Edizione n.40 di mercoledì 18 ottobre 2017

Sport

Ottant'anni dell’Hockey Club Ambrì Piotta, serata speciale RSI

Per celebrare gli ottanta anni dell'Hockey Club Ambrì Piotta la Radiotelevisione Svizzera ha messo in cantiere per venerdì 1° settembre su LA 1 (alle ore 21.10) una serata speciale interamente dedicata alla storia della squadra leventinese. La diretta di oltre tre ore proporrà documenti d’archivio, interviste ai protagonisti di ieri e di oggi e molte sorprese.
Ottanta anche gli ospiti in studio tra leggende del club, volti noti e meno noti, ex giocatori, dirigenti e tifosi eccellenti, chiamati a ricordare ed aggiornare il lungo percorso sportivo, ma anche il rapporto affettivo che fa dell’Ambrì Piotta un unicum nel panorama svizzero. Conducono in studio Enrico Carpani e Valentina Formenti.
Replica su LA 2 sabato 2 settembre, ore 11.55. 

Catamarani estremi, weekend spumeggiante a Lugano

Il terzo round della XCAT World Series sta per animare le tranquille acque del lago Ceresio
dalla locandina

Da venerdì 3 giugno quattordici multiscafi con motori Mercury Racing da 800HP e 200 Km/h di velocità massima (XCAT sta infatti per eXtreme CATamaran Catamarani estremi) si sfideranno nuovamente su un circuito di 7,78 Km posto di fronte alla città di Lugano dopo la seconda tappa della serie che si è svolta nel mese di aprile nelle acque di Dubai (EAU).
Sfida letteralmente spumeggiante tra i vincitori delle gare precedenti di Fujairah e Dubai, Nadir bin Hendi e Arif Al Zaffain, del Victory Team emiratino, e la coppia svedese formata da Miakel Bengtsson e Erik Starh che insegue in classifica generale tenendo alti i colori della Swecat Racing.
Ma anche gli altri equipaggi, tra cui gli Italiani Amato e Testa di Carpisa-Yamamay in quinta posizione generale, non saranno da meno. Ci si aspettano medie sul giro elevate e altissime velocità di punta poiché il lago garantisce un moto ondoso ridotto rispetto agli specchi d'acqua marini delle precedenti tappe. Lo spettacolo di queste barche sgargianti e velocissime sarà sicuramenteestremo.

Le qualifiche si svolgeranno sabato 4 dalle 10.30, la gara si terrà domenica 5 a partire dalle 15.30.
Nel corso del weekend si terrà a Lugano anche un’altra manifestazione legata al mondo della nautica: la terza edizione del Nassa Boat Show. Per quattro giorni Via Nassa, la via dello shopping per eccellenza di Lugano si trasformerà in una passerella di imbarcazioni. Dai pescherecci agli yacht, dai gommoni ai motoscafi storici: tantissime tipologie di barche si metteranno in mostra lungo la via che fu dei pescatori e che riscoprirà per qualche giorno la sua antica vocazione.
Si raccomanda di prestare attenzione a circolazione e parcheggi che saranno condizionati dall'evento. Informazioni aggiuntive sono disponibili seguendo questi link:
http://www.xcatlugano.ch/
http://nassaboatshow.ch
http://xcatracing.com
Daniele Cazzaniga

Calcio, nasce il Luino FBC 1910 Ladies 

Parco Margorabbia

Fiocco rosa anche nel calcio luinese. È nato il Luino FBC 1910 Ladies e il Parco del Margorabbia apre il campo alle ragazze.
A intraprendere la nuova avventura è il presidente Donato Columpsi, che ha già trovato sponsor, staff tecnico e medico. Al suo fianco schierati l’amministrazione comunale e il Luino–Maccagno Fbc. La presentazione ufficiale della squadra è prevista per il 24 settembre nella cornice della Festa dello Sport. In quella occasione si conosceranno da vicino le ragazze della squadra e i loro sostenitori.
«Dopo cent'anni, Luino ha finalmente una squadra femminile di calcio» ha dichiarato il sindaco Andrea Pellicini. «Il nostro complesso sportivo del Parco del Margorabbia sarà ancora più bello con la presenza costante delle ragazze del Luino FBC 1910 Ladies. Sarò certamente tra i primi tifosi».
Il progetto sarebbe partito dalle polemiche del presidente della Lega nazionale dilettanti contro il mondo del calcio femminile. La dirigenza della squadra luinese ha deciso di recepire le direttive Uefa e ha aperto una squadra a sette che sarà interamente composta da ragazze. 

