Edizione n.30 di mercoledì 4 settembre 2019

Sport

Sorsi di inclusione nella pratica sportiva

In settembre a Luino laboratori, prove libere, percorsi sensoriali, convegno, musica, concorso con gli appuntamenti di Sport Senza Barriere
Piazzetta Chirola

Dal 6 all’8 e, successivamente, il 21 e 29 settembre 2019 Luino ospiterà la prima edizione di Sport Senza Barriere, ideata da Marco Massarenti, presidente nazionale Federazione Sport e Tempo Libero di Unimpresa. L'evento promuove l'inclusione tra atleti di ogni abilità ed è inserito nel programma della Settimana europea dello sport, promossa dalla Commissione europea per stimolare i cittadini a una corretta e consapevole attività fisica, indipendentemente da età o livello di forma.
Professionalità di impostazione e messaggio sociale caratterizzano un programma che certamente non passerà inosservato. Molti i temi che verranno alla luce, e tutti con radici nella vita quotidiana di ciascuno.
Oltre tre i mesi di lavoro sul campo da parte di un gruppo di professionisti e oltre venti le discipline sportive e i laboratori didattici che, tra Oratorio San Luigi di via San Pietro e Lago zona Avav/Piazzetta Chirola, saranno rappresentati (dal rafting all’alpinismo, dal rugby al tennis tavolo, dal badminton al beach volley). Il diversificato calendario prevede anche un convegno a tema il 21 settembre e il concorso di narrativa (nati tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2007) sulla traccia "Sport, disabilità e inclusione” con valutazione di giuria tecnica nel mese di novembre e relativa premiazione.
«Questo progetto – spiega Massarenti - è un chiaro esempio di come si possa creare inclusione attraverso la pratica sportiva, di come si possano superare barriere ideologiche, emotive e psicologiche. Il gruppo di lavoro costituitosi ha al suo interno figure che si occupano ormai da molto tempo di scienze motorie, di medicina dello sport, di comunicazione, di psicologia. Un momento di “sport per tutti” - prosegue -, dove all'integrazione in ambito sociale si accompagnerà anche quella di tipo generazionale, facendo incontrare e scontrare persone dai tre anni in su, unite dal divertimento, con attività che rendono uguali. Un aspetto non meno importante riguarda qualcosa di profondamente ingiusto, ossia l’impossibilità per alcune persone di praticare sport a causa di barriere fisiche, architettoniche, in impianti sportivi non accessibili. Anche da questo punto di vista sarebbe bene aprire un primo tavolo di dialogo in un’area che ha in mente di costruire strutture per la ricezione di sportivi. L’inclusione delle persone con disabilità nello sport, infine, sarebbe impensabile senza monitori appositamente istruiti e programmi di formazione adeguati. A questo proposito, le associazioni attive nel campo dello sport per disabili hanno da dire la loro e sarà interessante sentire le loro esperienze con la volontà di capire come possiamo migliorare la cooperazione utilizzando i cosiddetti approcci inclusivi».
L’evento è patrocinato da Regione Lombardia, Comitato Italiano Paralimpico, Coni Comitato Regione Lombardia, Federazione Italiana Rafting e dal Comune di Luino.
Per approfondimenti:
sito: www.sport-senza-barriere.com
m.massarenti@unimpresa.it
cellulare: 3405225354

Impianti sportivi in Lombardia, 8 milioni per realizzarli o riqualificarli

Otto milioni di euro per la realizzazione o riqualificazione degli impianti sportivi nei comuni lombardi. Questa la dotazione del bando presentato in 27 luglio in Camera di Commercio di Varese dall'assessore regionale allo Sport e giovani, Martina Cambiaghi nel primo di una serie di appuntamenti nelle province lombarde.
OCCASIONE PER LE AMMINISTRAZIONI - «Abbiamo deciso di venire incontro ai Comuni lombardi con un bando - dice Cambiaghi -, rispondendo a una precisa richiesta arrivata da tante realtà del territorio. Si tratta di un'importante occasione, un'opportunità d'oro, per tutte le amministrazioni locali». Servirà per riqualificare 16 mila impianti sportivi lombardi, per metterli a norma e in sicurezza e abbattere le barriere architettoniche, renderli più efficienti dal punto di vista energetico. Possono rientrare nel bando anche interventi su spogliatoi, tribune e spazi accessori per le aree verdi.
CONTRIBUTI FINO AL 50% - L'agevolazione consiste nella concessione di contributi a fondo perduto in conto capitale, fino al 50% delle spese ammissibili, per lavori che devono essere avviati entro il 30 ottobre dell'anno prossimo. devono andare da una soglia di almeno 100mila euro, nel caso di interventi di miglioramento e riqualificazione degli spazi per i servizi di supporto all’attività sportiva, a una di almeno 250mila euro, nel caso della realizzazione di nuovi impianti.

