Edizione n. 2 di mercoledì 22 gennaio 2020

Lombardia Piemonte Svizzera

Pallanza - Museo del Paesaggio, scultura e pittura “Nei labirinti dell'anima russa”

locandina

Venerdì 24 gennaio, alle 18, il Museo del Paesaggio inaugurerà nella storica sede di Palazzo Viani Dugnani (via Ruga 44, Pallanza) "Nei labirinti dell'anima russa". In mostra (dal 25 gennaio all’1 marzo 2020) le opere di artisti contemporanei russi in dialogo con i lavori dello scultore e pittore di origine russa Paolo Troubetzkoy (Verbania, 1866-1938). In particolare saranno allestiti lavori di Andrey Krivolapov, scultore specializzato in vetro antico e professore dell'Accademia di Belle Arti di Mosca; Daria Surovtseva, scultrice e grafica specializzata in scultura astratta in porcellana che, attualmente, lavora a Parigi; Marina Kapilova, scultrice, grafica e disegnatrice di gioielli d’autore di Minsk, e Vasilisa Postnikova art director di StresArt che si occupa della lavorazione di vetro artistico nel suo grande laboratorio di Mosca. Tra le sue opere progetti d'importanza quali la ristrutturazione di trentadue vetrate nella storica stazione metropolitana di Mosca Novoslobodskaya e il Teatro di Mosca Oleg Tabakov.
La mostra è organizzata da società StresArt (direttore Aleksander Rozhdestvensky, direttore artistico Vasilisa Postnikova) e è curata dall’architetto Yulia Pyanzina.
Una seconda sezione dell’esposizione si svilupperà inoltre negli spazi di Casa Ceretti, in via Roma 42 a Intra, dal 14 febbraio all’1 marzo 2020. I visitatori potranno qui conoscere i lavori dei pittori Nikolai Postnikov, uno dei più brillanti rappresentanti della tarda avanguardia sovietica; Olga Petrovskaya-Petovradzi, pittrice di Mosca specializzata in olio su tela (fonte principale della sua ricerca il sole del sud e i colori vivaci della natura subtropicale e tropicale, ma anche temi simbolici e decorativi), e infine la famiglia Zhukova, A comporla due giovani artiste, Angelina ed Ekaterina Zhukova, e la madre Olga Zhukova che esporrenno dipinti realizzati con la tecnica del batik d'autore su seta con elementi di ricamo.
Orari, venerdì 14-17, sabato e domenica 11-17. Ingresso: 5 euro intero, 3 ridotto (il biglietto di ingresso al museo permette di visitare la mostra “Nei labirinti dell’anima russa”, la Pinacoteca e la Gipsoteca Troubetzkoy). Info segreteria@museodelpaesaggio.it / 0323-557116 www.mudeodelpaesaggio.it

