Edizione n.42 di mercoledì 16 dicembre 2020

Treni, da Zurigo a Milano in meno di tre ore

Con la galleria del Monte Ceneri completata in Svizzera la Nuova ferrovia transalpina (Nfta)
Linea Monte Ceneri (foto FFS)

Treni viaggiatori da Zurigo a Lugano in meno di due ore, da Zurigo a Milano in meno di tre, da Locarno a Lugano in circa 30 minuti. E non basta. I tre poli ferroviari di Lugano, Bellinzona e Locarno sono più veloci e meglio uniti e il traffico merci tra Rotterdam e Milano diventa più celere di quasi due ore.
Sono, questi, alcuni effetti del nuovo collegamento diretto tra il nord e il sud della Svizzera dopo la messa in esercizio, avvenuta il 13 dicembre 2020, del Monte Ceneri, la terza galleria di base più lunga della Svizzera. Per la Svizzera e il Ticino il cambiamento d’orario segna una giornata storica. Dopo ventotto anni di lavori e l'inaugurazione di Lötschberg (2007) e San Gottardo (2016), la Nuova ferrovia transalpina (Nfta) è completa e collega la Svizzera con l’Europa e il nord con il sud.
Il primo EuroCity secondo orario, l’EC 311, ha attraversato il tunnel e i viaggiatori sono stati salutati dagli annunci preregistrati della presidente della Svizzera Simonetta Sommaruga: «Oggi è una giornata storica per la Svizzera!». Il viaggio avrebbe dovuto essere accompagnato da esponenti di Confederazione, Cantoni e Ffs, ma l’evento ha dovuto essere annullato causa pandemia da coronavirus.
FASE DI PROVA CON 5800 TRENI
La messa in esercizio secondo orario della galleria di base del Monte Ceneri sancisce anche la fine e l’esito positivo della fase di prova delle Ffs. Il 1° settembre 2020, AlpTransit San Gottardo SA (Atg) aveva consegnato la galleria alle Ffs. Durante la fase di prova circa 5800 treni hanno attraversato la galleria di base del Monte Ceneri; tra questi 3200 treni viaggiatori, 2200 treni merci e circa 400 treni per corse di prova e misurazione.
Per il direttore dell'Ufficio federale dei trasporti, Peter Füglistaler, «è diventato realtà un sogno». Nel 1993, quando iniziò la Nfta, era impiegato responsabile nell'Amministrazione federale delle finanze e da allora il progetto ha accompagnato tutta la sua vita professionale. La Nfta completata fornisce, a giudizio del ceo Ffs Vincent Ducrot, «un contributo al trasporto merci sostenibile per l'economia e l'ambiente, nonché per la mobilità dei viaggiatori».
IN FUNZIONE TOTALE ANCHE IL CORRIDOIO DI 4 METRI
Il treno ha costeggiato il lago di Zugo, dove le Ffs hanno risanato e ampliato la tratta lunga quindici chilometri. I lavori hanno comportato la chiusura della linea per un anno e mezzo, la più lunga interruzione nella storia delle Ffs. Ora anche i treni bipiano possono circolare sull’asse nord-sud del San Gottardo. Un nuovo tratto a doppio binario a Walchwil consente inoltre collegamenti più veloci nel traffico a lunga percorrenza e una cadenza semioraria nel traffico regionale.
Il tunnel del Monte Ceneri offre collegamenti più rapidi e maggiori capacità. Per andare da Zurigo a Lugano, i treni viaggiatori impiegano meno di due ore. Nel traffico merci, tra Rotterdam e Milano i treni possono guadagnare fino a due ore. Dal cambiamento d’orario di oggi, grazie al nuovo collegamento diretto, le distanze si accorciano anche all’interno del Cantone Ticino: per andare da Locarno a Lugano ora bastano circa 30 minuti.
Il cambiamento d’orario ha registrato anche l'entrata in funzione nella sua totalità del corridoio di 4 metri per il traffico merci. Questo asse, il cui elemento centrale è la galleria del Bözberg, offre al traffico merci europeo maggiori capacità e collegamenti ecosostenibili attraverso la Svizzera.
 