Ottant'anni dell’Hockey Club Ambrì Piotta, serata speciale RSI

Per celebrare gli ottanta anni dell'Hockey Club Ambrì Piotta la Radiotelevisione Svizzera ha messo in cantiere per venerdì 1° settembre su LA 1 (alle ore 21.10) una serata speciale interamente dedicata alla storia della squadra leventinese. La diretta di oltre tre ore proporrà documenti d’archivio, interviste ai protagonisti di ieri e di oggi e molte sorprese.
Ottanta anche gli ospiti in studio tra leggende del club, volti noti e meno noti, ex giocatori, dirigenti e tifosi eccellenti, chiamati a ricordare ed aggiornare il lungo percorso sportivo, ma anche il rapporto affettivo che fa dell’Ambrì Piotta un unicum nel panorama svizzero. Conducono in studio Enrico Carpani e Valentina Formenti.
Replica su LA 2 sabato 2 settembre, ore 11.55. 

Catamarani estremi, weekend spumeggiante a Lugano

Il terzo round della XCAT World Series sta per animare le tranquille acque del lago Ceresio
dalla locandina

Da venerdì 3 giugno quattordici multiscafi con motori Mercury Racing da 800HP e 200 Km/h di velocità massima (XCAT sta infatti per eXtreme CATamaran Catamarani estremi) si sfideranno nuovamente su un circuito di 7,78 Km posto di fronte alla città di Lugano dopo la seconda tappa della serie che si è svolta nel mese di aprile nelle acque di Dubai (EAU).
Sfida letteralmente spumeggiante tra i vincitori delle gare precedenti di Fujairah e Dubai, Nadir bin Hendi e Arif Al Zaffain, del Victory Team emiratino, e la coppia svedese formata da Miakel Bengtsson e Erik Starh che insegue in classifica generale tenendo alti i colori della Swecat Racing.
Ma anche gli altri equipaggi, tra cui gli Italiani Amato e Testa di Carpisa-Yamamay in quinta posizione generale, non saranno da meno. Ci si aspettano medie sul giro elevate e altissime velocità di punta poiché il lago garantisce un moto ondoso ridotto rispetto agli specchi d'acqua marini delle precedenti tappe. Lo spettacolo di queste barche sgargianti e velocissime sarà sicuramenteestremo.

Le qualifiche si svolgeranno sabato 4 dalle 10.30, la gara si terrà domenica 5 a partire dalle 15.30.
Nel corso del weekend si terrà a Lugano anche un’altra manifestazione legata al mondo della nautica: la terza edizione del Nassa Boat Show. Per quattro giorni Via Nassa, la via dello shopping per eccellenza di Lugano si trasformerà in una passerella di imbarcazioni. Dai pescherecci agli yacht, dai gommoni ai motoscafi storici: tantissime tipologie di barche si metteranno in mostra lungo la via che fu dei pescatori e che riscoprirà per qualche giorno la sua antica vocazione.
Si raccomanda di prestare attenzione a circolazione e parcheggi che saranno condizionati dall'evento. Informazioni aggiuntive sono disponibili seguendo questi link:
http://www.xcatlugano.ch/
http://nassaboatshow.ch
http://xcatracing.com
Daniele Cazzaniga

Calcio, nasce il Luino FBC 1910 Ladies 

Parco Margorabbia

Fiocco rosa anche nel calcio luinese. È nato il Luino FBC 1910 Ladies e il Parco del Margorabbia apre il campo alle ragazze.
A intraprendere la nuova avventura è il presidente Donato Columpsi, che ha già trovato sponsor, staff tecnico e medico. Al suo fianco schierati l’amministrazione comunale e il Luino–Maccagno Fbc. La presentazione ufficiale della squadra è prevista per il 24 settembre nella cornice della Festa dello Sport. In quella occasione si conosceranno da vicino le ragazze della squadra e i loro sostenitori.
«Dopo cent'anni, Luino ha finalmente una squadra femminile di calcio» ha dichiarato il sindaco Andrea Pellicini. «Il nostro complesso sportivo del Parco del Margorabbia sarà ancora più bello con la presenza costante delle ragazze del Luino FBC 1910 Ladies. Sarò certamente tra i primi tifosi».
Il progetto sarebbe partito dalle polemiche del presidente della Lega nazionale dilettanti contro il mondo del calcio femminile. La dirigenza della squadra luinese ha deciso di recepire le direttive Uefa e ha aperto una squadra a sette che sarà interamente composta da ragazze. 

