Edizione n.32 di mercoledì 16 agosto 2017

Sport

Varese, la “Binda” già pronta a nuovi impegni

Il presidente Renzo Oldani tira le somme del 2014 e guarda avanti
S.C.Binda Varese 2014

«E’ stata l’annata più intensa e con maggiori soddisfazioni da quando sono presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda». Così, il 21 dicembre, Renzo Oldani, da dieci anni al timone del sodalizio che rappresenta uno dei punti di riferimento del ciclismo varesino, ha salutato il 2014 nella festa di fine anno nella sede di Sant’Ambrogio a Varese.
Celebrazione dell’85° di fondazione della Binda, organizzazione di una ventina di eventi nell’arco dell’anno, la Tre Valli Varesine per professionisti, il doppio tricolore per le categorie femminili e il campionato regionale juniores…Lungo – e prestigioso – è l’elenco degli impegni assolti, ma su tutti a Oldani piace soprattutto ricordare la costante presenza nel ciclismo giovanile e le numerosissime manifestazioni a scopo benefico. «Costituiscono uno dei fiori all’occhiello della nostra attività, non ultima la Pedala con i Campioni, che con i suoi 1911 partecipanti è stata una vera emozione perché racchiude tutti i valori di quel ciclismo che noi vogliamo interpretare».
Un altro motivo di orgoglio è, per il presidente biancorosso, l’attività con molte società della provincia di Varese e in stretta collaborazione con il Panathlon International Club Varese e il Comitato Provinciale di Varese della Federciclo. Il conforto di tutti questi successi farà da base al 2015. «Avremo una grande attenzione verso il ciclismo giovanile, il futuro del nostro sport e cercheremo di valorizzare maggiormente la figura di Alfredo Binda. Abbiamo già programmato nove impegni agonistici e una serie di eventi che ci vedranno protagonisti già dal mese di gennaio» ha concluso Oldani.  

Pallacanestro Verbano, espugnato il campo della prima della classe

Venerdì 28 febbraio la Pallacanestro Verbano espugna col piglio della grande squadra il campo della capolista Bollate e si candida con forza a protagonista di questo finale di stagione. Una vera e propria lezione di tattica inferta dal coach Manfré ai blasonati avversari, costretti a inchinarsi alla capacità dei luinesi di interpretare al meglio le fasi di gioco lungo quaranta minuti .
Parte con sprint, la Pallacanestro Verbano. Schierata fin dall’inizio con una difesa a zona che imbriglia Bollate, la squadra luinese tiene alti i ritmi e ribatte colpo su colpo, mantenendo un sostanziale equilibrio. Il primo quarto si chiude sul 21 a 22. Nel secondo periodo la gara si surriscalda e i padroni di casa si fanno più aggressivi, riuscendo ad avere la meglio. L’ennesimo infortunio a Monteggia crea ulteriori difficoltà, soprattutto nel trovare la via del canestro. Inevitabile il sorpasso e l'arrivo della sirena sul 35 a 30.
Al rientro dal riposo lungo, Luino appare determinata a non perdere contatto con l’avversario, sfoderando un pressing asfissiante bucato però da improvvisi contropiedi. A quattro minuti dal termine la gara è di nuovo in equilibrio. Poi la PVL mette la freccia. Il tempo si chiude sul 47 a 52.
L’ultimo quarto è il capolavoro della gara. Il ritmo dei ragazzi di Manfré mette in crisi Bollate, che sprofonda fino a un distacco di quattordici punti e non riesce a perforare la difesa avversaria, capace di avvolgere la gara in una ragnatela inestricabile. Finale da batticuore, con i padroni di casa che le provano tutte per rientrare in partita. I luinesi non perdono la testa e mantengono nervi d’acciaio fino al termine.
La gara si chiude con il punteggio di 67 a 75 e premia la maggior capacità della panchina luinese di leggere una sfida che sembrava persa in partenza.
Il prossimo incontro è in programma venerdì 7 marzo alle ore 21.15 a Busto Arsizio, sul campo della Europower. Di fronte all’avversario che li precede in classifica, Luino ha la possibilità di accorciare ulteriormente la classifica. Ormai, sognare non è più proibito.
Formazione Luino: Palazzi 20, Agazzone 10, Galluccio 11, Gubitta 12, Ciccullo 2, Turconi 7, Biason 8, Bianco 4, Monteggia, Caniato 2, Binotto e Bassetto. Allenatore Piergiorgio Manfrè.

