Edizione n.34 di mercoledì 16 ottobre 2019

Veicoli inquinanti, rottamazione agevolata per privati e imprese

Contributi regionali fino a 8.000 euro - Per il periodo 2019-2020 sono a disposizione 26,5 milioni della Lombardia

Per la sostituzione dei veicoli inquinanti nel periodo 2019-2020 imprese e privati potranno ottenere in Lombardia un contributo fino a 8.000 euro. La giunta regionale ha stanziato 26,5 milioni di euro a favore sia di imprese (8,5 milioni) sia di cittadini (18 milioni). Le domande potranno essere presentate a partire dal 15 ottobre 2019.
DESTINATARI DEL BANDO
- Soggetti privati residenti in Lombardia che radiano per demolizione un autoveicolo per il trasporto persone a benzina fino a euro 2 o diesel fino ad Euro 5, oppure radiano per esportazione all'estero un autoveicolo diesel per il trasporto persone Euro 3o, euro 4o o euro 5 e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un'autovettura di nuova immatricolazione o già immatricolata in grado di garantire bassissime emissioni di inquinanti. È necessaria inoltre la presenza, sul contratto d'acquisto del nuovo autoveicolo, di uno sconto di almeno 12 per cento sul prezzo di listino oppure in alternativa per i soli veicoli elettrici puri di un importo pari ad almeno 2.000 euro. Sono ammessi anche gli interventi (radiazione e acquisto) effettuati antecedentemente all'avvio della presente misura ma successivi alla data del 2 agosto 2018 (data di approvazione della delibera n.449/2018 che ha introdotto nuove limitazioni della circolazione dei veicoli inquinanti
- PMI (meno di 250 persone e fatturato non oltre 50 milioni di euro) - Tutte le imprese con sede, anche operativa in Lombardia ai sensi dei Regolamenti CE 1407/2013 (aiuti 'de minimis') e 651/2014 (aiuti in materia di tutela ambientale). Per accedere al contributo, è sempre necessaria la contestuale radiazione per demolizione o per esportazione all'estero di un autoveicolo inquinante e la presenza, sul contratto d'acquisto del nuovo autoveicolo, di uno sconto di almeno 12 per cento sul prezzo di listino.
CONTRIBUTI
Per quanto le autovetture private, a fronte della radiazione di un'autovettura di categoria M1, fino a Euro 2 con alimentazione a benzina e fino a euro 5 con alimentazione diesel, sarà possibile ricevere un contributo da 2.000 a 8.000 euro secondo i valori emissivi: 8.000 euro per vetture con emissioni di CO2 pari a zero, da e 6.000 a 4.000, secondo le emissioni di NOx, per vetture con emissioni di CO2 fino a 60 g/km, da 5.000 a 3.000 euro, secondo le emissioni di NOx, per vetture con emissioni di CO2 maggiori di 60 g/km fino a 95 g/km e, in ultimo da 4.000 a € 2.000, secondo le emissioni di NOx, per vetture con emissioni di CO2 maggiori di 95 g/km fino a 130 g/km.
Per quanto riguarda i veicoli destinati alle imprese, i contributi variano da 2.000 a 20.000 euro secondo la categoria emissiva del veicolo. Per i veicoli 'pesanti' Euro VI, anche con criteri incentivanti rispetto all'utilizzo di combustibili alternativi, mentre per i veicoli "leggeri" Euro 6 il contributo è basato sulle emissioni di CO2 (ciclo NEDC) e sulle emissioni di NOX (RDE) PM10.