Vaccinazione anticovid, pronte anche le farmacie comunali

Le oltre 400 strutture della Lombardia disponibili a programmare modalità, criteri e tempi

Le oltre 400 farmacie comunali della Lombardia (1600 in Italia) sono pronte a contribuire alla campagna di vaccinazione contro il Sars-CoV-2 e sono fin d’ora disponibili a dialogare con Regione Lombardia per programmare modalità, criteri e tempi. La disponibilità è stata pubblicamente annunciata dal Coordinatore regionale Assofarm/Confservizi Lombardia, Renato Acquistapace.
«Non vogliamo attestazioni formali – ha puntualizzato Acquistapace - ma solo svolgere la missione per cui le nostre farmacie pubbliche sono nate. Vogliamo essere messi nelle condizioni di esplicare tutte le potenzialità e, finalmente, contribuire attraverso un maggior coinvolgimento professionale alle future iniziative sanitarie riguardanti la vaccinazione anticovid».
L’emergenza sanitaria ha costituito e ancora costituisce una drammatica sfida per l’intera società e in particolare per il Sistema sanitario nazionale e regionale. In questo quadro complesso in cui gli ambulatori di medicina territoriale e le strutture ospedaliere hanno avuto difficoltà enormi, il sistema–farmacia si è dimostrato un insostituibile presidio territoriale di prima istanza. «I farmacisti e le farmacie comunali - ha aggiunto Renato Acquistapace - hanno interpretato con coraggio e responsabilità il proprio ruolo sanitario, rimanendo sempre aperte in questa fase drammatica della vita del Paese, dimostrando ancora una volta il loro potenziale all’interno del Sistema sanitario nazionale, mettendo a disposizione delle istituzioni e dei cittadini le capacità professionali, la vocazione assistenziale e la capillare presenza territoriale».
Confservizi Cispel Lombardia è l’associazione che rappresenta le aziende dei servizi pubblici locali sul territorio regionale. I suoi settori: sono il servizio idrico, l’igiene urbana, la filiera dell’energia e del gas, il trasporto locale, la farmacia comunale e l’edilizia residenziale. 

Volontariato, Sole d’Oro ai benemeriti del dono e della solidarietà

Premiazione online del Csv Insubria da Maccagno e Luino fino al confine con la Brianza
CSV, collage
Csv, sole d'oro

Una grande piazza virtuale tra Varese e Como ha accolto, sabato 5 dicembre 2020, la premiazione dei volontari distintisi per la promozione del dono e della solidarietà da Maccagno, sul lago Maggiore, fino al confine con la Brianza. La cerimonia, di solito fissata in primavera e quest’anno spostata nella Giornata Mondiale del Volontariato per l'emergenza sanitaria, è stata organizzata dal centro di servizio per il volontariato Csv Insubria alla presenza virtuale dei sindaci dei comuni di residenza dei premiati.
A fronte di oltre quaranta segnalazioni arrivate da altrettante realtà di volontariato, quest’anno il presidente di Csv Insubria Luigi Colzani ha consegnato il riconoscimento a sedici volontari impegnati dalla protezione civile all’ambito del soccorso, dal supporto a malati, anziani, disabili e al fianco delle povertà fino alla difesa dei diritti dei migranti e al dono del sangue.
Dieci premiati, cinque per ciascun territorio provinciale, sono volontari attivi in realtà locali nei più diversi ambiti; quattro premiati – due per provincia - appartengono alla categoria giovani (ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25 anni); mentre due premi (uno per provincia) sono assegnati ad associazioni per specifiche progettualità. In particolare il premio alle associazioni era legato a progetti inerenti gli obiettivi di Agenda 2030 sulla sostenibilità.

