Edizione n. 34 di mercoledì 16 ottobre 2019

Cunardo

Cunardo, sagra alla Baita del fondista

Dal 2006 oltre 100 volontari impegnati a sostegno dell’ultracentenario asilo
sagra della patata a Cunardo

A Cunardo (Varese), da venerdì 4 a domenica 6 agosto, torna alla Baita del fondista (via per Bedero) la Sagra della patata, nata nel 2006 per sostenere l’asilo allora a rischio chiusura. Cena tutti i giorni (dalle 19) e domenica anche a pranzo (dalle 12 con animazione per bambini dalle 14.30 e merenda alle 16). Tutto a base di patata fresca italiana.
Una squadra di oltre cento persone è pronta a servire i mille posti allestiti, tutti al coperto e serviti da wi-fi libero. L’intero incasso è destinato al bilancio dell’asilo, scuola paritaria che da oltre 130 anni accoglie i bambini della comunità. La Baita del fondista sarà raggiungibile in auto (fino ad esaurimento dei parcheggi), con i bus navetta in partenza dal parcheggio Tigros (via Varesina) oppure a piedi e in bicicletta sulla pista ciclabile della Valganna (da Ganna o da Ponte Tresa).
Nel 2016 sono state servite ai tavoli più di 12.000 portate (2.300 i piatti di gnocchi) e anche nei primi dieci anni della festa i dati parlano da soli. Dal 2006 ad oggi sono stati cucinati 340 quintali di patate (provenienti dal Veneto, dal Piemonte e dalla Puglia), di cui 22 solo di patatine fritte (tutti da patata fresca).Sono stati serviti 11.000 chili di gnocchi, 22.000 frittelle di patate e sono stati distribuiti 1.200 chili tra ketchup e maionese.
Informazioni su sagra e menù sulla pagina facebook ufficiale della Sagra della patata di Cunardo. 

Giornate Europee dei Mulini a Cunardo e Ganna, tra Molino Rigamonti e Maglio di Ghirla

Badia di Ganna, particolare
MAGLIO DI GHIRLA, ruota

Anche il Molino Rigamonti di Cunardo (Cunardo, via Varesina 40) e Il Maglio di Ghirla (via Montello, 5), nel Varesotto, partecipano, sabato 21 e domenica 22 maggio, alle Giornate Europee dei Mulini. L’evento è organizzato dalla Comunità Montana del Piambello di Arcisate nell’ambito al progetto “Acqua, fuoco…ferro e farina–Storia e futuro di una valle sulle ruote di Magli e Mulini” con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Provincia di Varese, Slow Food e altri enti.

Questo il programma:
SABATO 21
•MAGLIO DI GHIRLA: Efesto, il fabbro degli dei, dimostrazione a cura dei Forgiatori del Maglio (ore 16); nella sala polivalente: Uomini di mais, progetto per la valorizzazione di mais antichi per l’alimentazione umana. Antiche varietà per una nuova agricoltura. Recupero e coltivazione di mais antichi nel territorio varesotto (ore 18 a cura di Alberto Senaldi Slow Food Varese).
Seguirà (ore 19) intrattenimento folcloristico a cura dei Tencitt di Cunardo e poi (ore 19:30): Sapori in cena, a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine (cena solo su prenotazione: tel. 340.5037208; e-mail: clodloca@gmail.com; euro 5 a persona, bevande escluse). Al termine (ore 21): Scintille notturne... si plasma il ferro.
DOMENICA 22
•MAGLIO DI GHIRLA: Dimostrazione forgiatura e Sapori in pranzo a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine (ore 12; pranzo solo su prenotazione: tel. 340.5037208; e-mail: clodloca@gmail.com; euro 5 a persona, bevande escluse).
•DAL MAGLIO AL MOLINO RIGAMONTI (ore 14-19): Percorso di mais, installazioni che raccontano il ciclo del mais (a cura di Slow Food Varese).
*AL MOLINO RIGAMONTI: visite guidate per riscoprire l’antica arte molitoria e le atmosfere di un tempo; “L’appetito vien...leggendo: le nostre valli si raccontano” a cura della Biblioteca Comunale Valganna e della Biblioteca Comunale Cunardo.
•BADIA DI GANNA (ritrovo alle ore 14:30) e... “le ruote girano!”: tutti in bici lungo la Via Francisca del Lucomagno.
• MOLINO RIGAMONTI (ore 16): Dolci di mais, istruzioni per l’uso (a cura di Happy Kitchen e Slow Food Varese). Dimostrazione della preparazione dei dolci di mais: Amor polenta, dolce della tradizione varesina; paste di meliga. Al termine, Corrado Alberti, mastro fornaio (Forno Iris Margherita) parlerà del pane di mais e della sua preparazione. Seguirà (ore 18): Polente e dintorni (degustazione a cura della Proloco Valganna) con il gruppo musicale Quelli dell’Osteria. Solo su prenotazione (tel. 0332.716101 oppure e-mail: giornatemulini@gmail.com; posti limitati; euro 5 a persona).  

