Edizione n.35 di mercoledì 10 ottobre 2018

Pallanza, Troubetzkoy ponte tra Museo del Paesaggio e musei di Mosca e S. Pietroburgo

Presentati quattro libri in lingua russa dedicati all'artista
Tretyakov, foto Museo del paesaggio
Tretyakov, foto Museo del paesaggio

In Russia è ancora oggi molto amato e apprezzato per l'innovazione che portò nell'ambiente artistico locale. Durante il suo soggiorno dal 1898 al 1905 realizzò uno dei monumenti equestri più imponenti e discussi, quello all'Imperatore Alessandro III, inaugurato nel 1909 nella piazza Znamenskij a S. Pietroburgo. Non meraviglia allora se recentemente il Museo di S.Pietroburgo e la Galleria Tretyakov di Mosca hanno dedicato a Paolo Troubetzkoy due mostre di rilievo con opere dello scultore eseguite prevalentemente in Russia.
Troubetzkoy, italiano di nascita, russo di famiglia, è in terra verbanese un artista ben altro che sconosciuto e ignorato. A Pallanza il Museo del Paesaggio possiede numerosi modelli in gesso delle sue opere in bronzo - esposte nelle mostre al Museo russo e alla Galleria Tretyakov - e sull'attività dello scultore ha uno stretto rapporto di studio e collaborazione con le Istituzioni russe.
Per onorare l'interesse della Russia per Troubetzkoy, il Museo del Paesaggio ha recentemente concesso a un editore russo i diritti per la pubblicazione in russo del proprio catalogo. La pubblicazione è stata presentata, insieme con quelle in russo delle mostre di Mosca e S.Pietroburgo, in occasione della visita della direttrice della sezione scultura del Museo di S.Pietroburgo, Elena Karpova, al museo verbanese, avvenuta lunedì 1 ottobre 2018.
A Pallanza il direttore artistico del museo, Federica Rabai, ha presentato i quattro libri in lingua russa sull'opera e la vita dello scultore Paolo Troubetzkoy: 1) catalogo collezione Museo del Paesaggio in lingua russa; 2) catalogo mostra 2016 Museo Russo S.Pietroburgo; 3) catalogo mostra 2018 Galleria Tretyakov Mosca; 4) libro “Paolo Troubetzkoy-scultura e genealogia”. Altri relatori sono stati Elena Karpova, Roberto Troubetzkoy (Galleria Tretyakov Mosca) e Michail Talalay (Accademia Russa delle Scienze e autore del libro Paolo “Troubetzkoy–scultura e genealogia”).