Edizione n. 15 di mercoledì 18 aprile 2018

Piemonte, a piedi con il Gran Tour del decennale tra storia, arte, natura

Baceno, san Gaudenzio
sponda destra del Po_Castello Brusasco

"Gran Tour" compie dieci anni e per celebrare la ricorrenza propone fino al 22 luglio 2018 quasi sessanta itinerari a piedi tra Torino e il Piemonte che ripercorrono il meglio dei percorsi effettuati in tutte le precedenti edizioni.
Il progetto dell’Associazione Abbonamento Musei.it, che in questi anni ha coinvolto oltre 67 mila partecipanti in milleduecento itinerari, ha contribuito a far scoprire le bellezze della regione, affrontando temi e chiavi di lettura sempre diversi e originali. Nelle centinaia di percorsi, Gran Tour ha raccontato i siti del Piemonte riconosciuti “Patrimonio dell’Unesco” o gli straordinari parchi e giardini pubblici e privati; ha svelato le molteplici forme del design e le eccellenze del territorio, l’architettura e le trasformazioni urbane; ha fatto conoscere al pubblico le correnti artistiche dall’età romana all’arte contemporanea, passando per Medioevo e Barocco.
Quest’anno "Gran Tour" mette in campo il meglio degli itinerari, con cinquantotto nuovi percorsi a piedi. Obiettivo, offrire una panoramica ancora più completa sulle eccellenze piemontesi e fare il punto sulle proposte che più sono state apprezzate dal pubblico: quelle più originali, quelle diventate un classico del progetto o quelle che sono state attuate poche volte ma hanno riscosso grande successo e sono sempre richieste.
Due itinerari del programma in particolare sono dedicati alla letteratura. Uno ruota intorno allo scrittore e giornalista Davide Lajolo, tra Nizza Monferrato e Vinchio. Il secondo, in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte, guiderà invece sui luoghi di Torino teatro delle riprese della fiction televisiva Provaci ancora prof! tratto dai libri di Margherita Oggero.
Tra i percorsi speciali, “Storie di vita risicola: dal bosco della Partecipanza al sistema della Grange”, un’escursione verso una foresta di seicento ettari galleggiante sulle risaie del basso Vercellese, rifugio di molte specie animali, e “Viaggio ne I Promessi Sposi televisivi” alla scoperta dei luoghi del basso Piemonte dove sono state ambientate fiction televisive sul romanzo di Manzoni, dalla versione storica di Sandro Bolchi a quella satirica del Trio Lopez-Marchesini-Solenghi.
“I Tesori del basso Piemonte” svela le bellezze di Voltaggio, paese dell’Appennino Piemontese. Tra essi, la straordinaria Quadreria dei Frati Cappuccini, con oltre duecento opere e un nucleo della scuola genovese del '600 e ‘700 ligure. Poco distante il prezioso Complesso cinquecentesco di Santa Croce conserva uno dei maggiori cicli di pittura di Giorgio Vasari.

Gran Tour fa parte di Bocuse d’Or Europe OFF 2018, la stagione di eventi culturali rivolti al grande pubblico, a Torino dall’8 al 16 giugno, con anticipazioni in tutto il Piemonte a partire da fine marzo, per festeggiare il prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe, per la prima volta in Italia, a Torino, l’11 e 12 giugno.
Nato dall’idea che la cucina è cultura, è espressione di contemporaneità e delle identità di un territorio, in continuo dialogo con altre arti e discipline, Bocuse d’Or Europe OFF 2018 vede la partecipazione di musei e istituti culturali, protagonisti del mondo dell'enogastronomia, partner pubblici e privati. Mostre, talk, incontri, spettacoli, laboratori, attività per famiglie e feste nei luoghi più belli e significativi del territorio omaggeranno la tradizione enogastronomica italiana e internazionale. Programma completo su www.bocusedoreuropeoff2018.it In maggio e giugno, alcune visite guidate abbineranno proprio percorsi tra storia, arte, natura e prodotti tipici. 
Come sempre i possessori dell’Abbonamento Musei Torino Piemonte hanno il 20% di sconto su passeggiate e percorsi, oltre ad accedere gratuitamente ai musei aderenti visitati negli itinerari. Le prenotazioni si chiudono due giorni prima della data dell’itinerario, mentre  la conferma della prenotazione avviene entro dieci giorni dopo l’avvenuto pagamento della quota (online è possibile pagare al momento della prenotazione con carta di credito). Gli itinerari e i percorsi sono gratuiti per tutti i bambini sotto i 6 anni; gratuite le passeggiate per disabili e gli accompagnatori. Per gli itinerari in bus è possibile partecipare con mezzi propri, comunicandolo in fase di prenotazione.
Per dettagli, aggiornamenti el calendario degli itinerari www.abbonamentomusei.it - Numero Verde 800329329.

