Edizione n.36 di mercoledì 17 ottobre 2018

Lombardia Piemonte Svizzera

Sul Gottardo inaugurato il Sentiero delle quattro sorgenti

Domenica speciale il 5 agosto al Passo del San Gottardo. Qui è stato inaugurato, presente il consigliere federale Ueli Maurer, il "Sentiero delle Quattro sorgenti". Il nuovo itinerario da percorrere a piedi è lungo 84,6 chilometri e collega le sorgenti dei fiumi Reno, Reuss, Ticino e Rodano. Nonostante il tempo piovoso, circa 600 persone hanno partecipato all'evento. Il sentiero porta dal passo dell'Oberalp al ghiacciaio del Rodano, attraversando i cantoni Uri, Grigioni, Ticino e Vallese. Il percorso è diviso in cinque tappe che possono essere percorse singolarmente o come escursione di più giorni. Per una panoramica complessiva: sul Gottardo, dal Lago Toma, nasce il Reno che passa in Germania e giunge in Olanda; nel ghiacciaio Rodano l’omonimo fiume corre verso la Francia; sul Passo di Lucendro nasce la Reuss; sul Passo della Novena nasce il Ticino che si immetterà nel Po.

Turismo internazionale, la Lombardia tra le mete preferite della vacanza all'aria aperta

Como piazza San Fedele, foto Ibis

Buon ambiente naturale e possibilità di relax. Sono alcune tra le caratteristiche che stanno a cuore al turismo all'aria aperta, generalmente dotato di uno sguardo attento alla qualità e alla coerenza dell'offerta. E proprio per questo settore di vacanza la Lombardia compare tra le principali destinazioni italiane. Su 2.144 strutture di ricezione all'aperto (campeggi e villaggi) attive sul web e recensite almeno una volta nel 2017 sui principali canali di prenotazione turistica via internet, l'11 per cento si trova in Toscana, il 10 per cento in Lombardia e in Veneto. Seguono Puglia (9%), Campania (6%), Sicilia, Sardegna, Liguria, Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna, Calabria, Piemonte (5% ciascuna). Le restanti regioni hanno percentuali inferiori.
I dati sono stati elaborati nel primo Osservatorio sul turismo outdoor da Travel Appeal, startup che raccoglie e analizza in tempo reale i numeri online nel settore turistico, in partnership con Human Company, società fiorentina specializzata nel turismo all'aria aperta.
TRA LE METE PREFERITE DI TEDESCHI E OLANDESI - I primi Paesi di provenienza estera per questa forma di vacanza in Italia sono la Germania (22%, +15% di presenze rispetto al 2016), Olanda e Francia (11% ciascuna, in crescita rispettivamente del 4 e del 23%), Svizzera (6%, +17%). La Lombardia è la seconda meta prediletta dai tedeschi tra Veneto e Toscana ed è terza nelle preferenze degli olandesi, dopo Veneto e Toscana. I francesi si distribuiscono maggiormente in Toscana, Veneto, Sardegna, Sicilia e Lazio e, più in generale, prediligono l'area tirrenica; gli svizzeri, dopo la Toscana e la Sardegna, amano il Nord-Est Italia. Il target è costituito per il 57 per cento da famiglie, per il 27 per cento da coppie e per l'11 per cento da gruppi di amici.
SODDISFATTO L'80 PER CENTO DEGLI OSPITI - Dalle 222mila recensioni lasciate su Booking.com, Facebook, TripAdvisor e Google, che complessivamente raccolgono il 96 per cento delle risposte degli ospiti che scelgono campeggi e villaggi in Italia, emerge che l'80 per cento dei turisti si dichiara soddisfatto. Nel rapporto tra numero di recensioni e numero di strutture, la regione più recensita è il Veneto con il 12 per cento, mentre la Lombardia è settima con il 4 per cento. Elemento più menzionato nella valutazione è lo staff, considerato un aspetto molto significativo.
PER TUTTI I GUSTI - «Numeri importanti, che dimostrano ancora una volta la vocazione turistica della Lombardia - spiega Lara Magoni, assessora al Turismo di Regione Lombardia -, a 360 gradi e con una proposta in grado di soddisfare tutti i gusti, dai laghi alle città d'arte, dalle splendide montagne ai percorsi ciclabili e agli itinerari enogastronomici. Il turismo è un settore in grado di produrre ricchezza e benessere. Proprio per questo è necessario sostenere gli imprenditori che operano in questo campo. In tal senso - conclude Magoni -  Regione Lombardia si è portata avanti approvando il Regolamento 19 gennaio 2018 n. 3, con una serie di disposizioni che
disciplinano la classificazione delle aziende ricettive all'aria aperta».

