Edizione n.39 di mercoledì 20 novembre 2019

Recupero cascine, meno burocrazia per 30.000 edifici dismessi

In Lombardia primo sì a un emendamento al progetto di legge sulla rigenerazione urbana

Nuova vita si annunzia per le 30.000 cascine abbandonate della Lombardia. Potranno essere recuperate con usi anche diversi da quello agricolo grazie a una norma antiburocrazia promossa dall'assessore regionale Fabio Rolfi.
La commissione consiliare territorio dell'assemblea ha approvato il 31 ottobre 2019 un suo emendamento al progetto di legge sulla rigenerazione urbana, volto a semplificare il recupero degli edifici rurali dismessi. Una volta accolta la norma in via definitiva da parte del Consiglio regionale, sarà possibile riqualificare le cascine abbandonate attraverso una procedura urbanistica semplificata, cambiandone anche la destinazione d'uso.
«In Lombardia - ha precisato Rolfi - sono 30.000 le cascine abbandonate sulle circa 13.000 totali della nostra regione. Le cascine potranno essere recuperate con usi anche diversi da quello agricolo, penso ad attività ricettive o sportive, con alcune preclusioni: la media e grande distribuzione commerciale e la destinazione produttivo-industriale per salvaguardare la storia degli edifici».