Giornata della Memoria, l’11 febbraio la senatrice Segre a Mlano

Tra le molte celebrazioni in occasione della Giornata della memoria per ricordare le vittime della Shoah anche alcune iniziative del Consiglio regionale lombardo che culmineranno con l’intervento di Liliana Segre, l’11 febbraio, nell’Aula di Palazzo Pirelli a Milano.
Martedì 21 gennaio, allo Spazio eventi, è stata inaugurata la mostra promossa dal Consiglio regionale in collaborazione con il Museo della Brigata Ebraica e l’Associazione Figli della Shoah. A ripercorrere le tappe che portarono gli ebrei italiani prima alla discriminazione ed esclusione e poi alla persecuzione e deportazione, manifesti, quotidiani, fotografie, francobolli, lettere e cartoline postali appartenenti al collezionista milanese Gianfranco Moscati. Titolo dell'esposizione, “Gli ebrei sotto il Regno sabaudo”, a cura dell’Associazione Figli della Shoah. “La Brigata Ebraica nella guerra di liberazione dell’Italia” curata dal Museo della Brigata Ebraica propone manifesti, divise e oggettistica originali che raccontano la nascita e la storia degli oltre 5mila ebrei provenienti da tutto il mondo, che combatterono uniti sul fronte italiano sotto il vessillo a cinque punte. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 14 febbraio con ingresso libero lun-gio 9.30/13 e 14.15/17 il ven 9.30/12.30.
Domenica 26 gennaio, al Belvedere Jannacci sono in programma due concerti con unico filo conduttore la musica Klezmer, il genere musicale tradizionale delle comunità ebraiche dell’Europa orientale diffuso in tutto il mondo a seguito delle migrazioni dei gruppi originari, soprattutto durante la Seconda guerra mondiale per sfuggire alle persecuzioni razziali. Si inizierà alle 15.30 con “Terrazzo musicale” e gli “Archeoensemble” che si esibiranno combinando l’esecuzione di brani musicali, dal Klezmer a composizioni tratte da film, con letture e riflessioni sul passato e uno sguardo all’uomo contemporaneo (ingresso libero a partire dalle 15). Alle 18.15 i “Boz Trio+” leggeranno frasi di Liliana Segre tratte dai suoi libri per riflettere sul pregiudizio nell’epoca digitalizzata. L’abbinamento tra letture e brani musicali segue un percorso emotivo per raccontare la vita nello shtetl, ovvero la cittadina ebraica est-europea, e dei personaggi che l’animavano (entrata su prenotazione sul sito www.consiglio.regione.lombardia.it).
Lunedì 27 gennaio, nella giornata organizzata da Comitato Permanente Antifascista, Comunità Ebraica di Milano, Fondazione Memoriale della Shoah, Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (Cdec) e Comune di Milano, cerimonia di deposizione delle corone alle 9.30 presso l’ex Albergo Regina in via Silvio Pellico 7 con ANPI, ANED e con la Comunità ebraica. Sempre il 27 gennaio, a Palazzo Pirelli, verranno esposte le bandiere a mezz’asta.
Martedì 11 febbraio, alle 12, la senatrice a vita Liliana Segre, sopravissuta ad Auschwitz, sarà in consiglio regionale portando la propria testimonianza. 

AgriMercati, arrivano le specialità della stagione fredda

A Varese e Induno Olona riaperti i farmer’s market di Campagna Amica

Con la fine delle lunghe feste natalizie, in provincia di Varese tornano a pieno regime gli appuntamenti con i Mercati di Campagna Amica. Dai kiwi a biete e spinaci, a cotechini e sanguinacci, sui banchi dei farmer’s market arrivano le specialità della stagione fredda.
A Varese i mercatini settimanali sono due: uno nella centralissima piazza Giovine Italia, ogni giovedì mattina (a gennaio 2020 appuntamenti il 16, 23 e 30 gennaio); il secondo nel piazzale dello stadio di Masnago, ogni venerdì mattina (a gennaio il 17, 24 e 31). A Induno Olona l’AgriMercato si svolge ogni primo, terzo, quarto e quinto sabato del mese nel rione San Cassano (appuntamenti il 18 e 25 gennaio).
La gamma dei prodotti invernali spazia da kiwi, mele, pere, aglio, biete a spinaci, broccoli, cavolo, da carote, patate e cipolle a cavoli, finocchi, radicchio e ravanelli. Non solo. Sempre presenti sono yogurt e formaggi e le specialità d’alpeggio. L’inizio di gennaio segnava, dai tempi più remoti, il momento in cui si uccideva il maiale, destinato a nutrire per l’intero anno la famiglia rurale.
Ai giorni nostri la tradizione norcina vede un successo di salami, sanguinacci e cotechini da servire a tavola caldi, magari sul carrello dei bolliti lombardi. «La rete di Campagna Amica - commenta Fernando Fiori, presidente di Coldiretti Varese - garantisce una filiera agricola controllata e certificata. Gli stessi agricoltori ci mettono la faccia e creano un rapporto di fiducia con la loro clientela rispettando regole fondamentali come la presenza di produzione propria e la disponibilità a fornire al consumatore tutte le informazioni utili su ciò che mettono in vendita». 

