Edizione n.48 di mercoledì 13 dicembre 2017

Cai Luino, camminata delle foglie secche

foglie secche, foto Cai Luino

Domenica 17 dicembre camminata del Cai Luino (gratuita con condivisione spese auto) tra colline e basso lago Maggiore. Percorso ad anello con inizio e termine a Quassa di Ispra attraverso fattorie, ville, castelli, chiesette campestri e massi erratici tra lago e area naturalistica. Lunghezza totale 17.4 chilometri; tempo di percorrenza medio, oltre cinque ore; difficoltà T1; dislivello complessivo 390 metri.
Ritrovo a Luino (ore 7.50) nel posteggio a lago del Porto nuovo e partenza con mezzi propri per Quassa. Pranzo al sacco.
Tra i sassi erratici il più famoso é l’imponente Sasso Cavallasc, un megalite scistoso caratterizzato da una forte inclinazione con preponderante parte conficcata al suolo. Originato probabilmente da una frana nelle valli del Gottardo o del Sempione, fu trasportato dal ghiacciaio che copriva tutta l'area del Lago Maggiore (24.000 – 10.000 anni fa).

Belvedere di Luino, presepe nel bosco dei folletti
Sabato pomeriggio 16 dicembre, passeggiata gratuita al presepio realizzato in località Belvedere di Luino dal consigliere del Cai Luino Sandro Morandi. Partenza con mezzi propri da Luino (ore 13,45 ingresso posteggio piscine comunale) per Poppino verso posteggio “in butega”. Poi cammino a piedi verso Bonga, dove con un itinerario ad anello si arriva al presepio del Belvedere.
Durata, due ore; dislivello 70 metri; difficoltà T1. In caso di maltempo il programma potrebbe subire delle variazioni

Festa dei Lumineri a Cannobio
Il CAI Luino aderisce all’iniziativa della Navigazione Lago Maggiore per partecipare alla Festa dei Lumineri in programma domenica 7 gennaio 2018 a Cannobio. Numero max posti disponibili 100; quota comprensiva di viaggio in battello e cena euro 40. La partecipazione è riservata ai soli possessori della prenotazione precedentemente acquistata alla biglietteria di imbarco.
Appuntamento ore 15,45 all'imbarcadero di Luino e partenza in battello (ore 16,05) per Cannobio. Visita del borgo illuminato e possibilità di partecipare alla funzione religiosa. Poi (ore 19) imbarco sulla motonave per assistere dal lago alla processione che percorre il lungolago, reso suggestivo da migliaia di lumini rossi mentre tutte le luci del borgo sono spente. Al termine della processione cena a bordo con crociera con lo stesso menù che veniva servito nel 1522 all'osteria di Tommaso Zaccheo quando avvenne il miracolo. Rientro a Luino ore 21.50.
«A Cannobio - come riporta una nota del Cai Luino - la Festa dei Lumineri ogni anno ricorda, il 7 gennaio, la notte del 1522, quando la gente accorse alla trattoria Zaccheo per rendersi conto del miracolo che era accaduto. Da una tavoletta sacra, dedicata alla deposizione di Cristo dalla croce, era sgorgato del sangue da una costola. Da allora la notte del miracolo l'illuminazione pubblica è spenta e il paese è illuminato da diecimila lumini, posati ovunque, sui davanzali delle finestre, sui balconi, lungo le vie e perfino sul campanile. Anche sulle barche che accompagnano il passaggio della processione sul lungolago ci sono lumini rossi». 