UNDER 19
Verbano-Clivio 74-54

Martedì 25 febbraio, l’assenza di Peruzzi e la parziale disponibilità di Vitella L (buttato nella mischia all’inizio del terzo periodo sul 30-25) ha complicato non poco la gara vinta contro un combattivo Clivio (17-13; 13-12; 23-14; 21-15). Il risultato finale è stato determinato dalla migliore produttività offensiva nella seconda parte della gara e dalla costanza di impegno e attenzione degli interni Vitella M. e Manfredi, entrambi in doppia cifra di punti e rimbalzi. La loro energia e intensità non sono state da esempio per tutti e all’inizio la squadra ha giocato sottoritmo e senza contropiede.
Da segnalare Vitella L con rapporto minuti e stats che giustificano la scelta operata e di Siena con il buon rendimento difensivo (su Buzzi Reschini, solo 6 punti) e di gioco, anche se mancano punti a referto. Dalla panchina Nava ancora alterno, ma comunque generoso, e nel finale bene Vitella A. e Saredi, con punti e rimbalzi in pochi minuti, utili e da confermare nelle prossime gare. Le altre stats registrano l’atteggiamento superficiale mostrato in campo e in panchina, dove è mancata soprattutto la guida in regia e la maturità di gioco necessaria per giocare senza commettere errori banali e ingiustificabili.
Formazione Verbano: Colombo 4, Vitella M.26, Vitella L. 10, Siena 6, Nava 4, Manfredi 14, De Santi 2, Vitella A.2, Saredi 4, De Giorgi 2, Confessore. Ass: Peruzzi. Allenatori Manfrè – Agazzone A.

Valceresio-Verbano 42-72
Sulla carta la 17esima giornata, domenica 2 marzo, era la gara decisiva per la qualificazione e gli Under 19 erano chiamati a conquistare due punti per arrivare a quota 24 prima dell’ultima sfida con il Settelaghi, impegno conclusivo della prima fase. Si è rivelata una gara facile (9-20; 10-9; 7-22; 16-21).
I 95/96 si sono presentati pronti e motivati (qualche cifra indicativa: 21/28, 78 per cento ai tiri liberi e 49 rimbalzi totali), nonostante l’orario e l’intera defezione (giustificata per problemi fisici) dei vari 97 preconvocati, mentre la Valceresio, all’andata vincente e agguerrita, era anche lei incompleta, ma soprattutto con poca voglia di giocare.
Poteva essere anche migliore il risultato, se Vitella M. non avesse avuto malesseri e tutti avessero contribuito con lucidità al contropiede collettivo. In difesa, considerando anche i soli sette effettivi, la zona pari molto aggressiva è stata giocata per molti minuti con successo - viste le percentuali scarse dei padroni di casa - e ha permesso di lanciare numerosi contropiedi, prevalentemente primari, finalizzati da Colombo.
L’attacco alla zona è stato produttivo nel terzo periodo e Vitella Luca ha segnato con buona continuità dentro e fuori area. Peruzzi in difesa individuale ha annullato il miglior attaccante e la gara è diventata sempre più facile. Siena e Nava hanno perso l’occasione per migliorare la loro media punti in vista delle impegnative gare playoff, ma in difesa sono stati molto efficaci. Vitella A. non potendo giocare per la contrattura muscolare ha fatto numero e gruppo come in altre gare, quando ha potuto dare una mano a fratelli e amici di categoria superiore.
Il Verbano si è quindi qualificato con le sue forze, mentre nella stessa giornata Gavirate spegneva le speranze di Tradate e il Venegono veniva superato in casa dal Daverio. I risultati aprono varie possibilità per un ultimo turno a determinare la classifica dei quattro posti playoff. Tradate, Valceresio, Daverio, Malnate dovranno invece accontentarsi della seconda fase di consolazione (Clivio e Buguggiate fuori da tempo dalle probabilità).
Considerando il girone molto competitivo, l’organico Under 19 ridotto e i lunghi infortuni di vari leaders (Siena e Colombo in primis), è un grande obiettivo conquistato da questi ragazzi. Merito del lavoro svolto anche con la D e della scelta di impegnare questi tesserati nel proprio campionato Under 19 così difficile. Il girone playoff sarà ancora più difficile e questo non potrà che far crescere chi vorrà migliorare il proprio livello di gioco.
Formazione Verbano: Colombo 26, Peruzzi 10, Vitella M. 11, Vitella L. 12, Manfredi 8, Siena 5, Nava , Vitella A.(inf). Ass. De Santi, Saredi, Confessore. Allenatori Manfrè e Scalise.

