Edizione n.16 di mercoledì 22 maggio 2019

Milano, la singolare arte di Franco Rognoni

Sul pittore milanese incontri e mostre tra capoluogo e costa verbanese
volume "Franco Rognoni"

Omaggio a Franco Rognoni, venerdì 17 maggio, al Circolo Filologico Milanese di via Clerici 10 (Sala delle Colonne, dalle 18,30 alle 20,30), in collaborazione con l'Archivio Rognoni.
Durante la serata, coordinata dalla critica d'arte Vera Agosti. verrà presentato il libro “Franco Rognoni”, di Elena Pontiggia (Umberto Allemandi Editore). L'autrice racconterà le scelte stilistiche e di contenuto del volume tramite la proiezione di alcune opere del pittore.
Come scrive Pontiggia, «Con la sua figuratività un po' astratta e il suo astrattismo molto narrativo, col suo surrealismo realista e la sua quotidianità metafisica, con la sua visionarietà intrisa di dolori concreti e la sua realtà di tutti i giorni trasfigurata dal sogno e dal lirismo, Franco Rognoni è uno degli artisti più singolari della seconda metà del Novecento».
Al pittore (Milano 1913-1999) saranno dedicate dalle località del lago Maggiore alcune mostre. A Luino, che conobbe Rognoni negli anni dello sfollamento e oggi ne accoglie il riposo, dal 18 maggio si svolge in Palazzo Verbania, a cura di Chiara Gatti, “Franco Rognoni. Terrazze“ .
Altre occasioni sono annunciate per estate inoltrata sulla costa piemontese. A cura di Vera Agosti, sono in calendario “Franco Rognoni. Tra il lago e la città”, dal 6 luglio a Palazzo Parasi di Cannobio (Verbania), e “Franco Rognoni. Immagini e parole”, dal 13 luglio al Brunitoio d Ghiffa (Verbania).