PREMIATI PROVINCIA DI VARESE
*SOLBIATE ARNO, Giampiero Busatta, Gruppo Prociv. Motivazione: «Da sempre dimostra grande impegno e grande dedizione, con una attenzione particolare alle persone più fragili. In particolare, in questo periodo di emergenza, ha organizzato la struttura del COC cittadino»;
*LUINO, Tito Dell’Arciprete, Avis Comunale. Motivazione: «Ha al suo attivo 146 donazioni, a partire dalla sua prima nel maggio 1977. Attivo in Avis su tutti i fronti: come medico volontario, disponibile negli incontri nelle scuole, attivo nelle molteplici iniziative sportive e culturali sul territorio. Mantiene contatti costanti con trasfusionale di zona»;
*VARESE, Enrica Ferrario, Aspi Associazione Parkinson Insubria. Motivazione: «Dal 2000 dedica il proprio tempo a favore dei malati di Parkinson. Inizialmente ha assicurato un sostegno pratico e psicologico agli ammalati. Successivamente, quale responsabile della segreteria, oltre a garantire la funzionalità della sede associativa, è stata ed è un punto di riferimento per informazioni, contatti diretti, telefonici ed epistolari»;
*VARESE, Nisolli Mariuccia, associazione Amici della Fondazione Giacomo Ascoli. Motivazione: «Maestra di scuola elementare, ma anche maestra di vita, presente in ogni circostanza e amorevolmente disponibile per tutti, grandi e piccini. Attiva nell’assistenza domiciliare alle famiglie, per aiutare i bambini a fare i compiti o per portare sollievo alle famiglie. Naturalmente dotata di dolcezza e inesauribile generosità, chiaro esempio per tutti»;
*LUINO, Federica Scorciapino, Cri Comitato Luino e Valli. Motivazione: «Volontaria di Croce Rossa dal 2012, è stata responsabile del gruppo giovani del Comitato di Luino e Valli fino al 2018. Poi eletta alla carica di consigliere giovane del direttivo locale. Ricopre il ruolo di coordinatrice delle attività di promozione dei 7 Principi e del Diritto internazionale Umanitario. Ha le qualifiche di operatore dell’emergenza. È avvocato e appartiene anche all'Associazione degli Avvocati di Strada a tutela dei senza tetto e dei vulnerabili».
CATEGORIA GIOVANI E GRUPPI DI GIOVANI
Nella categoria “giovani e gruppi di giovani” i premiati del Varesotto sono Sylla Sekou Abdulkader della Cri Comitato dell’Insubria Tradate e il Gruppo Giovani dell’associazione Vo.C.E.
*TRADATE, Sylla Sekou Abdulkader. Motivazione: «Arrivato come migrante nel 2015, è stato in prima istanza ospite del Centro di accoglienza di Venegono e poi Tradate. Integratosi bene con la comunità e con Croce Rossa ha frequentato le scuole e il corso per diventare Volontario Cri. Quando è iniziata l'emergenza covid, si è messo a disposizione delle suore di Tradate durante la loro quarantena. Pur essendo di religione musulmana, è diventato punto di riferimento per il convento»;
*Gruppo Giovani dell’associazione Vo.C.E. Motivazione: «Il gruppo dei giovani volontari del Vo.C.E. si è formato e consolidato all'interno dell’associazione e la sua coesione deriva in gran parte dalla condivisione di uno spirito di solidarietà e altruismo. Esso organizza e gestisce in autonomia e responsabilmente molte delle attività dell’associazione, dedicandovici tempo ed energie. Questi ragazzi, con una vitalità e un entusiasmo trainanti, rappresentano punto di riferimento importante e considerevole per i disabili che frequentano l’associazione».
CATEGORIA ASSOCIAZIONI
*MACCAGNO, Nella categoria associazioni, per il premio Partecipazione e sussidiarietà, è stata premiata l’Associazione La Casa dei Colori e delle Forme.
Motivazione: «Associazione composta da alcuni volontari e operante sul territorio dal 2008, ha aderito, nel 2019, all’iniziativa nazionale “Buongiorno Ceramica!” proponendo ai bambini e ai ragazzi delle scuole elementari e medie un laboratorio dedicato alla decorazione ceramica con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità degli adulti e sollecitare il recupero di un materiale sostenibile e durevole per l'ambiente, come la ceramica. In sostituzione della plastica».  