UNDER 17
Verbano - Lonate 63 - 59

Partita interna vinta dopo un tempo supplementare dal Verbano contro un Lonate compatto e completo in ogni reparto con 10 su 12 giocatori del 1998.
Il primo quarto in sostanziale parità, con ritmi alti (20 a 21) e con Ferrari (9 punti), Vitella (5) e De Santi (6) in grande spolvero. Dal secondo periodo i ritmi scendono, il lungo avversario (Cagna A.) detta legge sotto le plance, conquista rimbalzi e semina stoppate (23 punti il bottino totale). Solo De Santi mantiene i contatti con sporadici aiuti di Ferrari. Purtroppo improduttivi Confessore (un canestro e due liberi con una miriade di errori), De Giorgi (una tripla e un canestro) e Saredi sofferente nello scontro diretto contro Cagna.
Al fischio della sirena finale il tabellone segnava 55 pari (11-15, 10-7,14-7 i parziali degli altri quarti). Un tempo supplementare bastava ai luinesi per avere la meglio su Lonate con una tripla di Di Nino e l'inesauribile "Desa" con 3 su 4 ai liberi (8 a 4 il parziale).
Prossimo incontro in trasferta
Formazione Verbano: Nicolini, Di Nino 3, Vitella A. 7, Ferrari 17, Cammisa n.e., Saccani n.e., Saredi, Mirukaj, Confessore 4, De Giorgi 5, De Santi 27, Vivanco n.e. Allenatore Agazzone, vice Scalise. 

Uninsubria, seconda biciclettata benefica tra Como e Varese

Domenica 13 settembre, partenza dal Chiostro di S. Abbondio

Domenica 13 settembre seconda pedalata ecologica con “Biciclettata Insubrica” da Como a Varese. L’iniziativa aperta a tutti e a carattere benefico è organizzata dal Comitato eventi Insubre. Il ricavato sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana e ai Volontari del Lario.
Il ritrovo è alle 8,30 nella sede comasca dell’Università dell’Insubria al Chiostro di S. Abbondio; partenza alle 9,30 . Arrivo a Varese, nella sede di via Monte Generoso 71, previsto alle 11,30. Da percorrere 35 chilometri. Quota iscrizione 10 euro (comprende anche la partecipazione alla lotteria benefica e la pizzoccherata alle 12 all’arrivo al Campus di Bizzozero).
E' possibile prenotare il trasporto per Como e viceversa da Varese al ritorno – curato dalla CRI di Lipomo - al costo di 5 euro. In tal caso, inviare una mail a cus@uninsubria.it entro il 10/09.
Per iscrizioni e informazioni: Cus Insubria 0332/219895 o 328/5304686 o 334/1577574. 

Varese, strade riservate al ciclismo femminile

Domenica 29 giugno due gare tricolori del campionato Donne Elite e Juniores
Valentina Carretta con i dirigenti della “Binda” Roberto Casnati e Sergio Gianoli

