Edizione n.19 di mercoledì 2 giugno 2020

calcio

Calcio, la regola del “tre”

In Prima Categoria Girone A Asd Luino Maccagno – Ispra 0 - 3

(mon) Al Margorabbia domenica 24 settembre il Luino Maccagno incassa nuovamente dall’avversario di turno tre gol senza realizzarne alcuno e, soprattutto, manda segnali negativi in proiezione futura. Contro l’Ispra i rossoblù non sono stati mai in partita e la vittoria di misura nella prima giornata con il Casbeno sembra un lontano ricordo.
Passano solo undici minuti e gli ospiti sono in vantaggio per un pregevole colpo di testa. Sui piedi di Tansini e di Diana capitano le occasioni migliori per pareggiare le sorti dell’incontro, ma gli attaccanti di casa non sono fortunati nella conclusione a rete.
Nel secondo tempo la musica non cambia. Ancora all’undicesimo arriva il raddoppio ospite, complice una dormita collettiva della difesa dei locali. La gara ora è tutta in salita e per l’Ispra è un gioco da ragazzi arrivare a chiudere l’incontro siglando la terza rete grazie a un bel pallonetto che scavalca il portiere Crugnola. La regola del “tre” comincia a diventare un fardello.
Domenica 1° ottobre (ore 15.30), il Luino Maccagno andrà in trasferta dall’Union Tre Valli, squadra a zero punti dopo due giornate. Sarà interessante vedere la reazione dei ragazzi di mister Nesret. I tifosi si aspettano decisi segnali di riscossa della squadra luinese.
Formazione Luino. Maccagno: Crugnola, Cortez, Iozzino, Vallone, Romano, Ghelfi, Tansini, Morandi, Castorino (dal 57’ Bosetti), Diana, Galbiati. A disposizione: Esposito, Caputo, Silipo, Coulibaly, Faraj, Cerinotti. Allenatore Rudi Nesret. 

Somma Lombardo, a Volandia anche il Dc 9 Mundialcalcio

S’arricchisce sempre di più il Parco e Museo del volo di Somma Lombardo (Varese). Il 17 marzo il presidente di Alitalia, Luca Cordero di Montezemolo, ha comunicato di avere scelto di mantenere intatto il Dc 9 sul quale volò la nazionale di calcio italiana vittoriosa ai campionati mondiali del 1982. L’aereo sarà ceduto al museo di Volandia.
Soddisfatto della decisione il presidente di Volandia Marco Reguzzoni, che vede accolta la sua proposta, rilanciata e sostenuta dall’intero territorio. «Siamo orgogliosi di poter ospitare l’aereo di Pertini e dei Campioni del Mondo dell’82».

Condividi contenuti