 ottobre 2019, la settimana di turismo ferroviario organizzata dall'Associazione Verbano Express in collaborazione con Fondazione Fs, Tilo e Ffs. Andata: partenza da Cadenazzo 10.26, arrivo a Luino 11:07; ritorno: partenza da Luino 14:56, arrivo a Cadenazzo 15.31.
Il treno rappresenta un’opportunità anche per i clienti di oltre Gottardo di raggiungere il mercato e non effettuerà fermate intermedie. Per accedervi, sarà sufficiente un regolare titolo di trasporto valido per la tratta in questione. Naturalmente, oltre al treno storico, circoleranno tutti gli altri treni previsti in orario.

Questo il programma definitivo della settimana comunicato dalla Associazione Verbano Express.
*MERCOLEDÌ 9 OTTOBRE: treno speciale viaggiatori a vapore con locomotiva BR 50 3673 in collaborazione con la società TILO Luino–Cadenazzo–Luino (mattino) /Luino–Cadenazzo–Luino (pomeriggio). Treno riservato..
*GIOVEDÌ 10 OTTOBRE: convegno Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani (Cifi) a Palazzo Verbania. Apertura stand Verbano Express nel salone doganale stazione FS e mostra fermodellistica (tutti i giorni fino domenica 13). Treno speciale a vapore merci con locomotiva BR 50 3673 in collaborazione con società Hupac Luino–Cadenazzo-Luino (vettura agganciata per ospiti convegno).
*VENERDÌ 11 OTTOBRE: cerimonia battesimo con il nome di «Luino» della locomotiva 625 116 (in vapore) e la nuova locomotiva elettrica di SBB international 193 473. Corsette interne con le locomotive a vapore.
*SABATO 12 OTTOBRE: treno speciale a vapore viaggiatori con locomotiva BR 50 3673 “Espresso dei due Laghi“ Luino–Giubiasco-Monte Ceneri–Lugano–Melide e viceversa. Treno aperto al pubblico; a Melide visita facoltativa a Swissmianutur. Nel piazzale antistante la stazione, circuito per treno a vapore in miniatura scartamento 5 pol. Per grandi e bambini. Fino domenica 13 ottobre. Esposizione in 5° locale auto d’epoca (GAMS)
*DOMENICA 13 OTTOBRE: raduno, nel piazzale antistante la stazione, locale moto Harley Davidson. Treno speciale a vapore viaggiatori Milano C.le–Luino–Milano C.le con locomotiva 740 278 in collaborazione con FS Fondazione. Chiusura manifestazione con treno speciale a vapore Luino–Locarno e viceversa a cura della Verbano Express in coincidenza con battello, sia in andata sia al ritorno. Chi sarà in possesso del biglietto ferroviario, presentandolo alla biglietteria navigazione, avrà uno sconto del 20% sulla tratta lago.
….
In foto (da sx): Carlo Russo, direttore tecnico, e Emilio Gobbato, presidente della Associazione Verbano Express, Giovanni Mele (ex assessore) e l' attuale assessora comunale ai trasporti di Luino Alessandra Miglio. 

Corso di bagnino a Luino

motovedetta Salvamento

A Luino, venerdì 6 ottobre (ore 20), la Sezione di Varese della Società Nazionale di Salvamento presenterà nella piscina del Centro Sportivo Le Betulle il nuovo corso per il conseguimento del brevetto professionale di bagnino di salvataggio-assistente bagnanti. Prevista una prova di nuoto di ammissione, gratuita e aperta ad ambo i sessi dai 16 ai 55 anni.
Il corso si articola in diverse lezioni teoriche e pratiche in piscina, in prove di voga e di arti marinaresche sul lago Maggiore e in esercitazioni di pronto soccorso e di rianimazione. Le lezioni avranno inizio la settimana successiva alla prova di ammissione.
Il brevetto include l’autorizzazione all’uso del defibrillatore automatico rilasciato dalla Croce Rossa Italiana e dà punti per l’arruolamento nelle Forze Armate e al riconoscimento dei crediti scolastici. Inoltre offre prospettive di lavoro nelle piscine pubbliche e private, nei villaggi turistici e negli impianti balneari al mare e, da qualche anno, anche sui laghi Maggiore e di Monate. L’associazione ha una motovedetta che svolge servizio di salvataggio sul lago Maggiore.
Per informazioni, tel. 0332–520430. 