Ambulanza del Vergante, corso per volontari socio sanitari

Nuovi volontari per svolgere servizi socio sanitari di accompagnamento a visite o a terapie, a dialisi con ambulanze o pulmini anche attrezzati per il trasporto di persone disabili. Li cerca la Pubblica Assistenza Anpas Ambulanza del Vergante di Nebbiuno che per informare gli interessati venerdì 31 gennaio presenterà il corso gratuito che abilita a svolgere servizi di accompagnamento con relazione d’aiuto. Conosciuto con l’acronimo “Sara”, il corso inizierà il 3 febbraio e avrà durata di 44 ore. Nello stesso percorso formativo è prevista l’abilitazione all’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno in ambito extraospedaliero.  
Per “servizi di accompagnamento” si intendono i trasporti ordinari non di emergenza e i trasporti infermi, ossia svolti in ambulanza e no che prevedano di offrire assistenza sanitaria ma soprattutto relazionale di aiuto alla persona accompagnata. In questa tipologia rientrano il trasporto di dializzati, le dimissioni ospedaliere, l’accompagnamento di persone non autosufficienti a visite ambulatoriali. Alle ore 21, in sede dell’associazione via per Meina/Centro di Protezione Civile di Nebbiuno (Novara).
«I nostri servizi aumentano – dice il presidente Daniele Giaime -. Dal 2018 al 2019 abbiamo svolto mille servizi in più. Abbiamo davvero tanto bisogno di nuovi volontari che ci aiutino a far fronte alle continue richieste. Puntiamo molto sui volontari per il trasporto infermi non urgente».
Per informazioni e iscrizioni, Ambulanza del Vergante 348-0930102, segreteria@ambulanzavergante.com, www.ambulanzavergante.com. 

Fiat 600, tour da Varese al Centro Italia e ritorno

Fiat 600 a Cassino

Parte mercoledì 27 giugno da Villa Recalcati a Varese e vi ritornerà domenica 1° luglio dopo aver percorso circa 960 chilometri per il nord e centro Italia. È la prima “600 Miglia” organizzata dal 1° Club Nazionale Fiat 600 di Besozzo (Varese), un giro turistico non competitivo a bordo di Fiat 600 d'epoca.
Il sodalizio besozzese, guidato da Salvatore Torre, ha lanciato la nuova sfida dopo gli innumerevoli raduni organizzati su tutto il territorio nazionale e solitamente limitati a una giornata. Questa volta il tour durerà ben cinque giorni e una quindicina di equipaggi sfileranno lungo i centri storici e le piazze caratteristiche italiani.
Il 1°Club Nazionale Fiat 600 di Besozzo, fondato nel 1990 ad Angera, vanta attualmente circa 1500 soci, tutti possessori e appassionati di auto o moto d'epoca, ovvero che abbiano raggiunto almeno i 20 anni di immatricolazione. Itinerario: Lodi e poi Brescello (Reggio Emilia); Marzabotto (Bologna) e Montecatini Terme; Passo dell'Abetone e Castelvetro (Modena); Grazzano Visconti (Pc) e Varese.
Nell'immagine tratta dal sito del club www.clubnazionalefiat600.it  un momento del raduno di Cassino del 27 maggio 2012.