Scambio auguri al Cai Luino
Giovedì 21 dicembre (ore 21,15) al CAI Luino tradizionale scambio di auguri natalizi con la presenza del Coro Città di Luino. Durante l'incontro saranno consegnati ai soci i distintivi d'oro per 50 e 25 anni di fedeltà al sodalizio.
---------
Per informazioni (punto di ritrovo, assicurazione, trasporto, condizioni meteo, programmi, abbigliamento, attrezzature, note tecniche, viveri, prenotazioni e altro) rivolgersi a: CAI LUINO, via B.Luini 16, Luino (il giovedì dalle 21 alle 23; tel. 0332-511101; e-mail cailuino@cailuino.it); INFORMAZIONI TURISTICHE, Luino (via della Vittoria 1; tel. 0332-530019); Biglietterie Navigazione Lago Maggiore di Luino (piazza Libertà). 

Calcio, la partita non era in tasca

In Prima Categoria–Girone A Luino Maccagno–Folgore Legnano 1-1

(Mon) Domenica 10 dicembre il Luino pareggia sul finire una partita che pensava di aver già in tasca. Contro i diretti avversari per la salvezza della Folgore di Legnano non arrivano gli sperati tre punti e il termine gara ha portato qualche discordanza.
Nel primo tempo, alla mezz’ora, Diana porta in vantaggio i rossoblù, al termine di una bella azione personale conclusa con un diagonale imprendibile. I luinesi danno l’impressione di avere la partita in pugno e riescono a confezionare un buon numero di occasioni, senza però sfruttarne alcuna.
Nella ripresa la musica non cambia. Il gioco resta nelle mani della squadra di mister Albertoli, che non riesce a mettere a segno l'azione decisiva. A due minuti dalla conclusione gli ospiti segnano la rete che vale il pareggio; protestano i verbanesi che non condividono il fermo dell’arbitro per fuorigioco a due contropiede. Oramai è troppo tardi e la gara finisce 1 a 1.
Domenica 17 dicembre (ore 14.30) trasferta in casa del San Marco. 
Formazione Luino. Maccagno: Crugnola, Iozzino, Viganò, Vallone, Arioli, Pollio, Galbiati (dal 73’ Belkadir), Castorino, Cortez, Lucchini, Diana. A disposizione: Braccio, Caputo, Bosetti, Cerinotti, Morandi, Coulibaly. Allenatore Stefano Albertoli.

Basket, Pallacanestro Verbano Luino con nervi alle stelle Buccinasco

Pallacanestro Verbano 71 - 67

(Mon) Domenica 10 dicembre la Pallacanestro Verbano Luino esce sconfitta da Buccinasco, dopo una partita rocambolesca dominata per almeno tre quarti della durata dell’incontro. Ancora una volta risulta fatale l’ultima frazione di gioco, anche se i soli ventisette punti segnati dopo l’intervallo sono un campanello d’allarme che deve far riflettere la squadra guidata da Andrea Manetta.
Buona partenza dei lacuali, con ottime soluzioni in attacco e una difesa attenta anche ai particolari. Nella seconda parte del tempo gli ospiti allentano la presa e Buccinasco ne approfitta per rientrare in partita. Ci pensa Spertini con due canestri pesanti consecutivi a ristabilire le distanze, chiudendo la frazione avanti per 19 a 25.
I locali ripartono a testa bassa pressando a tutto campo e cercando ogni occasione per riportarsi in parità. In questa fase giganteggia ancora Spertini (alla fine della gara ventisei punti per lui, con otto su dodici da tre punti), che quasi da solo riesce a mantenere inalterati i distacchi. Quando le squadre vanno negli spogliatoi per il risposo lungo, sono otto i punti di vantaggio per i luinesi (32 a 40).
Si riprende con ottime sensazioni per Luino, che continua a bucare la retina dalla lunga distanza e riesce a difendere con convinzione. I locali, da parte loro, appaiono tonificati dalla pausa e iniziano una lenta ma inesorabile risalita nel punteggio. La PVL perde qualche pallone di troppo e la gara torna in equilibrio, mentre i lacuali con un guizzo finale riescono a chiudere avanti anche il terzo periodo per 55 a 57.
Nell’ultimo quarto si gioca punto su punto. Luino mostra qualche nervosismo di troppo e perde palloni importanti, che si sommano a poca lucidità al tiro. I padroni di casa sono guardinghi e aspettano il momento per sferrare la zampata decisiva. Il momento è delicato, ma gli ospiti si fanno vincere dal nervosismo e faticano a dar continuità al gioco. A sessanta secondi dal termine, locali avanti solo di due punti, con possibilità ancora intatte per entrambe le squadre. Luino non riesce a trovare la giusta concentrazione e lascia campo libero agli avversari, che chiudono avanti di quattro punti. Risultato finale con vittoria per Buccinasco 71 a 67.
Prossimo appuntamento venerdì 15 dicembre alle 21.30 a Luino nella palestra del Palabetulle. Sarà ospite la Phoenix Iria di Voghera. I pavesi sono appaiati in classifica con 14 punti e rappresentano un ottimo test per ripartire dopo due sconfitte consecutive. Servirà tutto il calore del pubblico per riprendere confidenza con la vittoria.
Formazione Verbano Luino: Cavallini n.e., Vitella A., Vitella L. 2, Gardini 13, Pehar 4, Gubitta (capitano) 8, Cipolletta, Terzaghi 7, Colombo 3, Spertini 26, Palazzi 4. Allenatore Andrea Manetta.

