Edizione n.19 di mercoledì 2 giugno 2020

Montegrino, un salvagente culturale contro il coronavirus

Rivisitazione telematica dell'attività e una esposizione a Luino a cura degli “Amici del Piccio”

Per superare barriere e blocchi della pandemia, anche gli “Amici del Piccio” di Montegrino Valtravaglia (Varese) lanciano, come hanno fatto molte altre associazioni, una nuova iniziativa culturale attingendo dal lavoro svolto nei quindici anni di attività.
In collaborazione con l'amministrazione di Luino, l’associazione ripropone, attraverso brevi filmati o interviste trasmesse in passato, alcuni degli eventi culturali più significativi realizzati dal 2004, anno del bicentenario della nascita del pittore Giovanni Carnovali detto il Piccio. Ora su facebook “Ufficio Cultura di Luino” o su YouTube “Associazione Giovanni Carnovali detto il Piccio” è possibile rivedere personaggi, da Guglielmo da Montegrino e Dante Ughetti a Piero Chiara e Vittorio Sereni, ai quali l'associazione ha dedicato studio, documentari, mostre, conferenze.
A Luino inoltre, «in attesa di un ritorno alla possibilità di realizzare altri eventi culturali» come spiega la presidente Carolina De Vittori, è esposto dal 18 maggio 2020 nella chiesa prepositurale un quadro di Massimo “Antime” Parietti dedicato al viaggio del papa Giovanni Paolo II in Messico nel 1990 e prestato da Gabriella Badi. La mostra ricorda il centenario della nascita di Karol Wojtyla (18 maggio 1920-2 aprile 2005) ed è accompagnata da immagini del pontefice e cartoline con speciali annulli postali messe a disposizione dall’associazione.