Defibrillatori, il salvavita entra negli impianti sportivi

In Lombardia ogni anno si registrano 1.400 arresti cardiaci

Ogni anno in Lombardia si registrano 1.400 arresti cardiaci, di cui circa la metà dovuta a patologie traumatiche o avvenute nelle strutture sanitarie. Questo dato del 118 basta da solo ad avvalorare la campagna regionale per la prevenzione degli arresti cardiaci avviata con il progetto “A prova di cuore”.
Gli obiettivi vanno dalla diffusione sempre più capillare dei dispositivi di rianimazione alla formazione di farmacisti e operatori fino alla sensibilizzazione dei giovani mediante spot e video anche su Youtube e Twitter. A regime, saranno circa 300 i defibrillatori semi-automatici sistemati sui mezzi di trasporto sanitario e circa 70 DAE quelli in prossimità di farmacie rurali.
Questi dati sono emersi il 22 maggio in Consiglio regionale dalla risposta dell'assessore Luciano Bresciani a un’interrogazione del consigliere Roberto Alboni (PdL). Attualmente sono complessivamente 461 i defibrillatori presenti in Lombardia, di cui 361 fissi e 50 mobili. Oltre 300 i defibrillatori installati su mezzi di trasporto e 70 presenti nelle farmacie. Inoltre 81 sono collocati in impianti sportivi, così ripartiti per provincia: Bergamo 6; Brescia 4; Como 11; Cremona 2; Lecco 1; Lodi 4; Mantova 0; Milano 29; Monza 11; Pavia 10; Sondrio 0; Varese 3. 

Boschi, quasi raddoppiate le foreste certificate

Negli ultimi anni in Lombardia sono passate da 39mila a 70.000 ettari – Per la filiera del legno in arrivo nuove risorse da bando per 18 milioni di euro
castagni

Gli incendi catastrofici in Amazzonia, California, Indonesia, Australia sono un allarme planetario sul futuro ambientale, ma qualche filo di speranza suscita la situazione in casa nostra. In Lombardia nell'ultimo anno i boschi con certificazione ambientale - riconosciuti cioè a livello internazionale come gestiti in modo sostenibile - sono quasi raddoppiati. Sono passati a coprire da 38.885 a 70.486 ettari, pari all'11% dei boschi lombardi contro una media nazionale del 9%.
L'incoraggiante notizia arriva dal tavolo regionale della filiera bosco-legno svoltosi il 3 dicembre 2019 a Palazzo Lombardia. Su ventiquattro consorzi sono nove quelli certificati, i quali detengono il 68,4% della superficie boscata complessivamente conferita. L’Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste accompagnerà gli altri consorzi, comunità montane e Comuni nel percorso di certificazione».
«Abbiamo i migliori trasformatori di legno al mondo e intendiamo dare valore ulteriore alla materia prima lombarda per sviluppare un'economia circolare sempre più sostenibile a livello ambientale, che limiti i trasporti su gomma e che sappia creare occupazione nelle zone di montagna» ha dichiarato l'assessore regionale Fabio Rolfi. «Vogliamo aumentare la consapevolezza della qualità del nostro legno per aumentare la redditività dei boschi e rendere la nostra materia prima ancora più interessante per l’industria».
Dopo la tempesta Vaia la Regione ha messo a disposizione oltre 15 milioni di euro ed effettuato tagli di sgombero in Lombardia su oltre 800 ettari di superficie. Altre risorse sono in arrivo da un bando da 18 milioni di euro per finanziare interventi volti a prevenire incendi e calamità naturali.

Locarno, dal lungolago prime partenze per il mare

In un servizio della Radiotelevisione della Svizzera Italiana i turisti pionieri dell’idrovia Lago Maggiore-Venezia
Lago Lugano, panorama, foto Daniele Cazzaiga

Sembra di assistere alle imprese dei pionieri dei primi voli aerei. Il progetto dell’Idrovia Locarno-Venezia esiste da tempo, ma acquista sempre più consistenza. Dall’inizio dell’estate il collegamento si è fatto notevolmente più concreto.
Sul lungolago di Locarno un gruppo di turisti acquista un biglietto per una destinazione finora straordinaria. Sono diretti in nave a Venezia e resteranno a bordo per ben nove giorni, senza fare un metro che non sia sull’acqua.
La particolare crociera viene raccontata dal giornalista Massimo Cappon nel servizio “Un biglietto per il mare” della rubrica settimanale Falò, in onda sul canale LA 1 (giovedì 17 agosto, ore 21.05; venerdì 18 agosto, ore 00.50; sabato 19 agosto, ore 12.45) e sul canale LA 2 (sabato 19 agosto, ore 00.40) della Radiotelevisione della Svizzera Italiana. Un viaggio alla scoperta delle meraviglie naturali del Ticino e del Po, ma anche delle attrazioni culturali e gastronomiche che punteggiano le loro sponde, da Milano a Pavia e poi giù verso Cremona, Ferrara e ovviamente Venezia.
Nella stessa edizione la nota rubrica televisiva rossocrociata trasmetterà un’inchiesta di Roberto von Flüe e Marco Dalla Fiore sulle “Acque sporche” nel lago Ceresio e, in genere, nei laghi e nei fiumi della Svizzera Italiana. 

