Edizione n. 27 di mercoledì 28 luglio 2021

Arcisate

Giornate Europee dei Mulini a Cunardo e Ganna, tra Molino Rigamonti e Maglio di Ghirla

Badia di Ganna, particolare
MAGLIO DI GHIRLA, ruota

Anche il Molino Rigamonti di Cunardo (Cunardo, via Varesina 40) e Il Maglio di Ghirla (via Montello, 5), nel Varesotto, partecipano, sabato 21 e domenica 22 maggio, alle Giornate Europee dei Mulini. L’evento è organizzato dalla Comunità Montana del Piambello di Arcisate nell’ambito al progetto “Acqua, fuoco…ferro e farina–Storia e futuro di una valle sulle ruote di Magli e Mulini” con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Provincia di Varese, Slow Food e altri enti.

Questo il programma:
SABATO 21
•MAGLIO DI GHIRLA: Efesto, il fabbro degli dei, dimostrazione a cura dei Forgiatori del Maglio (ore 16); nella sala polivalente: Uomini di mais, progetto per la valorizzazione di mais antichi per l’alimentazione umana. Antiche varietà per una nuova agricoltura. Recupero e coltivazione di mais antichi nel territorio varesotto (ore 18 a cura di Alberto Senaldi Slow Food Varese).
Seguirà (ore 19) intrattenimento folcloristico a cura dei Tencitt di Cunardo e poi (ore 19:30): Sapori in cena, a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine (cena solo su prenotazione: tel. 340.5037208; e-mail: clodloca@gmail.com; euro 5 a persona, bevande escluse). Al termine (ore 21): Scintille notturne... si plasma il ferro.
DOMENICA 22
•MAGLIO DI GHIRLA: Dimostrazione forgiatura e Sapori in pranzo a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine (ore 12; pranzo solo su prenotazione: tel. 340.5037208; e-mail: clodloca@gmail.com; euro 5 a persona, bevande escluse).
•DAL MAGLIO AL MOLINO RIGAMONTI (ore 14-19): Percorso di mais, installazioni che raccontano il ciclo del mais (a cura di Slow Food Varese).
*AL MOLINO RIGAMONTI: visite guidate per riscoprire l’antica arte molitoria e le atmosfere di un tempo; “L’appetito vien...leggendo: le nostre valli si raccontano” a cura della Biblioteca Comunale Valganna e della Biblioteca Comunale Cunardo.
•BADIA DI GANNA (ritrovo alle ore 14:30) e... “le ruote girano!”: tutti in bici lungo la Via Francisca del Lucomagno.
• MOLINO RIGAMONTI (ore 16): Dolci di mais, istruzioni per l’uso (a cura di Happy Kitchen e Slow Food Varese). Dimostrazione della preparazione dei dolci di mais: Amor polenta, dolce della tradizione varesina; paste di meliga. Al termine, Corrado Alberti, mastro fornaio (Forno Iris Margherita) parlerà del pane di mais e della sua preparazione. Seguirà (ore 18): Polente e dintorni (degustazione a cura della Proloco Valganna) con il gruppo musicale Quelli dell’Osteria. Solo su prenotazione (tel. 0332.716101 oppure e-mail: giornatemulini@gmail.com; posti limitati; euro 5 a persona).  

Ricerca sulla Sla, sostegno anche dal ciclismo

Oltre 250 appassionati alla prima “Randonnèe di Arcisate”
partenza Randonnèe di Arcisate

Alla Fondazione AriSla, impegnata nel finanziare progetti di ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica (Sla), arrivano 8mila euro dal Varesotto. Ad Arcisate, domenica 4 luglio 2021, oltre 250 appassionati di ciclismo hanno partecipato alla prima “Randonnèe”, organizzata dalla locale Società dilettantistica di ciclismo e nata per iniziativa di Daniele Bongiorno, appassionato di ciclismo e tra gli iscritti della società.
Tra i partecipanti c'erano anche l’ex professionista Cadel Evans e il Team AriSla, composto da volontari e guidato dal castellettese Oscar Nicoletti, che dal 2016 si impegna per sostenere la mission della Fondazione. «Abbiamo lavorato per mesi, superando le criticità dovute all’emergenza covid-19, per la buona riuscita dell’evento e siamo soddisfatti della ampia partecipazione e del risultato raggiunto» ha dichiarato il presidente Fabio Mentasti.
Per il presidente di Fondazione AriSla, Mario Melazzini, la manifestazione ha avuto il merito di trasformare una passione, quella per il ciclismo, in un sostegno concreto alla ricerca sulla Sla. «Il gesto contribuisce ad incrementare le risorse da mettere in campo per aiutare chi fa ricerca a sviluppare nuovi progetti. Ogni aiuto è fondamentale per raggiungere nuovi risultati: insieme possiamo costruire un mondo libero dalla Sla.
AriSla è nata nel 2008 per volontà di Aisla Onlus, Fondazione Cariplo, Fondazione Telethon, Fondazione Vialli e Mauro per la ricerca e lo sport Onlus. Ad oggi ha investito in ricerca oltre 13,2 milioni di euro, sostenendo 85 progetti di ricerca e 136 ricercatori in tutto il territorio nazionale contribuendo al raggiungimento di importanti risultati per la comprensione di questa malattia, che solo in Italia coinvolge 6mila persone,

Condividi contenuti