Edizione n.19 di mercoledì 2 giugno 2020

Cronache

Paolo Nizzola e un viaggio tra stampa, radio e tv locale

Nizzola

Dalla carta stampata alla radio locale, dalle prime rudimentali esperienze di trasmissione nazionale fino alla televisione in tutte le sue declinazioni, inclusi incontri ravvicinati con personaggi simbolo, episodi inattesi e retroscena di conduzione. Questo il viaggio in 40 anni di professione giornalistica di Paolo Nizzola, già redattore capo di Telereporter-Odeon Tv.
Fatti, avvenimenti, aneddoti sono stati raccolti nel libro “Ho fatto solo il giornalista”, che Nizzola presenterà a Luino sabato 30 settembre (ore 18) in Biblioteca civica.
Episodi e riflessioni attraversano storia e cronaca del nostro tempo e aiutano a capire il cambiamento radicale di una professione con l’avvento delle nuove tecnologie e i rischi di un flusso ininterrotto e incontrollato di notizie. Il ricavato del libro andrà alla tipografia che ha pubblicato il volume, una cooperativa sociale che dà lavoro ai disabili. 

Biblioteca comunale, giornata dedicata all'educazione alla salute

locandina

Tutto esaurito a Luino per la mattinata di sabato 30 marzo che sarà dedicata a prevenzione ed educazione alla salute. «Decine di donne – rileva l’assessora ai servizi sociali Caterina Franzetti - hanno aderito all’iniziativa di una visita gratuita senologica proposta dal Comune di Luino in collaborazione con le volontarie di Andos e Caos e i medici senologici Fabrizio Zanni e Giovanni Giardina».
Nel pomeriggio (ore 17), in Biblioteca comunale a Villa Hussy si parlerà di “Storie straordinarie di donne normali” con la scrittrice Patrizia Emilitri, autrice del libro “Donne”. L'attrice Lia Locatelli leggerà alcune pagine con accompagnamento musicale di Beatrice Manai. La violinista, a suo tempo diretta da Riccardo Muti, ha suonato per il presidente della repubblica Napolitano e papa Benedetto XVI. Il ricavato della vendita dei libri sarà interamente devoluto all’associazione Caos che opera negli ospedali a sostegno delle donne cokpite da cancro al seno. Chiuderà la serata un aperitivo.

Ekonè, il bar solidale del Gim

ekoné, foto Gim

A Luino, il 17 settembre 2017, il Gruppo Impegno Missionario ha aperto in via Voldomino 3 il nuovo locale Ekonè, «il bar più buono e solidale di Luino» come dicono i promotori. Vi trova posto anche la bottega dell’associazione di solidarietà con i suoi prodotti alimentari e di artigianato. «Una fetta di torta con una cioccolata calda, un pranzo, oppure un aperitivo con birre locali» sono, per il GIM, alcuni «buoni motivi» per passare da Ekonè.

APPUNTAMENTI GIM A GERMIGNAGA E AGRA
A Germignaga, giovedì 5 ottobre (ore 21), il GIM dà appuntamento nel salone Opaar di via Mameli per il suo incontro mensile. Interverrà suor Maria Teresa Ronchi, missionaria comboniana impegnata in Sud Sudan. Inoltre i volontari dell’associazione racconteranno, con il commento di don Gianni, il loro ultimo viaggio in Uganda.
Il GIM parteciperà alla Festa della Zucca in programma ad Agra domenica 15 ottobre (dalle 9 alle 18). Nel suo stand gastronomico si potranno gustare il risotto alla zucca e le torte fatte dalle volontarie nelle cucine di Ekonè.
La Festa della Zucca si svolge, come tutti gli anni, la terza domenica di ottobre. Ci sarà l’imbarazzo di provare delizie a base di zucca, girare nel mercatino con oltre cento bancarelle, vedere zucche di vario genere ed esposizioni varie di intagliatori, assistere alla gara Miss Zucca con premiazione degli esemplari più belli. 

