Edizione n. 27 di mercoledì 28 luglio 2021

Reciprocità vaccinale interregionale

Vaccinazioni, In Lombardia attiva 'reciprocità interregionale'

Per i turisti con soggiorno di almeno 15 giorni possibile l'adesione sulla piattaforma regionale con tessera sanitaria e codice fiscale – Nelle province di Varese e Como campagna speciale per gli Over 60

Dal 16 luglio 2021 in Lombardia, in base ad accordi con la Struttura commissariale, è attiva la 'Reciprocità vaccinale interregionale', la somministrazione dei richiami anticovid-19 ai turisti di tutte le fasce d'età. La medesima possibilità vale naturalmente per i turisti lombardi che soggiornino per almeno quindici giorni in un'altra regione italiana. Le informazioni possono essere cercate sugli appositi portali regionali di servizio.
In fase di preadesione - precisa in una Nota la Direzione generale Welfare della Regione. - sarà necessario indicare il tipo di vaccino ricevuto in altra regione (diversa dalla Lombardia) e la data della prima somministrazione. In base al tipo di vaccino somministrato come prima dose il sistema fornirà la lista degli appuntamenti disponibili nel range temporale previsto per il richiamo (seconda dose). «A vaccinazione avvenuta - conclude la nota - l'informazione verrà trasmessa all'Anagrafe vaccinale nazionale (Avn) che condividerà i dati con la Regione di residenza del cittadino, per una corretta emissione del Green pass nazionale».
Nel territorio comasco e varesotto, dal 12 luglio, gli over 60 non ancora vaccinati o prenotati sulla piattaforma regionale potranno fino a fine mese presentarsi senza appuntamento nei centri vaccinali di Varese, Rancio Valcuvia, Gallarate, Cernobbio, Erba per ricevere il vaccino monodose Janssen. Dovranno essere muniti di tessera sanitaria, consenso informato e scheda anamnestica compilati. L’iniziativa è promossa da ATS Insubria con la collaborazione delle Asst. 

Condividi contenuti