Canottieri Luino, al timone Renato Gaeta

Alle spalle del nuovo capo allenatore napoletano un curriculum di vogatore di successo e di tecnico dal Posillipo al Varese e al Monate
canottaggioLuino, Renato Gaeta

Renato Gaeta è il nuovo capo allenatore della Canottieri Luino. Il tecnico napoletano metterà la sua esperienza e le sue qualità al servizio della crescita dei settori agonistico e giovanile del sodalizio gialloblù presieduto da Luigi Manzo.
Un passato da vogatore di successo, dal 1975 al 1988 al Posillipo, con due partecipazioni alle Olimpiadi condite dal quarto posto nel 4 di coppia alle Olimpiadi di Los Angeles 1984, sette maglie azzurre ai Mondiali con un titolo iridato universitario (1984), due bronzi ai Mondiali di Duisburg 1983 (4 di coppia) e Copenaghen 1987 (4 con) e due argenti alla Coppa delle Nazioni 1980 e 1981. Da tecnico, il suo percorso è caratterizzato dagli insegnamenti di maestri del calibro di Gianni Postiglione, Thor Nilsen, Giuseppe De Capua e Andrea Coppola.
Dopo aver iniziato al Posillipo, Gaeta si è spostato a Varese, dove ha allenato Canottieri Varese (1990-2002 e 2004-2010) e Canottieri Monate (2002-2004 e 2011-2017). A più riprese, negli anni Duemila, il tecnico partenopeo ha collaborato anche con le squadre giovanili della Nazionale, ricoprendo nel 2006 il ruolo di caposettore Under 23. Attualmente, riveste anche la carica di caposettore femminile FIC Lombardia. 

«Il nuovo consiglio direttivo - ha dichiarato il presidente della Canottieri Luino Luigi Manzo - ha unanimemente voluto un deciso rafforzamento del settore tecnico anche per meglio fronteggiare l'attuazione dei progetti di promozione e sviluppo in corso. L'inserimento di una figura carismatica e di grande esperienza come Renato Gaeta si aggiunge a un triennio di grandi trasformazioni interne, culminate nella riqualificazione della sede di Luino e della base nautica di Lavena Ponte Tresa» 
. 