Guardia di finanza, reclutamento di 3 allievi congiunti di “vittime del dovere”

Presentazione domande entro il 29 ottobre 2018

La Guardia di finanza ha avviato il reclutamento di tre allievi finanzieri riservato al coniuge e ai figli superstiti, nonché ai fratelli o alle sorelle del personale delle forze di polizia, deceduto o reso permanentemente invalido al servizio, con invalidità non inferiore all’80% della capacità lavorativa. Possono partecipare cittadini italiani d'età compresa tra 18 e 26 anni e in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario.
Il concorso è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 28 settembre 2018 (4ª Serie Speciale). La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “concorsi.gdf.gov.it”. 

OpenStudio Capriasca (Canton Ticino), lungo weekend nel fascino degli atelier d'arte

OpenStudio Capriasca, locandina

Sarà inaugurata giovedì 4 ottobre, alle 18.30, al Municipio di Tesserete, la terza edizione di OpenStudio Capriasca, iniziativa che permetterà al pubblico di varcare la soglia dei tanti atelier d'arte che animano la bella regione della Capriasca. Dodici gli spazi a poca distanza l'uno dall'altro, tra Sala Capriasca, Tesserete, Cagiallo, Lugaggia, Vaglio e Campestro, raggiungibili anche a piedi seguendo i percorsi segnalati sulla cartina che l'organizzazione ha predisposto.
Appassionati d'arte e turisti, amanti della storia locale potranno scoprire i luoghi, intimi e privati, in cui artigiani e artisti si raccolgono per ideare le proprie opere. Atmosfere uniche e particolari, che di per sé rivelano tratti della personalità dell'autore. Al centro della terza edizione di OpenStudio Capriasca ci saranno pittura, scultura, ricerca artigianale, fotografia d'autore in un itinerario tra tradizione e modernità, arte e artigianato, locale e internazionale, collettività e soggettività.
I dodici atelier
Marisa Altepost (Ceramica, Sala Capriasca), Eva Antonini (Scultura, Lugaggia), Paolo Campa (Pittura, Sala Capriasca), Rino Canonica (Pittura, Vaglio), Eliane Orselli (Pittura e Scultura, Vaglio), Roberta Pedrinis (Pittura e Scultura,Tesserete), Giuseppe Pennisi (Fotografia, Digital Art, Lugaggia), Claudia e India Pescia (Textile Art, Cagiallo), Catherine Rovelli (Scultura, Sala Capriasca), Sferico (Pittura e Scultura, Campestro), Alexandra von Burg (Pittura, Tesserete), Désirée Wiprächtiger (Mandala 3D, Cagiallo).

OpenStudio Capriasca 5-6-7 ottobre, orario, 14.-19. Aperitivo inaugurale giovedì 4 ottobre, ore 18.30. Con il patrocinio del Comune di Capriasca. Presentazione di Emanuela Rindi Sala lato giardini del Municipio piazza Giuseppe Motta, 1, 6950 Tesserete.
Info, www.openstudiocapriasca.ch | openstudiocapriasca@gmail.com 