Uncem , campagna “Compro in valle” per sostenere i piccoli esercizi di montagna

Campagna Uncem

Scegliere i piccoli esercizi commerciali, le botteghe, i bar dei paesi, luoghi di aggregazione e coesione sociale e cuore dell'economia dei territori alpini e appenninici, delle aree interne e rurali del Piemonte e dell'Italia tutta. Uncem, l'Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, è convinta che proprio da lì si possa ricavare nuovo ossigeno e ha avviato la campagna "Compro in valle, la Montagna vivrà".
Negli ultimi anni si sono moltiplicati gli allarmi di molti esercizi commerciali, in particolare nei piccoli Comuni e nelle aree montane, che non riescono a reggere imposte e burocrazia. Così chiudono, lasciando a oggi, solo in Piemonte, oltre novanta Comuni senza un negozio. Trecento i paesi che potrebbero nel giro di qualche anno non avere più un bar o un esercizio. La desertificazione commerciale, come è evidente, non fa male solo a quelle località, incide sull'intera tenuta del sistema.

Uncem non da ora sta sensibilizzando alla nascita di centri multiservizio, chiedendo un sostegno per le start up alle istituzioni. Alcuni, nelle valli, sono nati, grazie anche all'uso di fondi UE. Vendono alimentari, altri generi di prima necessità, ma fanno anche distribuzione di farmaci, giornali, tabacchi, offrono informazioni turistiche, servizi postali, invio di pacchi, eccetera. È un po' quanto avveniva già in passato nei luoghi di piccola dimensione dove la merceria o il droghiere si aprivano a un essenziale ma funzionale ventaglio di merci. Attualmente c'è chi sceglie l'e-commerce per promuovere prodotti e territorio. "Compro in valle", che è pure un appello a turisti e comunità, nasce come aiuto, ma occorre un affiancamento da parte di enti e istituzioni perché si trovino formule innovative. Per esempio, una fiscalità peculiare e differenziata per i territori sarebbe decisiva. Recentemente sono stati stanziati per la lotta alla desertificazione commerciale dal ministero delle Autonomie e degli Affari regionali in Italia 20milioni di euro, ma «il primo fronte – ricorda Uncem – è culturale. Il negozio sotto casa, l'unico rimasto nel paese, è l'ancoraggio della comunità. In vista della stagione turistica primaverile ed estiva, chi frequenta la montagna per una gita, un'escursione o per una semplice ma importante giornata di relax, non si porti da casa panino, acqua, salame, formaggio. Si fermi a comprarli nel negozio della piazza. Si fermi e pensi al grande valore del suo gesto: se io "compro in valle, veramente la Montagna vivrà"». 

Gemonio, Real Art ricomincia da tre

Al Museo Bodini torna la mostra dedicata ai 13 artisti internazionali selezionati per la rivista-portfolio
dalla locandina