Emergenza 118, in Piemonte trasmissione delle immagini dal luogo dell’intervento alla centrale operativa

È il primo servizio in Italia e può essere attivato dalla stessa persona che chiama dal luogo del soccorso

In Piemonte il Dipartimento regionale 118 si dota, primo in Italia, di uno straordinario mezzo di trasmissione immagini dal luogo del soccorso alla centrale operativa. Dal cellulare, il chiamante può entrare direttamente in contatto video con la centrale operativa e trasmettere il video del luogo dell’incidente. In questo modo l'operatore del 118 è in grado di valutare al meglio la situazione e dare - al chiamante o altri presenti sul posto - le corrette informazioni e procedure di primo soccorso.
La novità del progetto è stata illustrata all’aeroporto di Levaldigi, il 20 dicembre 2019, dal direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza 118 del Regione Piemonte, Mario Raviolo, durante la presentazione dei dati dell’attività del 2019. Presente l’assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi. «Oggi siamo ad una svolta epocale» ha tra l'altro rilevato Raviolo. «Le centrali operative e i cittadini comunicheranno non solo più tramite fonia ma anche attraverso lo scambio di chat e di immagini con l’utilizzo della tecnologia di uso comune come gli smartphone. Il servizio di emergenza 118 sarà così in grado di connettersi in tempo reale con il luogo dell’intervento o lo scenario incidentale per ottenere utilissima informazioni atte a ottimizzare i tempi e il tipo di risposta dei mezzi di soccorso territoriali o aerei».
Per l'assessore Icardi, «il Dipartimento ha saputo organizzarsi, ottimizzando le risorse e gestendo al meglio la complessità delle chiamate dal territorio. Molto importante è la dotazione tecnologica delle ambulanze, a cui si aggiunge quest’ultima possibilità di creare un collegamento visivo tra la centrale e il luogo dell’intervento, così come rimane fondamentale la professionalità e la formazione del personale addetto all’emergenza». 

Lombardia, 500.000 euro ai 1.600 vigili del fuoco volontari

Stabiliti i criteri di assegnazione del fondo a onlus e associazioni di promozione sociale

Sostegno regionale al lavoro dei 1600 vigili del fuoco volontari dislocati in oltre settanta distaccamenti della Lombardia. Il 2 ottobre 2017 Palazzo Lombardia ha fissato i criteri per l'assegnazione dei 500.000 euro previsti da una legge (la 11/2017).
SPESE AMMISSIBILI
La Regione Lombardia destinerà un contributo a fondo perduto pari al cento per cento delle spese ammissibili fino a un massimo di 10.000 euro per progetto. Sono riconosciute le spese per l'acquisto di radio portatili, motoseghe, termocamere, motoventilatori, gruppi da soccorso idraulico, gruppi pneumatici da sollevamento, motopompe e altre dotazioni tecniche.
Il finanziamento regionale sarà erogato entro il 28 febbraio 2018, mentre le rendicontazioni dovranno pervenire entro il 31 dicembre 2017.
CRITERI
Beneficiari del fondo saranno le onlus e le associazioni di promozione sociale (Aps). Tra le loro finalità statutarie devono figurare il sostegno a un distaccamento volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco presente sul territorio regionale. Altri requisiti sono: iscrizione nell'elenco regionale; sede legale e operativa in Lombardia; assenza di fini di lucro; democraticità della struttura; elettività e gratuità delle cariche associative; gratuità delle prestazioni degli aderenti; obbligo di formazione del resoconto economico annuale; clausola di devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento dell'organizzazione. 

Condividi contenuti