Linea Zenna-Luino-Gallarate-Sesto Calende, gli scenari del prossimo traffico ferroviario

Vertice nella prefettura di Varese tra RFI, sindaci e Provincia sulla sicurezza

Le gallerie non saranno solo adeguate nella sagoma, ma verranno anche equipaggiate con infrastrutture di sicurezza, dai marciapiedi agli impianti antincendio, dall'illuminazione di emergenza alla messa a terra degli impianti elettrici.
Non inferiore nemmeno l’attenzione all'efficienza del materiale rotabile, già sottoposta ad avanzati sistemi di controllo. Verrà affinato il sistema RTB per verificare la temperatura delle boccole dei treni. Questo sistema, già presente a Luino e Parabiago, consente di fermare automaticamente i treni laddove la temperatura delle boccole sia più elevata dei limiti previsti. Sono queste alcune delle misure di sicurezza che verranno potenziate sulla linea Zenna-Gallarate-Sesto Calende.
Gli interventi di Rete Ferroviaria Italiana sono stati illustrati dall'Ingegner Vincenzo Macello, presente a Varese all'incontro organizzato il 28 aprile 2017 dal prefetto Giorgio Zanzi su sollecitazione dei sindaci. Oltre a quasi tutti i sindaci della tratta ferroviaria, c’erano anche il vicepresidente della Provincia Marco Magrini e il comando provinciale dei vigili del fuoco. «È solo una tappa del percorso, ma è stata una giornata importante» è stato il commento del primo cittadino luinese Andrea Pellicini.
SISTEMI DI SICUREZZA A GALLARATE, LAVENO E LUINO
«Per la prima volta, grazie all'intervento del prefetto, RFI ha rappresentato in maniera organica gli interventi che andrà ad eseguire sulla linea e le misure di sicurezza che verranno potenziate» ha dichiarato Pellicini.
«Verrà inoltre messo in funzione in Luino entro l'anno l'impianto per la misurazione dei carichi verticali, una sorta di pesa complessa. Detto sistema sarà installato anche a Gallarate. Sarà inoltre inaugurato entro l'anno il nuovo sistema ETCS livello 1 tra Luino e il confine con la Svizzera, finalizzato ad implementare la sicurezza per il mantenimento della distanza tra i treni. Inoltre, RFI ha affermato che intende promuovere anche sulla linea di Luino la fornitura di un mezzo bimodale (in grado di procedere su strada e su gomma) per lo spegnimento degli incendi. A Laveno e Luino verrà anche installato un moderno e sofisticato sistema di movimentazione dei treni nel sedime delle stazioni. Il prefetto ha dato ulteriore dimostrazione di sensibilità, impegnandosi a correlare lo sviluppo dell'infrastruttura ferroviaria con la realizzazione della nuova caserma dei vigili del fuoco a Luino».
ESERCITAZIONI E INFORMAZIONE
C’è da aggiungere che RFI, dietro richiesta dell’assessora luinese Alessandra Miglio, si è anche impegnata a effettuare nella stazione di Luino entro il 2017 un'esercitazione su emergenza da incidente ferroviario.
«Nel prossimo futuro – ha aggiunto Pellicini - sono previsti ulteriori incontri sul territorio al fine di agevolare una migliore conoscenza di queste tematiche da parte delle popolazioni interessate. Ulteriori garanzie sono state afferite in ordine al contenimento del rischio idrogeologico».  

Cinghiale visita il centro

Stupore ma anche timore, il giorno dell'Immacolata, per alcune persone che verso le 8,45 si trovavano in piazza Giovanni XXIII. Mentre transitavano nei pressi della prepositurale hanno visto provenire dal tratto che costeggia l'ex salone Pellegrini non un cane, o un gatto, o magari un coniglietto domestico, ma un robusto cinghiale.
L'animale, lungo circa un metro e mezzo e alto sui 70/80 centimetri, appariva disorientato e andava abbastanza di corsa su e giù tra le vie che circondano la piazza. Forse attratto da alcune luci accese e pensando di trovare sbocchi, ha anche più volte preso a testate alcune vetrine. Andato avanti e indietro più volte alla fine si è infilato per la discesa scomparendo.
Facile supporre che il freddo abbia portato questo selvatico dalle colline in città, così come può accadere per le volpi, alcune apparse ai bordi delle strade già all'inizio dell'autunno.