Due categorie (Juniores e Élite), due partenze (mattino e pomeriggio), uno stesso scenario (percorso cittadino). Questa la scheda del Campionato Italiano di ciclismo femminile su strada, in programma a Varese domenica 29 giugno con l'organizzazione della Società Ciclistica Alfredo Binda.
Le due gare che assegneranno le maglie tricolori partiranno alle ore 9.30 (Juniores) e 14.30 (Élite) dalla centralissima piazza Monte Grappa. Le 170 atlete iscritte gareggeranno su un percorso cittadino, così com'era stato per il Campionato del Mondo di Varese 2008, organizzato sempre dalla Società Binda. «Nelle nostre manifestazioni – spiega il presidente Renzo Oldani - abbiniamo sempre la parte agonistica alla promozione del territorio con percorsi validi tecnicamente e che nello stesso tempo mettono in risalto quello che la nostra terra offre. Portare una gara così importante nel centro di una città come Varese significa gratificare le atlete che potranno gareggiare in un contesto che darà visibilità alla loro attività agonistica e nello stesso tempo portare il pubblico a stretto contatto con le bellezze della città di Varese».

Pallacanestro Verbano, bilancio di fine anno

Serie D regionale,

(Cip) Durante le feste natalizie anche la Serie D della Pallacanestro Verbano Luino ha osservato una sosta, dedicata a ricaricare le pile. Il lunghissimo campionato non è ancora arrivato al giro di boa e i luinesi riprenderanno le gare ufficiali venerdì 10 gennaio alle ore 21. Al Palabetulle arriverà il Vittuone, compagine che ha avuto fin qui un andamento altalenante ma che non va presa sottogamba.
La prima parte della stagione si è chiusa dopo tredici giornate con un bottino più che dignitoso per la squadra guidata dal coach Piergiorgio Manfrè, forte di sedici punti che attualmente gli assegnano la quinta posizione. Dopo una partenza entusiasmante che è a lungo valsa la testa della classifica, il Verbano ha lasciato sul parquet qualche sconfitta di troppo, spesse volte in maniera rocambolesca e di misura. Difficile contrastare le corazzate del torneo (Daverio, Bollate e Busto Arsizio), ma finora l’equilibrio la fa da padrone.
Il Verbano paga lo scotto della mancanza di lunghi capaci di farsi sentire sotto i tabelloni, anche se la sapienza tattica della panchina luinese ha spesso fatto scordare questo aspetto. La Pallacanestro Verbano Luino continua nella sua politica che non prevede spese pazze per accaparrarsi i giocatori migliori sul mercato, ma cercando piuttosto di valorizzare l’ottimo settore giovanile che scalpita alle spalle della prima squadra. Il presidente Danilo Gubitta può dirsi più che soddisfatto di quanto i suoi ragazzi hanno dimostrato finora, soprattutto in prospettiva futuro.
Intanto, anche per il presente nulla è perduto, tenuto conto che la capolista Daverio ha solo sei punti di vantaggio e continua a restare a tiro. L’obiettivo della squadra è di portare a termine nel miglior modo possibile il campionato e fare i conti solo alla fine, mettendo sul terreno di gara grinta e bel gioco che finora non sono mancati, in attesa di fare i conti alla fine. Il torneo terminerà solo a metà maggio e ci sarà spazio per ogni sorpresa. Comunque vada, per Luino sarà una stagione da ricordare. 

S. Caterina Valfurva, nello sci d’erba “valanga” austriaca, ma vetta della classifica all’azzurro Edoardo Frau

Nella Coppa del mondo la squadra austriaca trionfa nelle quattro manche – L’Italia in gara con 20 atleti
Santa Caterina Valfurva 20 agosto 2016

A S.Caterina Valfurva, in alta Valtellina, la Coppa del mondo di sci d’erba vede la squadra austriaca trionfare nelle quattro manches, ma in vetta alla classifica generale domina l’azzurro Edoardo Frau. È questo l’esito del weekend di gare disputate sabato 20 e domenica 21 agosto sulla pista Cevedale con meteo favorevole e nutrita cornice di pubblico.
I biancorossi si affermano leader nello slalom sprint, ma la buona prova permette a Frau di mantenere la vetta della classifica generale. L'Italia ha partecipato con tutta la squadra di 20 atleti, guidata dal direttore tecnico Armando Calvetti e dai tecnici Achille Cattaneo, Roberto Parisi e Fausto Cerentin. Il successo potrebbe convincere il comitato organizzatore a rinnovare l’appuntamento nell’estate 2017.
Durante la manifestazione, organizzata in collaborazione con Cancro Primo Aiuto onlus, sono state presentate le gare di Coppa del Mondo di Sci alpino, che torna anche quest’anno sulla pista “Deborah Compagnoni”, il 28 dicembre con la discesa libera e il 29 dicembre con la combinata, articolata su superG e una manche di slalom.

