Edizione n. 34 di mercoledì 16 ottobre 2019

Cronache

Domenica 20 a Pupi Avati il Premio Chiara alla carriera 2019

Regista di fama internazionale, scrittore, sceneggiatore Pupi Avati sarà a Luino domenica 20 ottobre 2019 per ricevere il Premio Chiara alla carriera 2019. L’ Associazione Amici di Piero Chiara ha assegnato il riconoscimento con la seguente motivazione: «A un grande cineasta, che nella sua lunga produzione filmica, ma anche in quella squisitamente narrativa e meno nota, ha saputo giostrarsi con abilità su vari livelli espressivi, senza richiami modaioli e concessioni a gusti transitori, guidato da una misura che è qualità dell’animo». La cerimonia si svolgerà alle 17, in Teatro Sociale. A condurla Claudia Donadoni, Mauro Gervasini e Andrea Vitali,
L’evento sarà preceduto da due proiezioni, entrambe al Teatro Sociale di Luino: venerdì 18 ottobre “Una gita scolastica” (1983), presenta Alessandro Leone; sabato 19 ottobre  “La casa dalle finestre che ridono” (1976), presenta Mauro Gervasini. Entrambe alle 20.45. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

“Contrasti”, Weiss e Granaroli in Masseria

Weiss e Granaroli

Nella Giornata del contemporaneo la Galleria spazio28 di San Bernardino Grigioni ha inaugurato a Luino, in Masseria di via San Pietro 43, la mostra "Contrasti". Protagonisti sono Petra Weiss e Claudio Granaroli, autori di spicco della scena artistica ticinese e lombarda, con un ciclo di opere che indagano il linguaggio della forma e del segno l’una, il valore espressivo del colore l’altro. Weiss, ceramista e scultrice, propone una serie di forme plastiche ed essenziali, impreziosite da segni di colore leggeri e dal movimento ritmico. Granaroli contrappone l’esplosione di colori saturi istintivi, dalla forte inquietudine.
Visite su appuntamento fino al 20 ottobre. Info: spazio28@yahoo.it  

I LETTORI CI SCRIVONO: Giza: «Nessuna “Quarta Piramide”»

Nell'articolo apparso il 9 ottobre 2019 in Sezione Cronache “Maccagno con Pino e Veddasca, il mistero della piramide...” compare un errore. Ce lo segnala uno degli autori del libro “Giza-La caduta del dogma”.
«Sono Antonio de'Flumeri, co-autore del libro “GIZA-La caduta del dogma”, di cui avete parlato. Volevo fare una precisazione, per noi di basilare importanza.
Nel libro, e di conseguenza in tutte le presentazioni che facciamo, non si parla assolutamente di una "quarta piramide" di Giza, quanto piuttosto si analizzano scientificamente le teorie relative alle piramidi della IV Dinastia dell'Antico Regno Egizio.
Il nostro libro e i nostri intenti sono quelli di dare voce alle numerose anomalie e incongruenze della storiografia comunemente accettata, ma sempre con un criterio scientifico basato su prove e dati concreti e dimostrabili, e mai propagandistico o sensazionalistico.
Capirete anche voi che veder scritto nel vostro articolo "i misteri della quarta piramide" ci ha allarmato proprio per questo, poiché tutti sanno che non esiste alcuna "quarta piramide" a Giza, e non vorremmo essere fraintesi o, peggio, essere giudicati come portatori di false verità.
Vi chiederei gentilmente di revisionare il testo dell'articolo. Se servono informazioni di qualunque tipo, o chiarimenti sul libro e i suoi contenuti, non esitate a contattarmi. Vi ringrazio.
Cordiali saluti
Antonio de'Flumeri»
….........
Ci scusiamo con gli autori per l'errore. 

Maccagno con Pino e Veddasca, solidarietà tra Lago Delio e Africa

La Società di tiro a volo La Montagnola ha offerto alle associazioni Amici di Nzong e Ngama Amicizia Onlus 1.590 euro. È il ricavato dell'ultima gara organizzata lo scorso 23 giugno con il sostegno di sponsor e delle amministrazioni comunali di Maccagno con Pino e Veddasca e di Tronzano. Le responsabili dei progetti Gabriella Luini e Silvia Derna hanno ringraziato il sodalizio venatorio che da anni dedica ai progetti delle loro associazioni in Cameroun il ricavato di una gara l'anno.