Educazione ambientale e paesaggio, a Luino il gotha della dimensione scientifica

Sabato 12 e domenica 13 ottobre anche Stefano Mancuso e Kiran Bin Sethi ospiti del premio Earth Prize International
Programma del 12
Programma del 13

Con l'ampio e capillare programma e la dimensione scientifica approderà a Luino sabato 12 e domenica 13 ottobre "Earth Prize 2019", premio per l'educazione ambientale e il paesaggio. Promosso dal Segretariato permanente del World Environmental Education Congress (WEEC network) e dal Comune di Luino, il premio, che vede direttore artistico Luca Novelli, giornalista e scrittore, ha portata internazionale attraverso il network e i congressi biennali della rete degli educatori ambientali. «Nasce – scrivono gli organizzatori - dall’idea che l’educazione ambientale sia indispensabile per la sopravvivenza della nostra specie e di centrale importanza per l’economia, la pace e la salute di tutti. Mission, identificare e dare un riconoscimento a personaggi, organizzazioni e progetti replicabili in altre parti del mondo, che mirano a proteggere e valorizzare paesaggi e risorse ambientali, alla luce dei cambiamenti climatici in atto». «Non si tratta più di un argomento di nicchia - rileva Alessandra Miglio, assessora all’ambiente del Comune di Luino -, i cambiamenti climatici li viviamo e li subiamo tutti anche a livello locale e ci impongono di comportarci da subito in modo più sostenibile».
Ospiti di fama alla due giorni luinese. Tra loro Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale e scienziato di fama mondiale, amatissimo per il suo Manifesto della Nazione delle Piante. Sarà presente sia sabato 12 sia domenica 13. Nel 2012 il quotidiano La Repubblica lo ha indicato tra i venti italiani destinati a cambiarci la vita e nel 2013 il New Yorker lo ha inserito nella classifica dei “world changers”.
Altro nome di prestigio Kiran Bin Sethi, insegnante e direttrice della Riverside School di Ahmedabad, in India, fondatrice del progetto Design for Change, campagna che incoraggia gli scolari a cambiare alcuni aspetti della vita nelle proprie comunità. Il progetto ha coinvolto oltre 32mila scuole in India e centinaia di migliaia di ragazzi. Dal 2010 ha raggiunto ventidue Paesi. Kiran Sethi è una dei dodici Thought Leaders of the World secondo il Culture of Peace Forum di New York City nel 2011. Per Earth Prize Paesaggio ci sarà inoltre Maddalena Gioia Gibelli, architetta progettista di paesaggi agricoli e urbani e della Via d'acqua di Expo 2015. Saranno inoltre presenti il movimento Fridays for Future, che pochi giorni fa ha invaso pacificamente le strade del mondo con il Global Climate Strike, AECP (Alliance pour une Éducation à la Citoyenneté Planétaire), rete francofona diffusa in Europa, Africa e Canada che accompagna i giovani nelle azioni ecologiche verso una maggiore sostenibilità e la fondazione éducation21, centro nazionale di competenza e prestazioni per l’educazione allo sviluppo sostenibile in Svizzera. Tra le eccellenze italiane, il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e accumulatori,che con il progetto Una pila alla Volta ha coinvolto migliaia di scuole, e il CNR Istituto di Ricerca sulle Acque di Pallanza. La serata di premiazione è ad accesso libero e gratuito così come gli altri incontri.  (Nelle tabelle in alto gli appuntamenti).

Treni storici, viaggi d'antan da Milano ai laghi

Il 13 ottobre debutto del Luino Express, anteprima della stagione 2020 con partenza da Milano Centrale

Domenica 6 ottobre 2019 secondo appuntamento – dopo quello dell'8 settembre - con il Lario Express, l'offerta di turismo ferroviario finanziata dalla Regione Lombardia. Da Milano si potrà andare al Lago di Como a bordo di un suggestivo treno d'epoca, con la possibilità poi di raggiungere Lecco via Bellagio attraverso un piroscafo storico. E il 13 ottobre debutta il servizio verso il Lago Maggiore.
«Abbiamo reso il servizio dei treni storici da sporadico a strutturale, con un calendario di corse distribuite dalla primavera all'autunno: gli ottimi riscontri avuti finora, con i viaggi effettuati in primavera e in estate, certificano la bontà del progetto messo in campo con Fondazione Fs e Ferrovienord. E ora proseguiamo nell'ampliamento del progetto coinvolgendo anche il Lago Maggiore» ha dichiarato l'assessora regionale ai trasporti della Lombardia Claudia Maria Terzi. La Regione mette a disposizione per i treni storici 500.000 euro l'anno attraverso Ferrovienord, di cui quest'anno 280.000 per il servizio e la restante parte per i lavori di manutenzione deI convogli d'epoca.