Federico Morlacchi, Collare d’oro Coni

Morlacchi, foto Michelangelo Gratton;www.abilitychannel.org

Altro prestigioso riconoscimento per Federico Morlacchi. A Roma, lunedì 19 dicembre, il pluricampione paralimpico luinese è stato insignito nel salone d'onore del Coni della massima onorificenza dello sport italiano.
A consegnargli il Collare d'Oro 2016 è stato il neoministro dello sport, Luca Lotti, insieme con i presidenti del Coni, Giovanni Malagò, e quello del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.
Durante la cerimonia sono stati premiati nove atleti e sei tecnici paralimpici. Hanno ricevuto il Collare d'Oro gli atleti Federico Bocciardo e Federico Morlacchi (nuoto), Alex Zanardi, Vittorio Podestà, Luca Mazzone e Paolo Cecchetto (handbike), Assunta Legnante e Martina Caironi (atletica) e Bebe Vio (scherma). Agli allenatori Massimiliano Tosin e a Luca Puce invece è stato assegnato il premio della Palma d'Oro.
(Foto a cura di: Michelangelo Gratton; www.abilitychannel.org). 

Santa Caterina Valfurva, torna il mondiale di sci d’erba

Il 24 e 25 agosto due gare sulla pista Cevedale
Coppa del mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

In Valtellina ritorna la Coppa del Mondo di sci d'erba. A Santa Caterina Valfurva, per il secondo anno consecutivo, saranno disputate due gare iridate di sci d'erba giovedì 24 e venerdì 25 agosto 2017.
La pista Cevedale, in località La Fonte, teatro nel 1985 dei Campionati del mondo di sci alpino, sarà il palcoscenico di quattro manche di slalom sprint. Il pubblico potrà gratuitamente assistere alle competizioni dei migliori atleti maschili e femminili della specialità.
Programma: giovedì 24 agosto, ore 10:15, partenza 1ª e 2ª manche; ore 15:45 partenza 3ª e 4ª manche. Venerdì 25 agosto: ore 9:45 partenza 1ª e 2ª manche; ore 12:30 partenza 3ª e 4ª manche. Informazioni: Consorzio Tourisport Santa Caterina Valfurva (tel. +39.0342.935544). 

Varese, in Provincia cerimonia per i campioni Polha dopo gli Europei in Portogallo

Premiati Federico Morlacchi, Arianna Talamona e Alessia Berra
foto di gruppo

Martedì 31 maggio i campioni della Polha Varese sono stati premiati dal presidente della Provincia Gunnar Vincenzi per i successi conquistati ai Campionati Europei di nuoto, svoltisi a Funchal, in Portogallo, a inizio mese. Erano presenti in Villa Recalcati di Varese Federico Morlacchi, Arianna Talamona e Alessia Berra, accompagnati dal loro allenatore Massimiliano Tosin e dal presidente della Polha Daniela Colonna Preti.
Vincenzi e il consigliere provinciale Bertocchi hanno premiato i tre atleti, l’allenatore e il presidente della Polha con una targa in onore alle medaglie conquistate e come riconoscimento del grande lavoro svolto dal tecnico e dalla società Polha.
Da parte di Vincenzi non sono mancate considerazioni connesse a politica e suoi risvolti. «Federico, Arianna e Alessia - ha detto - sono l’esempio del grande lavoro che la Polha porta avanti da moltissimi anni. Tutta la nostra provincia deve essere orgogliosa di avere una società come la Polha fatta da persone che mettono nel loro lavoro impegno, passione e professionalità e, grazie anche ai ragazzi, ottenuto grandi successi. Il premio che oggi consegniamo è il massimo che in questo momento la Provincia può fare per dimostrare la vicinanza a una società eccellente come la Polha. Stiamo infatti attraversando un momento di grande cambiamento e, lo dico con rabbia e rammarico, non è possibile sostenere il grande lavoro in altro modo. Mi auguro che una volta concluso questo processo di cambiamento istituzionale, avendo maggiori certezze sulle competenza, si possano riattivare tutta una serie di iniziative».
Daniela Colonna Preti nel suo intervento ha ricordato che «la Polha sta portando avanti un progetto molto bello, che ci permette di far allenare i ragazzi a Milano, dove studiano e dove possono scendere in vasca anche con atleti provenienti da altre regioni d’Italia. Il tutto a favore di un’integrazione sempre maggiore».

Canottieri Luino, in acqua dal 1888

Ricostruita in un libro la storia del sodalizio remiero

Un manto di venti centimetri di neve ha circondato ma non ostacolato, sabato 21 febbraio, la serata della Canottieri Luino a Lavena Ponte Tresa nella sala polivalente di un supermercato.
All’annuale appuntamento del sodalizio remiero il presidente Luigi Manzo ha accolto, tra i numerosi invitati, i sindaci di Lavena Ponte Tresa, Pietro Roncoroni, e di Luino, Andrea Pellicini, il presidente del Comitato regionale Fic Giorgio Bianchi, una delegazione della Canottieri Varese e personaggi della storia remiera verbanese, come Vittorio Bolis.
Gli argomenti hanno spaziato dal restauro delle sedi remiere a Lavena e Luino ai risultati del 2014 fino ai programmi 2015 e alle premiazioni dei giovani atleti. Indiscusso “ospite d’onore” è stato tuttavia il libro sui 125 anni della Canottieri Luino “125 anni…una storia” curato da Maurizio Miozzi. Tra i documenti riprodotti vi compare un articolo tratto da Il Corriere del Verbano del gennaio 1889 con una dettagliata descrizione della nascita della società.
Atto di nascita dell’associazione è lo “Statuto della Società Canottieri Luino”, un libricino datato 1888 e stampato dalla Tipografia di Antonio Bolognini Pusterla. 

