Edizione n.30 di mercoledì 22 settembre 2021

Sondalo (Sondrio), rientrano le alte specialità chirurgiche

Ricollocate all'Ospedale Morelli la Chirurgia Toracica, la Chirurgia Vascolare e la Neurochirurgia – Erano state trasferite allo scoppio dell'emergenza pandemica

All'ospedale Morelli di Sondalo (Sondrio) dal 1° agosto 2021 sono riattivate le alte specialità chirurgiche trasferite all'inizio della prima ondata di contagi per il coronavirus. La ricollocazione di Chirurgia Toracica, Chirurgia Vascolare e Neurochirurgia è stata deliberata il 26 luglio 2021 dalla giunta regionale su proposta della vicepresidente e assessore al welfare, Letizia Moratti.
All'inizio dell'emergenza epidemica la struttura valtellinese era stata individuata tra i presidi ospedalieri di pneumologia, malattie infettive e terapia in grado di dare una migliore risposta alla presa in carico dei pazienti covid-19. «Per favorire questa riconversione – ha spiegato Moratti - era stato necessario trasferire in altre sedi della Asst Valtellina e Alto Lario alcune delle alte specialità chirurgiche, tra le quali la Neurochirurgia, che hanno storicamente caratterizzato l'eccellenza del presidio. Oggi che la campagna vaccinale e l'andamento epidemiologico dell'emergenza in corso, gestita peraltro in modo eccellente da tutto il personale della struttura, consentono valutazioni di riorientamento delle attività ospedaliere con l'obiettivo di garantire un adeguato livello di offerta di prestazioni commisurato alla storia di eccellenza del presidio, si inizia un percorso volto a ripristinare le eccellenza dell'ospedale Morelli di Sondalo riattivando il Centro Trauma di Zona con neurochirurgia».