Concerto “The Grapes”
Concerto dei The Grapes all’Auditorium comunale, sabato 19 ottobre 2019, alle 21. Il gruppo musicale luinese, nato nel 2017 e specializzato in arrangiamenti di brani tipici del folklore americano, tornerà nel Maccagnese alla vigilia della pubblicazione del primo album di brani inediti. L’ingresso è libero.

Cai Luino, conferenze ed escursioni

Lago della Vecchia foto Cai Luino.jpg

“I Walser, popolo della montagna” è il titolo della serata proposta da amministrazione comunale e Cooperativa di consumo e beneficienza che si terrà venerdì 18 ottobre, alle 20.45, alla Cooperativa di Dumenza. A illustrare le vicende dei Walser nelle migrazioni dal Vallese, a nord delle Alpi, verso le vallate a sud del monte Rosa, saranno Maurizio Miozzi e Gianluigi Campoleoni.
Escursione Maccagno-Monte Venere
Semplice passeggiata nel territorio di Maccagno con meta la balconata sul lago delle Case di Venere martedì pomeriggio 22 ottobre.
A rifugio e Lago della Vecchia
Per domenica 20 ottobre Cai Luino propone un'escursione nel Biellese, meta il rifugio e il lago della Vecchia (1872 metri). Affascinante la vista del Monte Cresto che domina sul bacino glaciale. Adesioni alle escursioni entro il giovedì sera che precede la gita.
Dettagli, variazioni: CAI Luino via B. Luini 16 tel/fax 0332 511101; e-mail escursioni@cailuino.it; Iat Luino via della Vittoria 1 Luino tel. 0332-530019; Pro Loco Maccagno con Pino e Veddasca tel 0332 562009.  

Palazzo Serbelloni, cantiere di otto mesi

Avviato adeguamento degli impianti tecnologici

A Luino, da martedì 8 ottobre 2019, è iniziata nel municipio la riqualificazione degli interni di Palazzo Serbelloni per adeguare gli impianti tecnologici alla normativa vigente. L'area di cantiere comprenderà una parte di piazza Crivelli Serbelloni e, conseguentemente, coinvolgerà anche alcuni parcheggi. I lavori si protrarranno per circa otto mesi.
Gli uffici non saranno trasferiti in altro immobile, ma si procederà per singole aree, trasferendo di volta in volta in altra parte dell’edificio gli uffici interessati ai  lavori. Per qualche mese non sarà fruibile l'ascensore. Nei prossimi giorni, all'ingresso del Comune, una segnaletica specifica indicherà le nuove ubicazioni.

Marchirolo, in municipio servizio di ascolto dei carabinieri

Ogni ultimo lunedì del mese possibile fare segnalazioni e ricevere consigli
Cc Marchirolo

Alcune persone hanno esposto proprie controversie e il comandante della locale stazione dei carabinieri Filippo Pellegrino ha suggerito qualche soluzione. È stato questo, lunedì 30 settembre 2019, il battesimo di un servizio di prossimità a Marchirolo (Varese) reso dall’Arma dei Carabinieri.
La Benemerita ha avviato incontri presso i comuni della provincia e a Marchirolo il sindaco Bernardino Busti ha messo a disposizione la sala consigliare, dove i carabinieri potranno fornire servizio di ascolto.
Gli incontri fanno parte di un più ampio progetto che vuole suggellare la vicinanza dei carabinieri con la popolazione.
A Marchirolo, ogni ultimo lunedì del mese, sarà possibile fare segnalazioni o ricevere dei consigli per far fronte a vari problemi, come, ad esempio, prevenire le truffe agli anziani oppure parlare di problemi riguardanti i rapporti familiari, temi, purtroppo, quelli delle truffe e della violenza di genere sempre più di attualità negli ultimi anni. L’appuntamento per il prossimo incontro con i carabinieri di Marchirolo sarà il 28 ottobre 2019. 

Masciago Primo, grida e schiamazzi nella notte

Intervengono i carabinieri - Denunciati cinque giovani turisti

Ridono, scherzano e, soprattutto, non si curano delle proteste degli abitanti. Nella piazzetta di Masciago Primo (Varese) cinque giovani vacanzieri hanno ecceduto nel consumo di alcol e disturbano la quiete pubblica. È l’una di notte di domenica scorsa 29 settembre 2019.
Intervengono i carabinieri di Cuvio, chiamati attraverso il numero unico europeo 112. I giovani si fanno tranquillamente generalizzare, ma gli schiamazzi riprendono appena andata via la pattuglia. Nuova segnalazione degli abitanti e verso le 4 di notte arriva l’equipaggio del Nucleo Radiomobile di Luino. Trova il gruppetto di nottambuli ancora lì che non ne vuol sapere di smettere di dare fastidio. Il giorno seguente interviene anche il sindaco, constatando pure la presenza di bottiglie a terra, talune rotte, e tre abitanti denunciano l’accaduto. Nei confronti dei cinque turisti scatta una denuncia a piede libero per molestie e disturbo del riposo delle persone e il getto a terra di bottiglie di vetro. 

