Edizione n.38 di mercoledì 13 novembre 2019

Vallemaggia (Canton Ticino), Valentina Locatelli al timone del Centro Internazionale di Scultura

CIS/Valentina Locatelli_photo C. Duckett

A Peccia di Lavizzara (Vallemaggia), in Canton Ticino, tutto è pronto per l’avvio del Centro Internazionale di Scultura, che verrà ufficialmente inaugurato sabato 2 maggio 2020. La fondazione ha scelto tra decine di candidature e nominato all’unanimità direttrice Valentina Locatelli, che entrerà in carica il 1° gennaio 2020.
Nata a Bergamo e residente a Berna, Valentina Locatelli vanta un curriculum particolarmente prestigioso. Laurea in lingue e letterature straniere, parla e lavora anche in inglese, tedesco, francese e spagnolo. Ha conseguito il dottorato di ricerca all’Università degli Studi di Bergamo, trascorrendo lunghi periodi di ricerca e studio nella Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera e nella Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda. Tra i vari titoli professionali può annoverare anche il Master of Advanced Studies in museologia delle Belle Arti ottenuto all’Université de Genève
La sua carriera è iniziata lavorando per case d’asta internazionali come Christie’s e Dorotheum (Vienna) e con mostre e progetti artistici internazionali. Recentemente ha curato l’ambizioso programma artistico dedicato all’arte moderna e contemporanea dell’America Latina, presentato al Grand Palais di Parigi in occasione di Art Paris 2019. 

CHE COS'È IL CENTRO INTERNAZIONALE DI SCULTURA
Il Centro Internazionale di Scultura è l’unica istituzione in Svizzera interamente dedicata alla produzione ed esposizione della scultura internazionale contemporanea. La sua articolata costruzione su progetto degli architetti Francesco e Michele Bardelli di Locarno è stata ultimata in estate ed è pronta per accogliere i primi cinque Artists-in-Residence, scelti da una giuria di esperti su un lotto di ben centotrentadue candidati da tutto il mondo. Ognuno avrà a disposizione il proprio atelier e l’ampio piazzale dotato di tutte le infrastrutture necessarie per la scultura; tutti abiteranno nella Casa degli artisti situata nel nucleo del villaggio.