Edizione n.42 di mercoledì 11 dicembre 2019

Valchiavenna

Valchiavenna e Valtellina, Olimpiadi sordi

Per l'Italia in campo 16 atleti in sei discipline sportive
Valdidentro (SO) Località Pedenosso - vista verso Bormio, foto D. Cazzaniga

Si svolsero per la prima volta nel 1949 a Seefeld, in Austria, e in Italia mancano dal 1983, quando, a Madonna di Campiglio, gli Azzurri conquistarono quattro medaglie. Sono le Olimpiadi Sordi, dal 12 al 22 dicembre 2019 in scena tra Madesimo, Chiavenna e Santa Caterina Valfurva.
Le sei discipline sportive invernali selezionate sono sci alpino, sci di fondo, snowboard, hockey su ghiaccio, curling e scacchi, appena entrati nel programma invernale. L'Italia sarà presente nello sci alpino, nello snowboard, negli scacchi e nel curling con un totale di sedici atleti e molta ambizione nelle discipline della neve.
I Winter Deaflympics Games rappresentano per Regione Lombardia la prima vera prova ufficiale per i Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026. «Questo importante evento sportivo - ha detto l'assessora regionale Martina Cambiaghi (sport e giovani) - sarà, oltre ad un indimenticabile momento di festa per tutto lo sport lombardo, la vetrina perfetta per diffondere i veri valori dei Giochi Olimpici che verranno». 

Statale 38 dello Stelvio, a Morbegno abbattuto il diaframma della galleria “Paniga”

I lavori saranno ultimati entro dicembre 2017
Valtellina, Tirano

In Valtellina un altro passo nello snellimento del traffico sulla strada statale 38 dello Stelvio. A Morbegno, lunedì 14 novembre, è stato abbattuto il diaframma della galleria 'Paniga', che costituisce il tronco più importante della variante di Morbegno.
Alla cerimonia erano presenti il sottosegretario di Regione Lombardia Ugo Parolo e rappresentanti di Anas, Provincia di Sondrio, Bim e Camera di Commercio. «La strada sarà aperta alla circolazione nel dicembre 2017, perché c'è un lavoro in corso sette giorni su sette, animato peraltro dall'orgoglio dei Valtellinesi di fare quest'opera». Lo ha annunciato Parolo, che ha ringraziato Anas e impresa appaltatrice.
Per la realizzazione dei lavori il territorio ha messo a disposizione circa 90 milioni di euro. Secondo Parolo, «l’opera è attualmente la più importante della Lombardia e ha un valore strategico a livello nazionale, tanto da essere inserita nel Contratto di programma di Anas».
Sul fronte della viabilità, in Valtellina sono in corso anche altri interventi di notevole rilievo. Due in particolare, frutto della collaborazione con Anas, rivestono un'importanza strategica per l’intera provincia di Sondrio.
Uno è la variante di Santa Lucia, che velocizzerà e snellirà il traffico da Bormio a Livigno e sarà aperta entro i primi giorni di dicembre. L’altro è la strada della Valchiavenna, dove sono in corso, in località Pozzo di Riva, i lavori di messa in sicurezza. Entrambe le opere, frutto della collaborazione con Anas, rivestono un'importanza strategica per il territorio della provincia di Sondrio. 

Condividi contenuti