Varese, patto per la sicurezza tra prefettura, forze di polizia e sindaci

Siglato già da sessanta comuni il protocollo “Controllo del vicinato”
Prefettura, sindaci

Si alza il livello di sensibilità dei cittadini sulla sicurezza e si imboccano nuove strade nella collaborazione tra istituzioni pubbliche e soggetti privati. A Varese, il 2 ottobre 2019, il prefetto Enrico Ricci, sessanta sindaci della provincia e i vertici territoriali delle forze dell’ordine hanno sottoscritto nel salone della Provincia il protocollo d’intesa denominato “Controllo del vicinato”.
Il documento, predisposto dalla prefettura, è stato concordato in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e approvato dal ministero dell’Interno. Aperto a nuove adesioni, come rilevato da una nota della prefettura, «mira a disciplinare in modo uniforme sul territorio provinciale le attività idonee a fronteggiare e cogliere tempestivamente fenomeni che turbino l’ordinato vivere sociale e civile nell’ambito delle comunità locali».
Obiettivo condiviso è «disciplinare in modo uniforme sul territorio provinciale le attività idonee a fronteggiare e cogliere tempestivamente fenomeni che turbino l’ordinato vivere sociale e civile nell’ambito delle comunità locali». Questi i comuni che sinora hanno aderito:
Albizzate, Arsago Seprio, Azzate, Barasso, Bardello, Besnate, Besozzo, Bregano, Busto Arsizio, Cadegliano Viconago, Cantello, Carnago, Caronno Pertusella, Casorate Sempione, Cassano Magnago, Castellanza, Castelseprio, Castiglione Olona, Castronno, Cavaria con Premezzo, Cislago, Clivio, Cocquio Trevisago, Comerio, Fagnano Olona, Ferno, Gallarate, Gavirate, Gerenzano, Golasecca, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Induno Olona, Ispra, Jerago con Orago, Lavena Ponte Tresa, Laveno Mombello. Leggiuno, Lonate Pozzolo, Luino, Luvinate, Malgesso, Marnate, Mercallo, Morazzone, Oggiona con Santo Stefano, Olgiate Olona, Orino, Saltrio, Sangiano, Solbiate Arno, Solbiate Olona, Somma Lombardo, Taino, Tradate, Vedano Olona, Venegono Inferiore, Venegono Superiore, Vergiate, Viggiù. 

Canottieri Luino e Coni Lombardia, 363 giovanissimi a Educamp

Educamp, il progetto nazionale Coni sposato nell’estate 2019 dalla Canottieri Luino e ambientato sulle rive del Lago Maggiore, ha avuto successo ottimo. Un’estate, quella da lunedì 10 giugno a venerdì 6 settembre, all’insegna di attività motoria e sportiva polivalente a carattere ludico-aggregativo cui hanno preso parte trecentosessantatré ragazze e ragazzi. La stretta collaborazione tra Coni Lombardia e Canottieri Luino ha permesso di ospitare nel Centro remiero uno dei quindici EduCamp Coni autorizzati in regione, l’unico in provincia di Varese.
Un vero e proprio gioiello il centro sportivo multidisciplinare. I ragazzi tra cinque e quattordici anni nel periodo estivo, con tecnici qualificati e secondo le linee guida impartite dal Coni, hanno sperimentato discipline motorie, pre-sportive e sportive secondo metodologie di formazione innovative, adeguate all'età. Tra esse equitazione, rugby, mini-hockey, tennis green, flag football, volley, basket, basic golf, baseball, badminton, giochi di squadra, e nuoto, canottaggio e canoa. Spazio anche alle escursioni guidate e agli interventi formativi di ambito medico, sicurezza e ambiente in collaborazione con istituzioni e associazioni del territorio. Nel corso del periodo di frequenza al camp, vengono anche effettuati test indicativi sul grado di efficienza motoria, opportunità che costituisce un importante servizio alle famiglie.
Per la prossima edizione sono allo studio nuovi progetti sia di carattere organizzativo sia di offerta motoria e non è escluso si possa affiancare la formula Residence Camp a quella attuale del City Camp, in modo da estendere la partecipazione a chi provenga da altri territori.



Condividi contenuti