CLASSIFICHE
Maschile
1ª PROVA: 1. Stocker (Aut) 2. Zickbauer (Aut) 3. Frau 4. Gritti 7. Guerini 10. Notaris 12. Battocchi 15. Saviane 17. Arrigoni 19. Facchin 20. Anziutti 21. Rottigni 25. Longhi 30. Combi 31. Buio 33. Davare 34. Milesi.
2ª PROVA: 1. Stocker (Aut) 2. Zickbauer (Aut) 3. Angerer (Aut) 4. Garvdaski (Cze) 5. Frau 6. Gritti 9. Guerini 12. Battocchi 13. Notaris 16. Arrigoni 17. Saviane 21. Rottigni 23. Bazzi 24. Anziutti 26. Facchin 28. Longhi 29. Buio 30. Combi 31. Davare 32. Reghin 33. Milesi 34. Bleynat.
Femminile
1ª PROVA: 1. Gerlach (Aut) 2. Mikova (Svk) 3. Krueckel (Aut) 6. Manzoni 7. Ferrighetto.
2ª PROVA: 1. Kruechel (Aut) 2. Mikova (Svk) 3. Gerlach (Aut) 4. Manzoni 5. Hetfleisch (Aut) 8. Ferrighetto 9. Mazzoncini 10. Milesi.
Per ulteriori informazioni:
www.santacaterina.it;www.facebook.com/s.caterinafisskiworldcup 

Domenica 31 cicloscalata Cocquio-Orino

Domenica 31 agosto si corre tra Cocquio Trevisago e Orino la cicloscalata, libera a tutti, Memorial Sandro Gianoli.
Ritrovo ore 8. Il percorso di 5 chilometri inizierà dalle 8.30 (fino alle 11.30) da Cocquio - via Roma e terminerà a Orino in via San Lorenzo. Premio al gruppo più numeroso. Ai primi 300 iscritti maglia da ciclista della manifestazione. Iscrizione 10 euro. Il ricavato sarà devoluto a Sestero onlus. Info: info@newsciclismo.com

Luino Fbc, stagione da dimenticare

Seconda categoria Girone Z

(Mon) Panettone amaro per il Luino calcio, giunto a metà cammino del torneo con un bottino magrissimo tra le mani e un futuro tutt’altro che roseo davanti.
Otto punti dopo quindici gare disputate gli valgono l’ultimo posto in solitaria della classifica e soprattutto dicono di un deficit di convinzione che preoccupa. Due partite vinte, due pareggi e undici sconfitte, appena dodici gol fatti e ben trentuno subiti.
Ora la squadra rossoblu deve tentarle tutte almeno per evitare di finire il torneo all’ultimo posto che le varrebbe la retrocessione diretta in Terza Categoria. Con tutto il rispetto, un posto che una squadra blasonata come quella luinese non può lasciar avanzare e deve assolutamente evitare. In fondo i playout sono a portata di mano, se è vero che ci sono davanti al Luino ben cinque squadre in soli otto punti e quindi in teoria ancora avvicinabili. Ci si aspetta però un deciso cambio di passo e soprattutto una maggior convinzione nei giocatori che scendono in campo la domenica.
Il campionato riprenderà solo il 26 gennaio e c’è quindi tempo per lavorare sull’aspetto della motivazione, che fin qui è parso il vero tallone d’Achille della squadra. Ma nulla è perduto, solo è un po' più complicato. Basteranno le prime giornate del ritorno per capire se qualcosa è cambiato dalle parti del Parco Margorabbia. 