Ibis Cunardo, lo SpazioLuce di Emery

SpazioLuce

Alle Fornaci Ibis di Cunardo si inaugura sabato 23 giugno Amleto Emery - Spazio Luce. La mostra sarà presentata da Massimo Conconi alle 17.30. A seguire concerto con Barbara Kruger (violino) e Claudio Giacomazzi (violoncello). A cura di Associazione Amici delle Fornaci Ibis e Comitato culturale JRC Ispra.
Fino al 15 luglio dal mercoledì al sabato ( 9-12 e 15-18; domenica 15-18). Per appuntamenti 3287551267.

Cunardo, camminata serale

A Cunardo (Varese), sabato 28 settembre 2019 alle ore 16:30, il Gruppo Podistico Alto Verbano di Germignaga organizza, in collaborazione con il locale Sci Club, una camminata serale non competitiva. La manifestazione è dedicata al comune socio delle due associazioni Giuliano Sarina ed è valida per i concorsi nazionali Fiasp, internazionali Ivv e il concorso varesino “La mia Provincia”.
I percorsi, a scelta, sono di 6 o 12 chilometri ed entrambi a passo libero. Partenza e arrivo dalla sede dello Sci Club di Cunardo presso la baita del fondista. I tracciati, con qualche leggero saliscendi alla portata di tutti, si snodano in parte sulla pista ciclabile e consentiranno di ammirare il Molino Rigamonti, il lago di Ghirla, la Badia di Ganna e il maglio di Ghirla. Al termine della manifestazione possibilità di cenare sul posto nello stand gastronomico predisposto all’arrivo.

Cunardo, ritorna il fascino del folklore internazionale

I gruppi si esibiranno anche a Marchirolo, Venegono Inferiore, Gallarate, Luino, Lavena Ponte Tresa, Castello Cabiaglio, Valganna e Ponte Lambro
Festival internazionale del folclore
I tencitt

A Cunardo (Varese), dal 14 al 16 e dal 21 al 23 luglio, la Baita del Fondista tornerà ad essere il palcoscenico di danze, musiche, colori e tradizioni con il Festival Internazionale del Folklore, da trentadue anni organizzato dal gruppo I Tencitt.
Dalle Americhe arriverà il Ballet Folklorico de Padre de Las Casas (città Padre de Las Casas, Cile), dall'Asia il Nantou Folk Dance Group di Nantou (Taiwan), mentre per l'Europa saliranno sul palco i gruppi Istebna provenienti dall'omonima città polacca e Oteks Folk di Ohrid (Macedonia).
PERCORSO ITINERANTE
Il folklore italiano sarà rappresentato dai gruppi Pizzeche & Muzzeche di Vieste (Foggia) e Is Currulleris De Su Brugu di Oristano. Durante le sei serate funzioneranno cucina e bar con specialità a tema per ogni serata.
Anche quest’anno la manifestazione indosserà la veste di percorso itinerante nella provincia di Varese. Durante la settimana i gruppi si esibiranno anche a Marchirolo, Venegono Inferiore, Gallarate, Luino, Lavena Ponte Tresa, Castello Cabiaglio, Valganna e Ponte Lambro (Como).
In 32 anni al festival hanno partecipato 19 nazioni europee (Bulgaria, Serbia, Lettonia, Spagna, Germania, Ungheria, Moldavia, Russia, Romania, Georgia, Francia, Slovacchia, Croazia, Portogallo, Ucraina, Turchia, Grecia, Svizzera e Polonia), 9 dal Nord e Sud America (Perù, Argentina, Messico, Usa, Brasile, Colombia, Costarica, Cile, Canada), 5 dall’Africa (Egitto, Kenya, Madagascar, Benin, Algeria), 2 dall'Oceania (Nuova Zelanda, Wallis e Futuna) e 2 dall’Asia (India e Taiwan). L’Italia ha partecipato con 15 regioni (Veneto, Liguria, Molise, Campania, Basilicata, Lazio, Sicilia, Friuli, Emilia Romagna, Lombardia, Puglia, Sardegna, Calabria, Toscana, Piemonte).