Dopo la terza media, orientamento con i podcast

Guida speciale in quattro puntate dell’Unione degli industriali agli istituti superiori in provincia di Varese

Una serie di podcast a tema formazione è la particolare guida all'orientamento ideata e lanciata dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese per i ragazzi di terza media. Uno speciale in quattro puntate aiuta i ragazzi a fare chiarezza tra le molte strade percorribili, a partire dai percorsi di istruzione e formazione professionale fino ad arrivare all’istruzione liceale.
L'audio-guida parla direttamente agli studenti in un linguaggio nuovo e si propone di indirizzarli verso una scelta più consapevole attraverso una sorta di "a tu per tu" con una tredicenne alle prese con i dilemmi e le preoccupazioni per il futuro. «In questo 2020 – ha dichiarato il direttore di Univa Vittorio Gandini - il mondo è cambiato profondamente e con esso gli ambiti più svariati delle vite di ciascuno di noi. Abbracciare e incoraggiare il cambiamento rimane l’unica strada percorribile. Per questo motivo anche l’orientamento dei giovani si è dovuto adeguare, mutando forma di fruizione, ma non lo scopo di trovare un’indicazione in mezzo a tante possibili vie».

Tema della prima puntata sono gli FP, i percorsi di qualifica dell'Istruzione e formazione professionale, che si svolgono in centri di formazione professionale (i cosiddetti Cfp) e negli Istituti scolastici e hanno una durata di 3 anni + 1.
Nella seconda puntata invece si parla di IP, Istruzione Professionale, ex Ipsia, un percorso finalizzato al conseguimento di un diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado.
Cuore della terza puntata è l'Istruzione Tecnica, connotata da percorsi che si articolano in un'area di istruzione generale comune a tutti i corsi e un'area di indirizzo più specifica.
Chiude il viaggio alla scoperta delle scuole superiori a cui potersi iscrivere dopo la terza media l'Istruzione Liceale, della durata di 5 anni, in grado di fornire agli studenti strumenti, sia di cultura sia di metodo, per comprendere meglio la realtà che li circonda.
Su www.varesefocus.it, il sito Internet del magazine di Univa, è possibile trovare una pagina dedicata, nella quale sono raccolti tutti i podcast, ascoltabili singolarmente su Spreaker, nella rubrica “News d’impresa”.
Ecco i link ai singoli podcast:
·Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione e Formazione Professionale
·Cosa fare dopo la Terza Meda: Istruzione Professionale
·Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione Tecnica
·Cosa fare dopo la Terza Media: Istruzione Liceale.  

Vaccinazione antinfluenzale, in Lombardia rimborso per effettuazione privata

Accesso riservato alle categorie che rientrano nella fascia ‘target’

In Lombardia avranno un rimborso di 32 euro i cittadini con diritto alla gratuità che abbiano dovuto ricorrere alla somministrazione a pagamento del vaccino antinfluenzale dopo l’avvio della campagna regionale. Basta che presentino all’Agenzia di tutela della salute (Ats) di riferimento la ricevuta del pagamento effettuato e un’autocertificazione attestante l’appartenenza alla popolazione ‘target’ (over 65enni, persone con particolari elementi di fragilità stabiliti dal ministero della salute e altre tipologie).
Il rimborso è stato deliberato il 14 dicembre 2020 dalla giunta regionale su proposta dell’assessore Giulio Gallera. Il provvedimento dà seguito a una mozione approvata dal consiglio lombardo il 1° dicembre e presentata da Samuele Astuti del Partito Democratico e parzialmente modificata da emendamenti proposti da Alessandra Cappellari della Lega.

Ambulanti, rinnovo concessione fino al 2032

La Lombardia recepisce le linee guida ministeriali

Agli ambulanti della Lombardia saranno rinnovate fino al 2032 le concessioni posteggi per l'esercizio del commercio su aree pubbliche nei mercati, nelle fiere e per l'esercizio di attività artigianali di somministrazione di alimenti e bevande e di rivendita di quotidiani e periodici che scadono il 31 dicembre 2020.
La procedura è stata approvata il 15 dicembre 2020 dalla giunta regionale su proposta dell'assessore, Alessandro Mattinzoli e recepisce le linee guida del ministero dello sviluppo economico dello scorso novembre 2020.