Edizione n.27 di mercoledì 7 agosto 2019

Sondrio

Valtellina, trasporto bici sulla linea Sondrio-Valmalenco

Dal 14 luglio servizio sperimentale fino al 31 agosto
Servizio di trasporto biciclette Sondrio Valmalenco

In Valtellina, dal 14 luglio si effettua, in via sperimentale, il servizio di trasporto di biciclette su alcune corse della linea Sondrio-Valmalenco. Solo sei sono i veicoli trasportabili. Durata fino al 31 agosto 2019.
Il trasporto di biciclette sulla linea A36 è ammesso, previo pagamento di 5,50 euro per ogni bici, secondo le modalità ed esclusivamente sulle corse indicate di seguito. Carico e scarico esclusivamente nelle fermate di: Sondrio autostazione (capolinea), Chiesa in Valmalenco località Vassalini, Caspoggio (capolinea). Le operazioni, compresi posizionamento e fissaggio, sono a totale cura del proprietario.
Andata: Sondrio - Chiesa in Valmalenco – Caspoggio: 8:40 - 9:20 – 9:30; 11:40 - 12:20 – 12:30; 16:40 - 17:20 – 17:30; 17:40 - 18:20 – 18:30.
Ritorno: Caspoggio - Chiesa in Valmalenco – Sondrio: 10:30 - 10:40 – 11:20; 12:30 - 12:40 – 13:20; 18:30 - 18:40 – 19:20.
Va ricordato che fino al 15 settembre è aperto tutti i giorni (9-12:30 e 14:30-18:30) il noleggio Rent Bike Palù. Il servizio si trova nel cuore della Valmalenco, presso l’ufficio del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco, in località Vassalini. 

Statale 38 dello Stelvio, a Morbegno abbattuto il diaframma della galleria “Paniga”

I lavori saranno ultimati entro dicembre 2017
Valtellina, Tirano

In Valtellina un altro passo nello snellimento del traffico sulla strada statale 38 dello Stelvio. A Morbegno, lunedì 14 novembre, è stato abbattuto il diaframma della galleria 'Paniga', che costituisce il tronco più importante della variante di Morbegno.
Alla cerimonia erano presenti il sottosegretario di Regione Lombardia Ugo Parolo e rappresentanti di Anas, Provincia di Sondrio, Bim e Camera di Commercio. «La strada sarà aperta alla circolazione nel dicembre 2017, perché c'è un lavoro in corso sette giorni su sette, animato peraltro dall'orgoglio dei Valtellinesi di fare quest'opera». Lo ha annunciato Parolo, che ha ringraziato Anas e impresa appaltatrice.
Per la realizzazione dei lavori il territorio ha messo a disposizione circa 90 milioni di euro. Secondo Parolo, «l’opera è attualmente la più importante della Lombardia e ha un valore strategico a livello nazionale, tanto da essere inserita nel Contratto di programma di Anas».
Sul fronte della viabilità, in Valtellina sono in corso anche altri interventi di notevole rilievo. Due in particolare, frutto della collaborazione con Anas, rivestono un'importanza strategica per l’intera provincia di Sondrio.
Uno è la variante di Santa Lucia, che velocizzerà e snellirà il traffico da Bormio a Livigno e sarà aperta entro i primi giorni di dicembre. L’altro è la strada della Valchiavenna, dove sono in corso, in località Pozzo di Riva, i lavori di messa in sicurezza. Entrambe le opere, frutto della collaborazione con Anas, rivestono un'importanza strategica per il territorio della provincia di Sondrio. 

Passo dello Stelvio, turismo all'insegna di servizi e gestione innovativa

Accordo Lombardia-Provincia Bolzano per la valorizzazione del territorio
Valdidentro (SO) Località Pedenosso - vista verso Bormio, foto D. Cazzaniga

Valorizzare il territorio del Passo dello Stelvio in chiave di attrattività turistica nel rispetto della sostenibilità e della compatibilità ambientale. È l'obiettivo dell'accordo sottoscritto sul posto il 16 luglio 2019 dall'assessore regionale della Lombardia Massimo Sertori e dal presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher.
Prima tappa sarà, in breve tempo, la costituzione di una nuova società, partecipata dagli attori istituzionali coinvolti. Suo compito sarà, come precisato da Sertori, «lo sviluppo di servizi turistici e progetti di valorizzazione dell'area caratterizzati da una gestione innovativa e da individuare tramite un lavoro di sinergia fra Amministrazioni e operatori locali di entrambe le Regioni».
ROAD MAP DELLA START UP - A questa fase di start up seguirà, a fine 2020, una valutazione dei primi risultati operativi ottenuti in termini di efficacia ed efficienza, in modo da avere la società a pieno regime a partire dall'anno successivo.

Condividi contenuti