Portovaltravaglia, Maurizio Isabella certificatore nazionale antichi organi

Tra i 25 esperti che hanno preso parte al corso di accreditamento organizzato da Mibact e Cei
Firenze
Catania

Si è concluso, presso la sede della Conferenza Episcopale Italiana di Roma, il corso per l’accreditamento di esperti nella catalogazione di organi a canne antichi. A seguito dell’accordo tra l’Istituto per il Catalogo e la Documentazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del territorio e la Cei verrà utilizzata la scheda tecnica unica Strumenti Musicali-Organo per la catalogazione degli organi antichi italiani.
Per entrare nella piattaforma web della scheda SMO, è necessario l’accreditamento sia presso l’ICCD, sia presso la CEI. Con il corso tenutosi a Roma dal 18 al 20 di settembre è stato predisposto l’elenco dei catalogatori di organi antichi. La procedura sarà necessaria già da quest’anno per accedere ai fondi stanziati dalla CEI (derivanti dall’otto per mille destinato alla chiesa cattolica) per il restauro di organi antichi. Lo strumento informatico potrà però essere utilizzato anche per campagne territoriali di censimento degli antichi strumenti.
Le schede di censimento, non appena validate dal ministero, saranno consultabili da chiunque attraverso il sito web dell’ICCD.
Delle 80 richieste di partecipazione al corso pervenute il numero è stato limitato a 25 partecipanti scelti su stretta base curriculare.
L’elenco dei certificatori accreditati è composto da esperti (organologi, organisti, organari) presenti su tutto il territorio nazionale che saranno operativi a partire dai prossimi giorni. La lista sarà inviata e messa a disposizione di tutte le Soprintendenze e Diocesi italiane.
Ha preso parte al corso di accreditamento anche Maurizio Isabella, organologo, da 40 anni attivo nella ricerca e nello studio degli organi antichi a livello nazionale. L’accreditamento di Maurizio Isabella sarà un’occasione per catalogare, avvalendosi del supporto ministeriale poi accessibile a tutti, il ricco patrimonio organario varesino la cui scuola affonda le radici in epoche lontane e ha da sempre avuto un importante ruolo nell’ambito della produzione organaria lombarda e nazionale.

Nelle due foto: due organi per i quali Maurizio Isabella ha seguito le operazioni di restauro e le pubblicazioni successive. Uno è l'organo di Santa Croce a Firenze restaurato nel 2011; lo studio era incentrato sulle canne di Onofrio Zefferini del 1575/88. L'altro è l'organo di Donato del Piano del 1767, nella chiesa di San Nicolò L'Arena a Catania.

Incontro pubblico sul referendum per l’autonomia della Lombardia

Serata informativa sul referendum per l'autonomia della Lombardia, giovedì 21 settembre 2017 (ore 21), nel municipio di Luino. L'incontro su “Le ragioni di un voto per il nostro territorio” sarà introdotto dal sindaco Andrea Pellicini.
Il consigliere regionale e professore di Storia delle Dottrine Politiche, Stefano Bruno Galli, illustrerà il manifesto dell'autonomia della Regione per promuovere il referendum del 22 ottobre. Prenderanno parte al dibattito Stelio Pesciallo, avvocato e notaio in Lugano, esperto del sistema federale svizzero. Moderatore, Giorgio Ginelli, consigliere provinciale e sindaco di Jerago con Orago. 

Monteviasco di Curiglia, mostra fotografica

dalla locandina

A Monteviasco di Curiglia (Varese) sabato 22 luglio è stata inaugurata nell'ex asilo del paese la mostra fotografica “Fotografando la natura” di Stefano Pedrazzi. La galleria di immagini di flora e fauna della zona sarà aperta in tutti i weekend fino al 30 settembre 2017 (dalle 10 alle 17).

Maccagno con Pino e Veddasca, il soldato Bernardo Sartorio riposa nella sua Graglio

Morì nel 1944 in un campo di concentramento nazista, ma solo ora la famiglia è riuscita a riportare in Italia le sue spoglie

Sabato 28 ottobre 2017 è stata una giornata importante per la comunità di Graglio, nel comune di Maccagno con Pino e Veddasca. Alla presenza dei familiari, delle autorità civili e militari, della popolazione e di molti Alpini si è svolto nella chiesa dei santi Gervaso e Protaso il rito funebre di Bernardo Sartorio, morto nel 1944 in un campo di concentramento nazista.
Sartorio era nato a Graglio il 10 ottobre 1912 e il 30 giugno 1935 si era sposato con Irma Germana Boscetti. Negli anni successivi nacquero due figlie. Durante il secondo conflitto mondiale venne richiamato e arruolato nel 20° Reggimento Sciatori Battaglione Intra. Fatto prigioniero dai tedeschi, venne internato in Germania a Baumholder (Renania-Palatinato) insieme al cognato Cleto Monaco.
Circa l'attività da civile, gli fu consigliato di dichiararsi muratore (come era effettivamente), ma lui disse contadino. Credeva di trovare qualche buccia di patata e di mangiare qualcosa in più. Invece fu mandato a lavorare in miniera e il 19 dicembre 1944 morì di stenti e fatica. La notizia fu data alla moglie a guerra terminata. Il cappellano che riportò i pochi effetti personali di Sartorio rivelò che la sera era passato a trovarlo in infermeria perché febbricitante e la morte sopravvenne nella notte. Bernardo Sartorio, inumato in prima sepoltura nel cimitero di Baumholder, è stato successivamente riesumato e traslato a Francoforte sul Meno nel Cimitero Militare Italiano d'Onore. L’anno scorso la possibilità di riportarlo in Italia. Immediatamente la famiglia si è adoperata per il suo rientro e adesso Sartorio può riposare tra i suoi amati monti. 

