Edizione n.21 di mercoledì 16 giugno 2021

Palazzo Marino

Milano, Palazzo Marino, don Piero Folli Giusto delle Nazioni

Don Folli

Il 6 marzo, data scelta come Giornata europea dei Giusti, Milano ha ricordato la ricorrenza in Palazzo Marino. Durante la cerimonia è stata consegnata una pergamena che riconosce don Piero Folli Giusto delle Nazioni. Erano presenti il prevosto di Luino don Sergio Zambenetti, l'assessore Pier Marcello Castelli, la consigliera Enrica Nogara,
«Con questo atto si è voluto finalmente dare un riconoscimento ufficiale ed importante all'operato e alla figura di don Piero Folli, che dopo essersi speso per salvare la vita a centinaia di persone, che a lui si erano rivolte, ha subito l'incarcerazione ed un periodo di allontanamento dalla Parrocchia che lo hanno profondamente provato – ha commenta Castelli - Al rientro in Voldomino dal periodo di detenzione, don Folli volle erigere la cappella a ricordo dell'eccidio dei Martiri della Gera presso la Baggiolina, località che costituisce un punto di riferimento importante nel ricordo della vicende della Resistenza del nostro territorio». 

Milano, arriva da Budapest la Madonna Esterházy

Il dipinto di Raffaello sarà esposto a Palazzo Marino dal 3 dicembre fino all’11 gennaio

A Milano, dal 3 dicembre 2014 all’11 gennaio 2015, sarà esposta a Palazzo Marino (sala Alessi) la Madonna Esterházy di Raffaello, proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest. Ingresso e visite guidate (prenotazione numero 800-16-76-19) saranno gratuiti.
La mostra, curata da Stefano Zuffi e accompagnata dal catalogo Skira, è un nuovo appuntamento natalizio offerto dal Comune di Milano insieme con Intesa Sanpaolo e Rinascente. Alla sua realizzazione hanno collaborato Palazzo Reale, Gallerie d’Italia di Piazza Scala e Arthemisia Group.
Il dipinto segna la conclusione del periodo trascorso da Raffaello a Firenze, prima di essere chiamato a Roma da Papa Giulio II. La sua composizione si ispira in modo esplicito a Leonardo, conosciuto e attentamente studiato da Raffaello, che porta con sé la tavola a Roma, dove aggiunge, sullo sfondo, i ruderi del Foro Romano.
Info: www.comune.milano.it/raffaello; Hashtag ufficiale: #raffaelloEsterházy.

Condividi contenuti