Fiat 600, tour da Varese al Centro Italia e ritorno

Fiat 600 a Cassino

Parte mercoledì 27 giugno da Villa Recalcati a Varese e vi ritornerà domenica 1° luglio dopo aver percorso circa 960 chilometri per il nord e centro Italia. È la prima “600 Miglia” organizzata dal 1° Club Nazionale Fiat 600 di Besozzo (Varese), un giro turistico non competitivo a bordo di Fiat 600 d'epoca.
Il sodalizio besozzese, guidato da Salvatore Torre, ha lanciato la nuova sfida dopo gli innumerevoli raduni organizzati su tutto il territorio nazionale e solitamente limitati a una giornata. Questa volta il tour durerà ben cinque giorni e una quindicina di equipaggi sfileranno lungo i centri storici e le piazze caratteristiche italiani.
Il 1°Club Nazionale Fiat 600 di Besozzo, fondato nel 1990 ad Angera, vanta attualmente circa 1500 soci, tutti possessori e appassionati di auto o moto d'epoca, ovvero che abbiano raggiunto almeno i 20 anni di immatricolazione. Itinerario: Lodi e poi Brescello (Reggio Emilia); Marzabotto (Bologna) e Montecatini Terme; Passo dell'Abetone e Castelvetro (Modena); Grazzano Visconti (Pc) e Varese.
Nell'immagine tratta dal sito del club www.clubnazionalefiat600.it  un momento del raduno di Cassino del 27 maggio 2012.

Defibrillatori, il salvavita entra negli impianti sportivi

In Lombardia ogni anno si registrano 1.400 arresti cardiaci

Ogni anno in Lombardia si registrano 1.400 arresti cardiaci, di cui circa la metà dovuta a patologie traumatiche o avvenute nelle strutture sanitarie. Questo dato del 118 basta da solo ad avvalorare la campagna regionale per la prevenzione degli arresti cardiaci avviata con il progetto “A prova di cuore”.
Gli obiettivi vanno dalla diffusione sempre più capillare dei dispositivi di rianimazione alla formazione di farmacisti e operatori fino alla sensibilizzazione dei giovani mediante spot e video anche su Youtube e Twitter. A regime, saranno circa 300 i defibrillatori semi-automatici sistemati sui mezzi di trasporto sanitario e circa 70 DAE quelli in prossimità di farmacie rurali.
Questi dati sono emersi il 22 maggio in Consiglio regionale dalla risposta dell'assessore Luciano Bresciani a un’interrogazione del consigliere Roberto Alboni (PdL). Attualmente sono complessivamente 461 i defibrillatori presenti in Lombardia, di cui 361 fissi e 50 mobili. Oltre 300 i defibrillatori installati su mezzi di trasporto e 70 presenti nelle farmacie. Inoltre 81 sono collocati in impianti sportivi, così ripartiti per provincia: Bergamo 6; Brescia 4; Como 11; Cremona 2; Lecco 1; Lodi 4; Mantova 0; Milano 29; Monza 11; Pavia 10; Sondrio 0; Varese 3. 

Locarno, dal lungolago prime partenze per il mare

In un servizio della Radiotelevisione della Svizzera Italiana i turisti pionieri dell’idrovia Lago Maggiore-Venezia
Lago Lugano, panorama, foto Daniele Cazzaiga

Sembra di assistere alle imprese dei pionieri dei primi voli aerei. Il progetto dell’Idrovia Locarno-Venezia esiste da tempo, ma acquista sempre più consistenza. Dall’inizio dell’estate il collegamento si è fatto notevolmente più concreto.
Sul lungolago di Locarno un gruppo di turisti acquista un biglietto per una destinazione finora straordinaria. Sono diretti in nave a Venezia e resteranno a bordo per ben nove giorni, senza fare un metro che non sia sull’acqua.
La particolare crociera viene raccontata dal giornalista Massimo Cappon nel servizio “Un biglietto per il mare” della rubrica settimanale Falò, in onda sul canale LA 1 (giovedì 17 agosto, ore 21.05; venerdì 18 agosto, ore 00.50; sabato 19 agosto, ore 12.45) e sul canale LA 2 (sabato 19 agosto, ore 00.40) della Radiotelevisione della Svizzera Italiana. Un viaggio alla scoperta delle meraviglie naturali del Ticino e del Po, ma anche delle attrazioni culturali e gastronomiche che punteggiano le loro sponde, da Milano a Pavia e poi giù verso Cremona, Ferrara e ovviamente Venezia.
Nella stessa edizione la nota rubrica televisiva rossocrociata trasmetterà un’inchiesta di Roberto von Flüe e Marco Dalla Fiore sulle “Acque sporche” nel lago Ceresio e, in genere, nei laghi e nei fiumi della Svizzera Italiana. 