Federico Morlacchi, Collare d’oro Coni

Morlacchi, foto Michelangelo Gratton;www.abilitychannel.org

Altro prestigioso riconoscimento per Federico Morlacchi. A Roma, lunedì 19 dicembre, il pluricampione paralimpico luinese è stato insignito nel salone d'onore del Coni della massima onorificenza dello sport italiano.
A consegnargli il Collare d'Oro 2016 è stato il neoministro dello sport, Luca Lotti, insieme con i presidenti del Coni, Giovanni Malagò, e quello del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.
Durante la cerimonia sono stati premiati nove atleti e sei tecnici paralimpici. Hanno ricevuto il Collare d'Oro gli atleti Federico Bocciardo e Federico Morlacchi (nuoto), Alex Zanardi, Vittorio Podestà, Luca Mazzone e Paolo Cecchetto (handbike), Assunta Legnante e Martina Caironi (atletica) e Bebe Vio (scherma). Agli allenatori Massimiliano Tosin e a Luca Puce invece è stato assegnato il premio della Palma d'Oro.
(Foto a cura di: Michelangelo Gratton; www.abilitychannel.org). 

Santa Caterina Valfurva, torna il mondiale di sci d’erba

Il 24 e 25 agosto due gare sulla pista Cevedale
Coppa del mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

In Valtellina ritorna la Coppa del Mondo di sci d'erba. A Santa Caterina Valfurva, per il secondo anno consecutivo, saranno disputate due gare iridate di sci d'erba giovedì 24 e venerdì 25 agosto 2017.
La pista Cevedale, in località La Fonte, teatro nel 1985 dei Campionati del mondo di sci alpino, sarà il palcoscenico di quattro manche di slalom sprint. Il pubblico potrà gratuitamente assistere alle competizioni dei migliori atleti maschili e femminili della specialità.
Programma: giovedì 24 agosto, ore 10:15, partenza 1ª e 2ª manche; ore 15:45 partenza 3ª e 4ª manche. Venerdì 25 agosto: ore 9:45 partenza 1ª e 2ª manche; ore 12:30 partenza 3ª e 4ª manche. Informazioni: Consorzio Tourisport Santa Caterina Valfurva (tel. +39.0342.935544). 

Sesto Calende, rilancio del Circolo Sestese Canoa Kayak

Per la riqualificazione disponibile uno stanziamento regionale di 2,5 milioni di euro

A Sesto Calende (Varese) il Circolo Canoa Kayak può contare su un rilancio della sua vocazione di turismo sportivo. Il 17 luglio 2017 la giunta regionale della Lombardia ha stanziato 2,5 milioni di euro a sostegno del nuovo Accordo di programma, che integra il precedente e va incontro ad alcune criticità emerse.
Il circolo Sestese è, come ha dichiarato l’assessore lombardo allo sport Antonio Rossi, «una società di rilievo nazionale e internazionale che merita una sistemazione più consona per le attrezzature e le imbarcazioni».
La riqualificazione dell’impianto prevede, innanzi tutto, la demolizione dell'edificio della Marna e sua successiva ricostruzione come sala civica polivalente, delocalizzandolo sul sedime di piazzale Rovelli e dei giardini pubblici di via Remo Barbieri. Al piano inferiore sarà realizzato un nuovo parcheggio ampliato, riprogettato e potenziato, mentre l'attuale bar Moderno sarà demolito.
Nell'area oggi occupata dalla Marna e dal bar Moderno sorgerà poi la nuova sede del Circolo sestese Canoa Kayak e nell'area urbana troveranno collocazione spiaggia, parco giochi e nuova piazza. Concluderà l’operazione una nuova pista ciclabile, che unirà il centro con il quartiere Sant'Anna. 