Calcio, a Tradate altro passo falso del Luino Maccagno

In Prima Categoria–Girone A Tradate – Luino Maccagno 3 - 0

(Mon) Domenica 3 dicembre il Luino Maccagno esce con le ossa rotta anche dal confronto con Tradate e resta solitario ultimo in classifica. La sconfitta è forse troppo rotonda nel risultato considerato che i ragazzi di mister Albertoli non hanno rinunciato ad affrontare a viso aperto l’avversario.
Primo tempo chiuso senza reti e tante occasioni da ambo le parti. I rossoblù si fanno preferire nell’arco dei quarantacinque minuti per volontà e intraprendenza. I padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio sul finale di tempo, in due occasioni. Crugnola si supera e Castorino fa il resto, salvando il risultato con un intervento provvidenziale.
All’inizio della ripresa, dopo due minuti di gioco, Tradate trova la via della rete e, per la prima volta, il Luino Maccagno sembra barcollare. Il 2 a 0 arriva al 19. Quando manca un minuto al termine, la terza rete fissa il risultato finale. Era difficile riuscire a fare di più.
Prossima gara, domenica 10 dicembre, alle 14.30. Al Parco Margorabbia arriverà la Folgore Legnano. Gli avversari non sembrano, alla vigilia, di quelli irresistibili, tuttavia ogni pronostico è superfluo.
Formazione Luino. Maccagno: Crugnola, Iozzino, Castorino, Arioli (dal 32’ Cortez), Vallone, Ferrini, Pollio (dal 81’ Bosetti), Lucchini, Romano, Diana, Galbiati (dal 82’ Morandi). A disposizione: Silipo, Caputo, Coulibaly. Allenatore Stefano Albertoli.

Basket, prevale la capolista

Serie C, Pallacanestro Verbano Luino – Cantù 66 - 73

(Mon) Venerdì 1° dicembre, Luino, dopo un novembre strepitoso, cede contro la capolista Cantù. Partita in avvio equilibrata, con difese attente e buona circolazione di palla in attacco. I padroni di casa cercano con troppa insistenza il canestro da tre punti, la mira però non è quella delle serate migliori. Gli ospiti invece sono più tranquilli e precisi. Chiudono il tempo in un forcing che obbliga il Verbano a cercare di limitare i danni con la difesa a zona. Il primo quarto finisce sull'11 a 19.
Cantù ricomincia a tambur battente. Soluzioni importanti la portano in vantaggio di dodici punti. Luino imposta una difesa che fa ritrovare tranquillità e un buon numero di rimbalzi. Veloci contropiedi aiutano a risalire fino a soli cinque minuti di distanza. Cantù mette sul parquet tutta la sua forza e nella prima metà di partita è avanti di tredici punti. 28 a 41.
Dopo l’intervallo, il Luino appare determinato a giocarsi fino in fondo l’incontro. Un parziale di 9 a 2 dà nuove speranze ai verbanesi, i comaschi tuttavia non mollano. A metà tempo fiammata della squadra guidata da Andrea Manetta, che si fa sotto fino a cinque punti di distacco, ma con un nuovo parziale di 6 a 0 gli ospiti concludono il terzo periodo avanti per 51 a 58.
Tutto si gioca nell’ultima frazione. Luino riparte a razzo e, dopo due minuti due sono anche i punti di distacco. La partita va avanti ora punto a punto. Pehar e Terzaghi prendono per mano i compagni e, a 240 secondi dal termine, la gara torna in equilibrio (64 a 64). Finale incandescente, Cantù in lunetta a ripetizione senza sprecare nulla e locali che provano il tutto per tutto. Vince Cantù col punteggio di 66 a 73, ma la sconfitta per Pallacanestro Verbano è onorevole e rinvigorisce la convinzione che la PVL sia compagine di carattere.
Prossima gara domenica 10 dicembre, alle ore 18.30, a Buccinasco, contro una squadra che rispetto ai luinesi ha raccolto meno punti. Sarà un test importante.
Formazione Verbano Luino: Cavallin 0, Vitella A. 0, Vitella L. 0, Gardini 8, Pehar 17, Cagliani 0, Gubitta (capitano) 0, Cipolletta 0, Terzaghi 13, Colombo 4, Spertini 15, Palazzi 9. Allenatore: Andrea Manetta.