PROGRAMMA PRINCIPALE
*Venerdì 14 luglio (ore 21), Nantou Folk Dance Group (Taiwan) e I Tencitt di Cunardo; 
*Sabato 15 luglio (ore 21), Pizzeche e Muzzeche di Vieste e Ballet Folclorico de Padre Las Casas.
*Domenica 16 luglio, apertura visite guidate delle grotte dell'Orrido di Cunardo (ore 10); Pizzeche e Muzzeche di Vieste; Nantou Folk Dance Group; Ballet Folclorico de Padre Las Casas (ore 21);
*Venerdì 21 luglio (ore 21), Istebna (Polonia) e I Tencitt di Cunardo;
*Sabato 22 luglio, Is Currulleris De Su Brugu di Oristano (ore 21); Musica da Ballo con l'Orchestra Davide Mauri Band (ore 22).
*Domenica 23 luglio (ore 21), Is Currulleris De Su Brugu di Oristano; Istebna (Polonia); Oteks Folk (Macedonia). 

Cunardo, "I Tencitt" da 40 anni sull'onda

Festeggiato l'anniversario di fondazione del gruppo folk
Tencitt, gruppo 2018

Si esibì per la prima volta nel 1979 sul palco dell’oratorio in occasione del bicentenario della chiesa e da quel giorno l'Associazione culturale e folkloristica I Tencitt di Cunardo (Varese) ha continuato a crescere sempre più. In quella stessa chiesa, domenica 22 settembre 2019, il gruppo folk si è ritrovato per ricordare l'anniversario con un rito religioso, seguito poi da scambio di saluti e un momento di aggregazione tra sede del gruppo e Baita del fondista.
«Una storia molto articolata quella dei Tencitt, della quale potremmo scriverci dei libri» ha dichiarato il giovane presidente Mirko Barili. «Il merito di tutto questo – ha aggiunto - è sicuramente da attribuire al fondatore e presidente onorario Angelo Morisi, personaggio noto in tutta la comunità, il quale mi ha personalmente insegnato i valori del folklore, passandomi il testimone per la guida dell’associazione».
I Tencitt vantano una carriera ricca di riconoscimenti e successi e una reputazione nota ormai a livello nazionale e internazionale. Formazione e repertorio hanno saputo filtrare anche partecipazione e organizzazione di diversi eventi, tra cui il Festival internazionale del folklore. «Il festival – ha sottolineato il presidente Barili – giunto quest’anno alla sua trentaquattresima edizione, ha creato molti legami con altri gruppi, favorendo confronti e scambi culturali con tutto il mondo».

Cunardo, alle Fornaci Ibis Giancarlo Sangregorio mezzo secolo dopo

Dal 15 luglio al 13 agosto 2017 mostra “Sincretismi” organizzata da Giorgio Robustelli e Antonio Bandirali
Fornaci Ibis Cunardo

Alle Fornaci Ibis di Cunardo (Varese), dal 15 luglio (inaugurazione ore 17) al 13 agosto 2017, nuovo incontro con l’arte di Giancarlo Sangregorio. L’antica struttura ospiterà la sua mostra “Sincretismi”, organizzata da Giorgio Robustelli (Associazione culturale Amici delle Fornaci Ibis) e Antonio Bandirali (Arti visive-Comitato culturale JRC Ispra). Presentazione di Ettore Ceriani e poi concerto di violino e archi.
Giancarlo Sangregorio, nato a Milano nel 1925, inizia a scolpire come autodidatta opere in pietra nelle cave dell’Ossola. Terminati gli studi classici, frequenta i corsi di Marino Marini e Giacomo Manzù all’Accademia di Brera a Milano. Di quel periodo sono le sue prime mostre di gruppo nelle principali città italiane. Nel 1950 soggiorna alcuni mesi a Parigi e al ritorno, dal ’50 al ’58, trascorre lunghi periodi in Versilia, dove lavora il marmo delle Alpi Apuane e modella figure ceramiche alle fornaci di Viareggio.
Alle fornaci di Cunardo arriva nel 1967 nell’ambito della “Rassegna artisti contemporanei-45 scultori” e ritorna nel 1985 con una personale dal titolo “Le fornaci della calce–CALCEVIVA” presentata dal critico Raffaele De Grada. Nel 2012 Sangregorio crea una fondazione che porta il suo nome, che ha oggi sede a Sesto Calende nella stessa casa atelier. La Fondazione conserva tutta l'opera dello scultore e le sue importanti collezioni, tra cui le raccolte di arti primitive.
Orari mostra: mercoledì, giovedì, venerdì e sabato 9-12–15-18; domenica 15–18, lunedì e martedì chiuso. Informazioni: Associazione culturale Amici delle Fornaci Ibis (cell. 328.7551267) 

Condividi contenuti