Edizione n. 27 di mercoledì 28 luglio 2021

Luino e Bellagio, Guardia medica turistica

Sui laghi Verbano e Lario servizio attivo fino al 27 agosto 2021
Luino e Bellagio, Guardia medica turistica
Luino e Bellagio, Guardia medica turistica

Negli ambulatori di Luino, sul lago Maggiore, e di Bellagio, sul lago di Como, dal 5 luglio 2021 opera il servizio di guardia medica turistica, attivato per l’estate dall'Agenzia di tutela salute Insubria fino al 27 agosto. I turisti, temporaneamente presenti nelle aree dei distretti di Luino e Laveno-Cittiglio (Varese) e dell’Area del Medio Lario e del Triangolo Lariano (Como), potranno inoltre rivolgersi anche ai medici di assistenza primaria che svolgono l’attività nei medesimi ambiti.
«Il servizio – chiarisce l'Ats Insubria - rientra nell'esigenza di sicurezza dettata dalla pandemia ancora in corso e, pertanto, l’accesso agli ambulatori è consentito solo previo appuntamento telefonico». Il turista può richiedere l’intervento del medico esclusivamente a fronte dell’insorgenza di un quadro clinico che necessiti di valutazione sanitaria. La guardia turistica è finalizzata, infatti, a visitare pazienti che presentino condizioni di salute per il cui trattamento non sia necessario l’accesso in pronto soccorso.
PRESCRIZIONE FARMACI
L'Ats Insubria ricorda che la prescrizione di farmaci deve essere garantita dal medico curante attraverso modalità “da remoto”. In particolare, per i medicinali ad uso cronico (antipertensivi, diuretici, antidiabetici, ecc...), i cittadini residenti in altre Ats di Regione Lombardia devono richiedere la “ricetta dematerializzata” al proprio medico di medicina generale, che, da remoto, può prescrivere i farmaci, che possono poi essere ritirati in qualunque farmacia, esibendo la tessera sanitaria.