Premio Chiara alla carriera a Valerio Massimo Manfredi

La cerimonia domenica in Teatro Sociale

Tre nuove giornate per il Premio Chiara – Il festival del racconto che culmineranno nell'assegnazione del Premio Chiara alla carriera.
Giovedì 12 ottobre (ore 21) in Biblioteca Frera di via Zara 37 a Tradate incontro con Oscar Iarussi e Diego Pisati che dialogheranno su “Andare per i luoghi del cinema, il Mulino”. Conduce Mauro Gervasini.
Venerdì 13 (ore 21) si torna a Varese Villa Panza di piazza Litta con il reading “Il Coraggio del proprio tempo. Uomini e valori del movimento moderno” . Con l’attore Enrico Ballardini (testo e regia Paola Albini, arrangiamenti musicali Alessandro Nidi, al piano Elio Baldi Cantù).
Domenica 15 (ore 17) in Teatro Sociale di corso XXV Aprile 13 a Luino cerimonia del Premio Chiara alla Carriera, nel 2017 assegnato a Valerio Massimo Manfredi. A intervistarlo il critico e conduttore radiofonico Luca Crovi. Conduce Claudia Donadoni
Manfredi è famosissimo scrittore di narrativa e saggistica, giornalista, autore e conduttore televisivo, autore di sceneggiature cinematografiche e televisive, archeologo specializzato in topografia antica. Ha insegnato in atenei in Italia e all’estero e condotto spedizioni e scavi in vari siti del Mediterraneo, pubblicando articoli e saggi. Come autore di narrativa, ha pubblicato con l’editore Mondadori ventitrè tra romanzi e raccolte di racconti: Palladion, Lo scudo di Talos, L’Oracolo, Le Paludi di Hesperia, La Torre della Solitudine, Il faraone delle sabbie (Premio librai città di Padova), la trilogia Alexandros, Chimaira, L’ultima legione, da cui è tratto il film prodotto da Dino De Laurentiis, L’Impero dei draghi, Il Tiranno (Premio Corrado Alvaro e Premio Vittorini), e L’armata perduta. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.  

Commemorazione caduti della Gera

Lapide alla cappelletta della Gera

Domenica 1° ottobre 2017 ricorre la commemorazione dei caduti della Gera. Il corteo si radunerà (ore 9,45) davanti al municipio e poi, accompagnato dalla Musica Cittadina, raggiungerà piazza Risorgimento dopo una tappa davanti al monumento a Garibaldi. L’orazione sarà tenuta da Antonello Vanni. Al termine della cerimonia (ore 11,15) trasferimento a Voldomino per posa di corona e messa alla cappella dei caduti della Gera.

Liceo Vittorio Sereni e Amici del Liceo, tre Venerdì della Scienza

Quest’anno sarà la Biblioteca civica (piazza Risorgimento 2) la sede dei Venerdì della Scienza, organizzati da associazione Amici del Liceo e Liceo scientifico Vittorio Sereni con il patrocinio di Città di Luino, Provincia di Varese, Parrocchia Prepositurale, Università degli Studi dell’Insubria. Appuntamento sempre alle 20.45 e ingresso libero.
Primo incontro, venerdì 22 settembre 2017, con il sacerdote ambrosiano ed esperto di bioetica don Stefano Cucchetti e l’esponente dell’Associazione Luca Coscioni sul tema: “A chi appartiene la nostra vita?”. Moderatore, Alessandro Franzetti.
Secondo incontro, venerdì 20 ottobre, su "Terremoti: emergenza (in)finita?. Relatori: Federico Pasquaré Mariotto, docente di Comunicazione della Scienza, e Amedeo Dordi, geologo. Modera Erica Besoli.
Terzo incontro, venerdì 17 novembre, su "Il vaccino non è un'opinione". Relatori: Maria Addolorata Molinaro, medico, e Filippo Canducci, docente universitario. Modera Agostino Nicolò. 

Condividi contenuti