Tre Valli Varesine, traguardo a Luino dopo 60 anni e tripla premiazione

Sabato 18 agosto la Tre Valli Varesine tornerà a concludersi a Luino dopo sessant’anni. Era il 1952 quando a sfrecciare per primo sul traguardo, dopo 232 chilometri di gara, fu Giuseppe Minardi davanti ad Alfredo Martini.
La 92esima classica del ciclismo internazionale, promossa dalla Società Ciclistica Alfredo Binda in collaborazione con il Comitato italo-elvetico luinese, vedrà sedici squadre partire da Campione d’Italia e tagliare il traguardo sul lungolago della città di Piero Chiara. I 126 corridori percorreranno 198 chilometri toccando le tre valli Valceresio, Valganna e Valcuvia.
Nella parte centrale la carovana effettuerà il circuito di Varese con traguardo volante davanti al palazzo comunale e successivamente affronterà la salita dell'Alpe Tedesco, dove è posto il gran premio della montagna al chilometro 103. A Luino, dopo un circuito di quattro giri con alcune difficoltà altimetriche, la gara si concluderà con una tripla premiazione: quella del vincitore della Tre Valli, del primo classificato nel Trittico Regione Lombardia (Coppa Bernocchi a Legnano il 16 agosto; Coppa Agostoni a Lissone il 17 agosto; Tre Valli Varesine a Luino il 18 agosto) e - novità del 2012 - del primo classificato nel Trofeo Regio Insubrica. Quest’ultimo premio sarà assegnato dal presidente della Regio Insubrica Normam Gobbi al corridore che avrà ottenuto il miglior punteggio di merito nel Gran Premio di Lugano del 26 febbraio 2012 e nella Tre Valli Varesine del 18 agosto.
In fase di avvicinamento alla corsa gli organizzatori hanno programmato a Luino una pedalata notturna di giovani e meno giovani nella serata di giovedì 16. 

La Canottieri Luino saluta la squadra olimpica di canottaggio

La nazionale italiana di canottaggio ha scelto Varese per i saluti ufficiali in vista della partenza per le Olimpiadi di Londra 2012. Alla cerimonia, tenutasi venerdì 20 luglio a Villa Recalcati, ha partecipato, oltre ad esponenti istituzionali e sportive, anche una rappresentanza della Canottieri Luino.
Gli atleti luinesi hanno augurato un “in bocca al lupo” alla stelle del remo nazionale. L’incontro ha permesso alle giovani promesse giallo-blu di avvicinare molti dei loro idoli e di condividere con loro il sogno di conseguire un giorno traguardi del loro livello. (Vedere anche in Prima Pagina),

Sesto Calende, rilancio del Circolo Sestese Canoa Kayak

Per la riqualificazione disponibile uno stanziamento regionale di 2,5 milioni di euro

A Sesto Calende (Varese) il Circolo Canoa Kayak può contare su un rilancio della sua vocazione di turismo sportivo. Il 17 luglio 2017 la giunta regionale della Lombardia ha stanziato 2,5 milioni di euro a sostegno del nuovo Accordo di programma, che integra il precedente e va incontro ad alcune criticità emerse.
Il circolo Sestese è, come ha dichiarato l’assessore lombardo allo sport Antonio Rossi, «una società di rilievo nazionale e internazionale che merita una sistemazione più consona per le attrezzature e le imbarcazioni».
La riqualificazione dell’impianto prevede, innanzi tutto, la demolizione dell'edificio della Marna e sua successiva ricostruzione come sala civica polivalente, delocalizzandolo sul sedime di piazzale Rovelli e dei giardini pubblici di via Remo Barbieri. Al piano inferiore sarà realizzato un nuovo parcheggio ampliato, riprogettato e potenziato, mentre l'attuale bar Moderno sarà demolito.
Nell'area oggi occupata dalla Marna e dal bar Moderno sorgerà poi la nuova sede del Circolo sestese Canoa Kayak e nell'area urbana troveranno collocazione spiaggia, parco giochi e nuova piazza. Concluderà l’operazione una nuova pista ciclabile, che unirà il centro con il quartiere Sant'Anna. 

Condividi contenuti