LARIO EXPRESS - La principale novità del 2019 è stata l'attivazione del Lario Express, che da Milano porta a Como e da qui a Lecco. Oltre alla Milano-Como, il tragitto prevede il transito sulla Como-Lecco, la linea che attraversa la Brianza con fermate previste anche a Cantù, Brenna, Anzano, Merone, Casletto e Molteno. Acquistando il biglietto integrato treno+piroscafo è possibile viaggiare a bordo della nave d'epoca Concordia in alternativa al tragitto ferroviario da Como a Lecco.
SEBINO EXPRESS E ISEO EXPRESS - Gli itinerari verso il Lago d'Iseo erano già stati attivati nel 2018 e sono stati confermati nel 2019. In particolare, il Sebino Express riguarda la tratta da Milano per Paratico-Sarnico, mentre la tratta da Brescia per Iseo e Pisogne prende il nome di Iseo Express.
LAGO MAGGIORE - È allo studio per la prossima stagione 2020 un nuovo itinerario verso la sponda lombarda del Lago Maggiore. Una corsa di 'anteprima' per Luino si terrà il prossimo 13 ottobre.

PROGRAMMA DI FINE ESTATE/AUTUNNO
*Sebino Express (22 e 29 settembre), con partenza da Milano Centrale verso le sponde occidentali del Lago di Iseo, a Paratico Sarnico, percorrendo la ferrovia turistica che origina a Palazzolo dell'Oglio;
*Lario Express (8 settembre e 6 ottobre), con partenza da Milano Centrale e destinazione Como e Lecco, con possibilità di viaggiare sul piroscafo Concordia. Sempre per il Lario Express sono previste due corse aggiuntive autunnali (27 ottobre e 17 novembre) con partenza da Milano Centrale e destinazione Como eLecco via treno;
*Iseo Express (15 settembre) con partenza da Brescia e arrivo a Pisogne, sulle sponde orientali del lago;
*LUINO EXPRESS, anteprima della stagione 2020 (13 ottobre) con partenza da Milano Centrale e arrivo a Luino, in concomitanza con una giornata di Porte aperte al museo ferroviario del Verbano. 

Veicoli e fauna selvatica, interventi di riduzione dell’impatto stradale

Presentati a Varese i risultati del progetto della Comunità Montana Valli del Verbano in quattro anni - Installati 8 sistemi anticollisione a Luino, Germignaga, Mesenzana, Cuveglio, Gemonio, Porto Valtravaglia, Laveno e Cittiglio
Veicoli e fauna selvatica, interventi di riduzione dell’impatto stradale

A Luino, Germignaga, Mesenzana, Cuveglio, Gemonio, Porto Valtravaglia, Laveno e Cittiglio è stato ridotto negli ultimi anni il rischio di impatto stradale tra veicoli e fauna selvatica. A partire dalla primavera del 2016 la Comunità Montana Valli del Verbano ha installato otto sistemi anticollisione, di cui sei nelle zone più critiche per la frammentazione degli habitat dovuta a infrastrutture stradali.
A Varese il 19 settembre 2019 si è svolto a Villa Recalcati il convegno finale del progetto “Connessione ecologica e roadkill. Progetti, esperienze e buone pratiche per la riduzione dell’impatto stradale con gli animali”, realizzato dalla Comunità Montana Valli del Verbano in partnership con Istituto Oikos e finanziato da Fondazione Cariplo. Sono stati presentati i frutti di quattro anni di impegno per migliorare la sicurezza stradale e la connessione ecologica nelle strade del territorio.
Per la Comunità Montana, sono intervenuti il presidente Simone Castoldi, la responsabile Sibiana Oneto e il coordinatore del progetto Federico Pianezza; per la Provincia di Varese, il presidente Emanuele Antonelli; per la Regione Lombardia, Riccardo Franceschi (assessorato Agricoltura); per Istituto Oikos, Martina Spada; per Idogrea Servizi srl, Chiara Farioli, Barbara Raimondi e Alessandro Uggeri; per LIFE Safe-crossing, Annette Mertens e Simone Ricci; per il Canton Ticino, Tiziano Putelli. Il convegno è stato moderato dal biologo e fotografo naturalista Francesco Tomasinelli.

BILANCIO 2016-18
«I risultati positivi del progetto non sono mancati, nonostante il generale incremento del numero di incidenti denunciati in tutta la provincia di Varese, imputabile al sempre maggior numero di animali presenti sul territorio» è stato rilevato.
Prendendo come riferimento il triennio 2016-2018, nei comuni di Comunità Montana privi di impianto i danni rimborsati per incidenti dalla Regione Lombardia sono più che triplicati (+ 223%), mentre nei comuni dotati di impianto sono aumentati solo del 46%. In termini di risarcimenti dei danni, nei comuni dotati di impianti si stima un risparmio solo nell’anno 2018 di almeno 34.000 euro.
CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE
Gli impianti, grazie a una tecnologia innovativa, sono in grado di attivarsi con un segnale sonoro nel caso in cui un animale stia per attraversare la strada e contemporaneamente una macchina non rallenti. In questo modo è possibile evitare l’investimento dell’animale e ingenti danni per i conducenti e i mezzi.
Cardine del progetto non erano solo interventi tecnici, ma anche azioni volte a cambiare il comportamento dei conducenti e a sensibilizzare i cittadini sui temi della sicurezza stradale e della connessione ecologica. Una campagna online ha permesso di raggiungere più di 50.000 persone, eventi sul territorio hanno informato più di 2.000 persone sugli interventi del progetto, 600 bambini e ragazzi hanno partecipato a laboratori e incontri di sensibilizzazione a scuola. 