Canottieri Luino, battesimo di 14 giovani a Monate, successo della trasferta ad Amsterdam

1x master Marco Pozzi
4x allievi c f Gaia Bignami, Giulia Zanettin, Zoe Lesina Martinelli, Elisa Caria

Fine settimana tra Monate e Amsterdam per la Canottieri Luino tra l’esordio di molti giovanissimi vogatori e un’esperienza particolare nella classicissima olandese dedicata a 8 e 4 di coppia.
A Monate ventisei atleti, ben quattordici dei quali all’esordio, hanno partecipato alla regata giovanile del Trofeo d’Aloja e sfoggiato la nuova divisa da gara dai colori giallo-blu rivisitati in taglio più moderno.  Da segnalare il successo del master Marco Pozzi nel singolo, i bronzi del 4 di coppia Allievi C (Simone Pezzini, Matteo Monico, Mattia Nucifora e Biagio Angeretti) e del doppio Master (Alessandro Del Ferraro, Marco Pozzi).
A ridosso del podio, quarti, il 4 di coppia Allieve C (Gaia Bignami, Giulia Zanettin, Zoe Lesina Martinelli, Elisa Caria), l’allievo B1 Manuel Cambianica, la cadetta Sharon Frascaroli e il 4 di coppia Cadetti, misto Baldesio, con a bordo Emanuele Caria.
Quinti, invece, Ricardo Miglioli (Cadetti), Erica Murgia (7,20 Allievi C1) e il doppio Cadetti di Davide Carteni e Federico Musso. In sesta posizione si classificano i cadetti Emanuele Caria e Gaia Amato, gli allievi C Davide Burlotti e Giorgia Zanettin, il doppio delle cadette Sharon Frascaroli e Gaia Amato.
Settimi gli allievi C Nicholas Aiello e Tommaso Busiello. Giornata importante anche per Emma e Arianna Tosi, Edoardo Meregnani e Matteo Grifa, protagonisti dell’esibizione tra gli Allievi A. 

Volo in Olanda
Nello stesso week end, cinque equipaggi prendono parte alla 45° Regata Heineken Roeivierkamp, evento a cura del locale club Nereus con sfide, sabato 11 marzo, sui 2500 e 250 metri e, domenica 12 marzo, sui 5000 e 750. Accompagnati dal presidente Luigi Manzo e dal direttore sportivo Fabrizio Vanetti, volano in Olanda l’otto Junior femminile, due ammiraglie Master maschil e due 4 di coppia Master femminili.
Primo posto per l’otto Junior (Priscilla Olivetti, Eleonora Buonopane, Aurora Taietti, Rosa Lucania, Margherita Scala, Carolina Crosta, Rachele Soni, Camilla Musetti tim. Maurizio Gallizioli) e ben figura anche l’otto Master C, in tredicesima posizione con Francesco Galante, Roberto De Llanos Fernandez, Luca Manzo, Giovanni Monaco, Pietro Pescatore, Riccardo Crucioli, Alessio Bosco, Sebastiano Provenzano (tim. Maurizio Gallizioli).  

Il Valtravaglia festeggia il nuovo anno

Terza Categoria Girone A

(Mon) Il 2013 si è chiuso sotto il segno positivo anche per il Valtravaglia Calcio. Trenta punti in classifica a meno otto dalla capolista Juve Gemonio ma solo a due dall’Olona, seconda forza del torneo nel girone d’andata.
I ragazzi di Castelveccana, guidati in panchina da mister Cervaro, hanno lasciato un’ottima impressione della loro prima parte di campionato, suggellato dalla costante presenza in zona gol dei bomber Pittella e De Marchi. I due calciatori figurano tra i migliori dell’intero girone e questo dovrebbe bastare per confermare l’ottimo lavoro fin qui fatto.
Il Valtravaglia è compagine che meriterebbe almeno la categoria superiore, anche se dovrà lottare per restare tra i migliori che si contenderanno il posto utile messo in palio dai playoff, dando per scontata la vittoria finale di Gemonio.
Anche il campionato di Terza categoria dà appuntamento solo al 26 gennaio. Sul campo di Ronchiano arriverà il Varano, squadra tra le meno attrezzate tra quelle viste finora. Sarà quello il test per verificare la fame di vittoria dei giocatori del Valtravaglia e della loro volontà di spiccare definitivamente il volo.

Condividi contenuti