Cai Luino, sulla Via Verde dei Laghi all’eremo di Santa Caterina

Eremo di Santa Caterina, foto Cai Luino
Presepe Maccagno 2017, foto Cai Luino

Venerdì 8 dicembre escursione lungo un tratto del Sentiero del Verbano con il CAI Luino da Sesto Calende a Luino al confine svizzero. Grande varietà di paesaggi con boschi, radure, montagne, lago. L’itinerario si svilupperà tra Laveno e Monvalle incontrando l'Eremo di Santa Caterina, Cerro e il suo panoramico lungolago, il Museo della ceramica, la chiesa romanica di San Defendente, Arolo con la strada romana, il promontorio del Sasso Moro.
Inizio e termine, Cerro. Lunghezza totale 16.9 km, tempo di percorrenza medio 4.55 ore. Difficolà T1. Dislivello complessivo 380 metri. Programma: ore 7.50 appuntamento al posteggio a lago del Porto nuovo a Luino, ore 8 partenza con mezzi propri per Cerro. Pranzo al sacco. Escursione gratuita con condivisione spese auto.


Presepe nella roccia al Cinzanino di Maccagno
Tra le rocce del Cinzanino sul golfo della Gabella di Maccagno il CAI Luino inaugurerà sabato 9 dicembre il “Presepio nella roccia”. I volontari coadiuvati da Giorgio Bianchi hanno realizzato sulla balconata a strapiombo una Natività molto suggestiva. Ore 15 inaugurazione, ore 15,30 rinfresco offerto dal CAI Luino.

Passeggiate ai presepi
Dal 9 dicembre al 5 gennaio, la sezione del CAI Luino organizza uscite per visitare i presepi che ogni anno si rinnovano nelle Valli del Luinese. L'iniziativa - "Un presepe per camminare" - propone passeggiate accompagnate da esperti, con percorsi semplici della durata di due o tre ore o brevi spostamenti con auto. La partecipazione non comporta nessuna iscrizione ed è gratuita.
Allestiti in chiese, edifici e giardini pubblici, antichi lavatoi, sotto portici e in case private, negli angoli più caratteristici, le opere sono il frutto dell'assiduo impegno di associazioni, gruppi, famiglie. Creatività e anche costi che meritano ricompensa e partecipazione. Capita però che alcuni di questi raffinati lavori rimangano nascosti. Il CAI Luino ricorda perciò che è possibile segnalare il proprio presepe.
Programma: sabato 9 dicembre, inaugurazione Presepe nella roccia a Maccagno con Pino e Veddasca; sabato 16 dicembre, inaugurazione Presepe del CAI Luino al Belvedere nel bosco dei Folletti; venerdì 22 dicembre, presentazione del Presepe CAI Luino presso l'ingresso biglieteria navigazione Lago Maggiore di Luino; sabato 23 dicembre, escursione dei presepi in Valdumentina; mercoledì 27 dicembre, escursione dei presepi di Luino e dintorni; giovedì 28 dicembre, escursione dei presepi di Maccagno e dintorni Maccagno; sabato 30 dicembre, escursione dei presepi in Valtravaglia; mercoledì 3 gennaio, “I presepi della Valveddasca”. Per segnalare altri presepi cui effettuare visite e per dettagli sugli itinerari contattare il CAI Luino.
Il presepe nel tronco  Anche nell’atrio della biglietteria della Navigazione Lago Maggiore è collocata una Natività. L'opera, realizzata da Roberto Ballinari. è intagliata in un unico pezzo tratto dal tronco di una pianta secolare di castagno.

Info e adesioni, secondo le località: CAI Luino via B. Luini 16 tel/fax 0332 511101; e-mail cailuino@cailuino. Info turistiche, via della Vittoria 1 Luino – tel. 0332-530019. Pro Loco Maccagno con Pino e Veddasca, tel 0332 562009; CAI Luino sede aperta giovedì dalle 21 alle 22.30, tel 0332511101; e-mail cailuino@cailuino.it