Liceo di Luino, corsi serali di lingue

Da lunedì 16 ottobre 2017 al Liceo Scientifico “V. Sereni” partiranno i corsi serali di lingue, organizzati sempre dall’associazione Amici del Liceo in collaborazione con l’istituto e aperti a tutti. Quest’anno sono previsti corsi di tedesco, inglese, francese, spagnolo, russo e arabo, tenuti da insegnanti qualificati e articolati in due moduli complementari di 15 e 10 lezioni.
Ogni iscritto potrà decidere se fermarsi al primo modulo o seguirli entrambi. Ogni lezione avrà una durata di un’ora e mezza (senza intervallo) e un costo di 12 euro, per un totale di 180 euro per il primo modulo e di 120 per il secondo. Giorni e orari potranno essere concordati sabato 14 ottobre (alle 15) nell’aula magna del liceo durante la presentazione del programma.
Per informazioni e adesioni, telefonare 3474460301 oppure inviare una mail a info@amiciliceo.it.

Fiamme gialle di Luino, cambio al vertice

Stringile (sinistra) e Potenza

Il tenente Felice Stringile è il nuovo comandante della Compagnia delle Fiamme gialle di Luino. Subentra al capitano Alberto Potenza, che dopo cinque anni di attività in territorio verbanese passa nel Nucleo di polizia tributaria di Vicenza.
Laurea in Criminologia e studi giuridici forensi e anche in Giurisprudenza, il tenente Stringile proviene dal Gruppo Pronto Impiego di Roma. Nel passaggio di consegne avvenuto il 3 agosto 2017 alla presenza del comandante provinciale colonnello Francesco Vitale, ha dichiarato di volersi collocare sulla scia di quanto fatto dal suo predecessore e di concentrare l’attenzione del reparto nella lotta non solo a evasione, elusione e frodi fiscali, ma anche a criminalità economica e finanziaria, traffici illeciti e violazioni nella spesa pubblica.
Nella foto: il tenente Felice Stringile (a sx) e il capitano Alberto Potenza. 

Festival della comicità, verso la conclusione

Per il direttore artistico Francesco Pellicini è stata «un’edizione da record»
Francesco Pellicini

Ancora due appuntamenti da rispettare e poi anche per il 2017 il Festival del teatro della musica e della comicità andrà in archivio. Sono, rispettivamente, lo spettacolo, tra un mese a Lovere, sul lago di Iseo, con Saule Kilate e le fontane illuminate in “Il sogno di una notte di mezza estate” e, presumibilmente il 24 settembre, l’omaggio a Francesco Guccini con Stefano Orlandi a Germignaga. Una data, quest’ultima, che recupera lo show annullato per lutto cittadino in seguito alla scomparsa dell’ex sindaco Giorgio Garagnani.
L’undicesima edizione della rassegna, conclusasi il 7 agosto a Caldé con “I Delfini d’acqua dolce”, sarà ricordata, a giudizio del suo organizzatore Francesco Pellicini, «come una delle più belle e riuscite iniziative della sua lunga storia». Il tour, partito il 17 giugno a Canzo, ha in diciotto piazze coinvolto oltre cinquanta big della musica e della comicità e richiamato oltre 15 mila spettatori.
«Ogni anno – commenta Pellicini - organizzare diviene sempre più difficile per tante ragioni, ma poi il successo, il calore, l’entusiasmo delle piazze è talmente straripante che ti ripaga sempre di tutto. Non posso non citare il record di presenze di sempre a Luino per una manifestazione con il concerto di Ruggeri, gli ottimi concerti di Conte, Treves, gli eventi culturali di Sgarbi, davvero molto molto belli, il teatro comico di strada, la comicità classica. Oggi il festival è una realtà ben più nota rispetto al bacino di utenza a cui si riferisce. Mi scrivono da tutta Italia per partecipare e non nego che la cosa mi faccia assai piacere!».

Condividi contenuti