Lugano, apertura stagione al LAC dell'Orchestra della Svizzera italiana

Poschner-Markus-Foto OSI
Martin_Grubinger_PRINT ® Simon Pauly-Foto OSI

Giovedì 4 ottobre, alle 20.30, in Sala Teatro LAC di Lugano (e in replica venerdì 5 ottobre alla Vaduzer-Saal di Vaduz), prenderà il via la Stagione dell'Orchestra della Svizzera italiana al centro Lugano Arte Cultura. La serata ha il sostegno di BancaStato e si svolge nell’ambito del Concerti RSI, in diretta radiofonica su Rete Due.
Il direttore principale OSI Markus Poschner, dopo la brillantezza viennese dell’ouverture della Fledermaus di Johann Strauss figlio, presenterà Frozen in Time, esecuzione per percussioni e orchestra che il compositore israeliano Avner Dorman ha scritto per la straordinaria ecletticità del percussionista austriaco Martin Grubinger. È questa una composizione immaginata come tre istantanee del pianeta Terra nella preistoria, quando si formarono i megacontinenti che danno il titolo ai tre movimenti: Indoafrica, Eurasia e Americhe. La seconda parte del programma è occupata dalla Prima sinfonia in do minore di Anton Bruckner, che il compositore tardo-romantico austriaco scrisse nel 1865 fra Monaco di Baviera e Linz. 
Prevendita: Biglietteria del LAC a Lugano in piazza Luini da martedì a domenica (10-18), nei punti vendita Ticketcorner (Manor e uffici postali) e online su luganolac.ch. I biglietti saranno in vendita anche la sera del concerto alla cassa del LAC. Info www.osi.swiss.

Lombardia, 500.000 euro ai 1.600 vigili del fuoco volontari

Stabiliti i criteri di assegnazione del fondo a onlus e associazioni di promozione sociale

Sostegno regionale al lavoro dei 1600 vigili del fuoco volontari dislocati in oltre settanta distaccamenti della Lombardia. Il 2 ottobre 2017 Palazzo Lombardia ha fissato i criteri per l'assegnazione dei 500.000 euro previsti da una legge (la 11/2017).
SPESE AMMISSIBILI
La Regione Lombardia destinerà un contributo a fondo perduto pari al cento per cento delle spese ammissibili fino a un massimo di 10.000 euro per progetto. Sono riconosciute le spese per l'acquisto di radio portatili, motoseghe, termocamere, motoventilatori, gruppi da soccorso idraulico, gruppi pneumatici da sollevamento, motopompe e altre dotazioni tecniche.
Il finanziamento regionale sarà erogato entro il 28 febbraio 2018, mentre le rendicontazioni dovranno pervenire entro il 31 dicembre 2017.
CRITERI
Beneficiari del fondo saranno le onlus e le associazioni di promozione sociale (Aps). Tra le loro finalità statutarie devono figurare il sostegno a un distaccamento volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco presente sul territorio regionale. Altri requisiti sono: iscrizione nell'elenco regionale; sede legale e operativa in Lombardia; assenza di fini di lucro; democraticità della struttura; elettività e gratuità delle cariche associative; gratuità delle prestazioni degli aderenti; obbligo di formazione del resoconto economico annuale; clausola di devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento dell'organizzazione. 

Piante acquatiche infestanti, rimozione su laghi di Varese, Comabbio e Palude Brabbia

Anche per il 2017 operazione di sfalcio e pulizia delle acque da vegetazione acquatica infestante per i laghi di Varese, Comabbio e della Palude Brabbia. Il progetto messa in cantiere dalla provincia di Varese prevede due tipologie di intervento: il primo di manutenzione ordinaria, per garantire la navigazione pubblica e l’accesso ad aree come porti, lidi comunali, approdi; l’altro di contenimento ed eliminazione delle specie vegetali esotiche, in particolare il fior di loto e la porracchia o Ludwigia hexapetala
«Gli interventi di rimozione della vegetazione infestante – ha spiegato il consigliere provinciale all’Ambiente Valerio Mariani - quest’anno sono stati posticipati di qualche settimana poiché la proliferazione di queste specie nelle acque è risultata inferiore rispetto agli anni passati. Un’attesa calcolata dagli uffici competenti per ottimizzare al meglio le risorse destinate e rendere ancor più efficacie l’intervento».

Condividi contenuti