Somma Lombardo, a Volandia anche il Dc 9 Mundialcalcio

S’arricchisce sempre di più il Parco e Museo del volo di Somma Lombardo (Varese). Il 17 marzo il presidente di Alitalia, Luca Cordero di Montezemolo, ha comunicato di avere scelto di mantenere intatto il Dc 9 sul quale volò la nazionale di calcio italiana vittoriosa ai campionati mondiali del 1982. L’aereo sarà ceduto al museo di Volandia.
Soddisfatto della decisione il presidente di Volandia Marco Reguzzoni, che vede accolta la sua proposta, rilanciata e sostenuta dall’intero territorio. «Siamo orgogliosi di poter ospitare l’aereo di Pertini e dei Campioni del Mondo dell’82».

Incidenti in montagna, escursionismo e sci in pista le prime cause

Nuova convenzione tra Regione Lombardia e Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico - Nel 2019-21 contributo complessivo di 150.000 euro per servizi di soccorso elicotteristici aggiuntivi e 33 apparecchi radio
soccorso alpino

Cadute (37%), malori (12,7%), ma anche perdita di orientamento (7,8%), ecco le principali cause degli incidenti in montagna o in altro ambiente impervio in Lombardia. Età delle persone soccorse, prevalentemente compresa tra i 40 e i 60 anni (28% circa), ma sempre alto anche il numero dei non più giovani (28%). Tra gli sciatori, si registrano più infortuni tra i giovanissimi.
Sono alcuni dati emergenti dalle rilevazioni del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico lombardo (Cnsas) e dal censimento annuale effettuato da Regione Lombardia in collaborazione con le Comunità Montane e i gestori delle piste.
Per migliorare efficienza e sicurezza negli interventi, una nuova convenzione riconosce al Cnsas un contributo regionale di 150.000 euro complessivi nel triennio 2019-2021. Al fine di ridurre i tempi di intervento e aumentare la sicurezza degli operatori, il Cnsas potrà reperire sul mercato servizi elicotteristici al di fuori della convenzione con l'Agenzia regionale di emergenza urgenza (Areu) e al di fuori delle attività convenzionate.
Lo schema, firmato il 25 luglio 2019 dall'assessore regionale Pietro Foroni e dal presidente di Cnsas Lombardia Gianfranco Comi, prevede inoltre che Regione Lombardia fornisca in comodato d'uso al Cnsas 33 apparecchi radio portatili (uno per ogni stazione) per migliorare l'integrazione tra i rispettivi sistemi di radiocomunicazione. 

ESCURSIONISMO E SCI IN PISTA
Il Cnsas lombardo fa parte delle strutture operative del Servizio nazionale di protezione civile e dispone di un'ampia base di volontari qualificati, di tecnici e di figure professionali specialistiche addestrate alla movimentazione e al soccorso in ambiente montano, ipogeo e ostile. Nel 2018, in controtendenza con i dati nazionali (da cui si evince il più alto numero di missioni nella storia del Soccorso alpino, 9.554), ha registrato un lieve calo nel numero di eventi, ossia 1233 rispetto ai 1270 del 2017. In particolare, su 1273 persone soccorse, 483 - ossia meno del 30% - sono risultate illese, 60 decedute e 15 disperse.
Le principali cause degli incidenti in montagna o in altro ambiente impervio (secondo i dati del Cnsas) sono le cadute (37%), i malori (12,7%), ma anche la perdita di orientamento (7,8%). Le attività invece praticate al momento dell'infortunio e della conseguente richiesta di soccorso sono in linea con le tendenze nazionali. Per il 36,5% le chiamate riguardano l'escursionismo, per il 12,4% lo sci alpino in pista, per il 5,9% l'alpinismo, per il 5,5% la mountain bike e per il 4,9% la ricerca dei funghi.
ETÀ
L'età delle persone soccorse è prevalentemente compresa tra i 40 e i 60 anni (28% circa), ma è ancora alto anche il numero dei non più giovani soccorsi (28%).
Anche dal censimento annuale, effettuato da Regione Lombardia in collaborazione con le Comunità montane e con i gestori delle piste, emerge una diminuzione media degli infortuni del 9% nei diversi comprensori sciistici lombardi nell'ultimo anno. La causa degli infortuni sciistici risulta quasi sempre accidentale (79%), tranne nel caso di scontri con altri sciatori (circa il 7%). La maggior parte degli infortuni riguarda uomini (nel 58% dei casi) e avviene in piste di media difficoltà ('rosse' per il 65% dei casi), solo una minima parte sulle facili ('blu', il 20%) e sulle più difficili ('nere', il 15%). L'età prevalente delle persone coinvolte in incidenti sciistici sulle piste da sci lombarde va dagli 11 ai 20 anni. 

Condividi contenuti