Articoli dall'archivio

Una selezione di articoli pubblicati negli ultimi anni in rappresentanza dei temi che la testata propone ai lettori fin dal primo numero del 9 gennaio 1879: cultura, cronaca, storia, politica, società, personaggi, eventi, ricorrenze, dibattiti.

Il Beato Clemente Vismara, un brianzolo "Patriarca della Birmania"

Cari amici lettori, la notizia la saprete già ma ve la ripeto con gioia. Sabato 2 aprile, il Papa ha firmato il decreto sul miracolo che apre la via alla beatificazione di padre Clemente Vismara, missionario in Birmania per 65 anni, morto nel 1988 a 91 anni. Leggi tutto »

Di settimana in settimana, di secolo in secolo. Quell'odore di carta che supera il tempo

La carta la adoro. E’ questo il primo numero in cui esco nel 2011, mi sono guardato ben bene in giro, ho riflettuto, e non posso che ribadire proprio questo: la carta la adoro. Da quando sono nato nel... - eh, sì, ragazzi, che ci volete fare, sono vecchietto -, da quando sono nato nel 1879, è così. Da allora la adoro e mi ci butto dentro, settimana dopo settimana, edizione dopo edizione. E a differenza di quando ci si innamora senza saperne bene la ragione, perchè adoro la carta lo so. Leggi tutto »

Pio IV, un Papa tra fratello pirata e nipote santo

Bagliori del lago Maggiore sul soglio pontificio

Romanzo d’epoca; saggio storico-sociale; archivio a cielo aperto, fornitissimo, cui attingere per avviarsi -volendo- in altri rivoli. Sergio Redaelli, giornalista dalla lunga militanza (“Avvenire”, La Notte”, “L’Indipendente”, “il Giorno”, Gruppo 24 Ore, “Focus Storia”), continua a studiare e cercare tra vicende umane, politiche, sociali. Leggi tutto »

Silenzio, (non) si stampa

Che cosa sappiamo di Ustica? Qualcosa. Che cosa sappiamo della strage di Bologna? Qualcosa.
Che cosa sappiamo dei misteri degli anni del terrorismo? Qualcosa.

E che sappiamo della radice vera, la radice madre, che intreccia la malavita a certe sfere della politica? Qualcosa. Qualcosa, ma non tutto. Dieci, venti, trenta anni, generazioni che si susseguono, bambini che diventano adolescenti e adulti e genitori... e ancora non si sa. Non si sa.  Leggi tutto »

Colmata: un bilancio (di proposte)/2

Scegliendo qua e là, l’elenco dei suggerimenti che ho avanzato dalle pagine di questo giornale continuò con un’idea per una carta dei beni culturali della Valtravaglia tramite la quale il consorzio dei 16 comuni avrebbe iniziato a censire, in vista di programmate attività per il recupero, affreschi, chiese, opere d’arte, luoghi, ecc. (CdV, 2 e 9/11/2005; si sarebbe evitato di ignorare le trincee della linea Cadorna?): mi pare ancora una proposta estremamente valida. Leggi tutto »

Colmata: un decennio (di salvaguardia)/3

Se nell’ambito dell’azione di valorizazione dei beni culturali è compresa – come sancito per legge – l’attività di sensibilizzazione, allora è vero che il risultato migliore ottenuto da questa, da altre rubriche e numerosi interventi apparsi sul Corriere nell’ultimo decennio è stato quello di veder crescere l’interesse – soprattutto dei privati – per la storia, la qualità e la salvaguardia del paesaggio naturale e antropizzato. Leggi tutto »

"Le mani azzurre", il cielo dentro il tunnel

E’ uscito, nello scorso gennaio, per i tipi dell’Editrice Tufani, il romanzo-racconto “Le mani azzurre”. L’autrice, che si cela sotto lo pseudonimo di Leti Loft, narra una storia di donne - in particolare di due di loro, Liana ed Ernesta - e la ambienta in un paese di lago. Leggi tutto »

Era proprio un'oca!

L'autentico stemma dei Luini

Quasi trent’anni fa, in una puntata della rubrica “Corriere d’un Verbano che fu” (n. 18-1981, 6 maggio) fu posto l’interrogativo, “Cigno o oca?”, relativo al volatile che è rappresentato nello stemma dei Luini, disponibile in versioni che vanno dal XV al XIX secolo e ripreso nello stemma del Comune di Luino, a sua volta passato attraverso due o tre varianti. Leggi tutto »

La Shoah sulla sponda occidentale del Lago Maggiore

Efferatezza e abnegazione tra Novara, Arona, Meina, Baveno

La Shoah – lo sterminio del popolo ebraico voluto dal terzo Reich – comincia in Italia dal Lago Maggiore, nei giorni seguenti l’otto settembre 1943, dopo lo sfacelo dell’esercito che consegnò gran parte della penisola ai tedeschi. Leggi tutto »

Piero Chiara, Trento Salvi, Federico Roncoroni. E Gente di Luino

È il titolo che Federico Roncoroni ha accostato ad uno degli ultimi, brevi manoscritti di Piero Chiara; ultimo, anche, tra quelli che, finora inediti, hanno visto la luce in questo ventennale dalla morte dello scrittore. Leggi tutto »

Condividi contenuti