Edizione n.30 di mercoledì 4 settembre 2019

Malati cronici, fragili e vulnerabili, 476 posti in più per assistenza residenziale e semiresidenziale

Nelle Agenzie di tutela della salute di Varese e Como disco verde per altri 115 posti

Saranno rafforzate con 476 posti aggiuntivi a contratto per un totale di 7 milioni di euro la cura e l'assistenza residenziale e semiresidenziale ai malati cronici, fragili e vulnerabili. Le Agenzie di Tutela della salute (Ats) della Lombardia con maggiore sofferenza sono state individuate con una delibera regionale del 22 luglio 2019 e ora potranno mettere a contratto i nuovi posti già accreditati.
Il riparto dei posti è stato illustrato il 9 agosto dall'assessore al Welfare Giulio Gallera. «Nello stesso provvedimento – ha aggiunto Gallera - abbiamo definito la possibilità di garantire aumenti di budget per 3,7 milioni di euro alle Ats per rafforzare i servizi di Assistenza domiciliare integrata e per le Cure palliative domiciliari».

AGENZIE DI TUTELA DELLA SALUTE INSUBRIA (province di Varese e Como):
Sono 115 i posti in più per disabilità e fragilità; 522.295 euro i fondi per assistenza domiciliare.
Nel dettaglio la suddivisione dei posti per provincia e struttura:
ASST DEI SETTE LAGHI (Varese):
- Arcisate, Comunità Alloggio Irene Cattaneo, 2 posti;
- Besano, Hospice Ai Pini, 2 posti;
- Laveno Mombello, Cdi Menotti Bassani, 20 posti;
- Laveno Mombello, Hospice Menotti Bassani, 1 posto;
- Malnate, Cdd di Bregazzana, 5 posti;
- Malnate, Società di Mutuo Soccorso di Malnate e dell'Insubria, 9 posti;
- Tradate, Cdi Fondazione Velini Casa Famiglia Onlus, 15 posti;
- Varese, La Nuova Brunella, 10 posti.
ASST DELLA VALLE OLONA (Varese)
- Busto Arsizio, Manzoni, 12 posti;
- Busto Arsizio, U.G. Iv, 1 posto;
- Caronno Pertusella, Cdd Il Girasole, 2 posti;
- Cassano Magnago, Cdd Il Veliero, 4 posti;
- Castellanza, Cdi Fondazione Centro Assistenza Anziani Giulio Moroni Onlus, 1 posto;
- Gallarate, Cdi Il Melo, 1 posto;
- Gallarate, Hospice Unità di Cure palliative Altachiara, 4 posti;
- Gerenzano, Cdi Villaggio Amico, 1 posto.
ASST LARIANA (Como)
- Albiolo, Casa Enrico, 1 posto;
- Lurate Caccivio, Cdd Lurate Caccivio, 7 posti;
- Rodero, Casa di Gabri, 3 posti;
- Uggiatetrevano, Cdd di Uggiate Trevano, 14 posti.
Risorse aggiuntive per cure palliative domiciliari (Ucpdom): Stanziati sino a 522.295 euro.

ATS BRESCIA-SONDRIO
Sono 54 i posti aggiuntivi a contratto inseriti nella rete dei servizi socio-assistenziali per l'Ats Montagna, che include le province di Brescia e Sondrio. Lo prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore al Welfare Giulio Gallera.
Nel dettaglio la suddivisione dei posti per struttura e per provincia:
ASST VALCAMONICA (Brescia):
- Pisogne, Residenza sanitaria per disabili di Pisogne, 5 posti;
- Malegno, Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) 'Il Melograno', 14 posti.
ASST DELLA VALTELLINA E DELL'ALTO LARIO (Sondrio):
Morbegno, Centro diurno integrato Ruggero Delloca, 10 posti);
Chiavenna, Cdi di Chiavenna, 10 posti;
Chiavenna, Il Girasole, 10 posti);
Sondrio, Centro terapeutico e riabilitativo semiresidenziale di Sondrio, 5 posti.
Risorse aggiuntive sino a 24.280 euro sono state stanziate anche per l'Assistenza Domiciliare Integrata (Adi) e sino a 59.000 euro per Cure palliative domiciliari (Ucpdom). Infine, all'Ats Montagna sono stati assegnati 225.000 euro per il potenziamento delle attività di Neuropsichiatria.