A Gemonio (Varese) il Museo Bodini ha inaugurato, sabato 7 aprile 2018, la mostra dei tredici artisti selezionati per la rivista-portfolio Real Art #3-2017. Fino al 5 maggio si potranno vedere le opere di Andrea Bassani, Gianni Cella, Mattia Consonni, Mario De Leo, Marcello Diotallevi, Nataly Maier, Renzo Nucara e Carla Volpati, Claudio Parentela, Peter Hide 311065, Alfredo Rapetti Mogol, Tobia Ravà, Isabella Rigamonti, Tetsuro Shimizu.
Il progetto artistico Real Art coinvolge artisti, stampatori, editori, giornalisti uniti nel nome dell'arte e dalla solidarietà. Alla base c'è l’idea di realizzare annualmente una pubblicazione-portfolio con opere uniche e autografe di artisti contemporanei e di devolvere l’intero incasso in beneficenza a enti del territorio. Quest’anno il contributo verrà devoluto alla “Mensa dei poveri di via B. Luini” di Varese, gestita dalle suore della Riparazione-Orfanotrofio Femminile Addolorata-che fornisce, tramite donazioni e volontari, più di trecento pasti giornalieri a famiglie in momentaneo stato di bisogno.
Ciascun artista è presente nel volume con una doppia pagina: un’operaè  stampata e una originale applicata, in una sorta di piccolo museo su carta, che invita a un rapporto anche tattile con il prodotto artistico. L'edizione del volume #3 è limitata a centotrenta copie (cento destinate alla diffusione) e sarà disponibile nelle librerie di Varese e provincia e nei bookshop di Museo Ma*Ga di Gallarate, Museo Bodini di Gemonio, Museo Parisi Valle di Maccagno con Pino e Veddasca, Spazio Casa Museo E.Tadini di Milano, Galleria Biancoscuro di Pavia, Galleria Cart 70-10 di Monza, Meeting Art di Vercelli, Showcases Gallery di Varese.
Per informazioni: Museo Civico Floriano Bodini (via Marsala 11, Gemonio; tel. 0332.604276); Showcases Gallery (via San Martino 11, Varese; tel. 338.2303595). 

Vedano Olona, musica a sostegno di Emergency

Musica del duo Ilovevinyl MR.P e FeliX con note, colori e costumi degli anni ’70 e ’80, domenica 15 aprile 2018 (ore 19), all’Arlecchino Show Bar di Vedano Olona (Varese) a sostegno di Emergency. Costo della serata (buffet e 1 consumazione; previsto anche un primo piatto vegetariano), 18 euro, di cui 5 devoluti ad Emergency. Consigliato un abbigliamento a tema; prenotazione entro giovedì 12 aprile al telefono 335.8478268.
Il ricavato della serata sarà devoluto al centro pediatrico Emergency di Bangui in Repubblica Centrafricana, che dal 2009 offre assistenza ai bambini fino a 14 anni affetti da drepanocitosi, asma, sindrome nefrotica, epilessia, diabete e cardiopatia. Per informazioni: varese@volontari.emergency.itv.

FFS, ulteriore collegamento diretto via Lucerna per Locarno

Olten- Locarno, foto FFS

Le Ferrovie Federali Svizzere hanno proprio in questi giorni migliorato l'offerta di traporto in direzione del Ticino. Dal 14 aprile 2018, il sabato e la domenica circola un treno supplementare da Olten a Locarno, via Lucerna.
Viene così soddisfatta una richiesta molto sentita della clientela e offerto un ulteriore collegamento diretto dalla Svizzera tedesca verso il Ticino. Il nuovo treno parte da Olten alle ore 7.30, da Lucerna alle 8.18 e arriva a Locarno alle 10.15. I passeggeri possono quindi arrivare a Locarno comodamente, senza cambiare treno. Il treno, dopo Lucerna, si ferma ad Arth-Goldau, Bellinzona e in seguito a Locarno.
A partire dal 20 maggio 2018 questo collegamento potrà partire già da Basilea. Il treno diretto lascerà Basilea alle ore 07.04 e circolerà senza fermata fino ad Olten. A causa di un cantiere tra Basilea e Olten il nuovo collegamento può essere offerto da Basilea solo da maggio. Un particolare non insignificante: il nuovo treno diretto via Lucerna alleggerisce quelli da Zurigo e Arth-Goldau per il Ticino.

Verbano Cusio Ossola, la Settimana dei Celti a Malesco

Dal 13 al 20 aprile si svolgerà a Malesco, nel VCO, la Settimana dei Celti. L'iniziativa prevede una serie di attività e laboratori didattici rivolti agli studenti, dalla scuola dell’infanzia all’università della terza età, che si svolgeranno al Museo del Parco Nazionale della Val Grande a Malesco. Sarà possibile entrare nella vita di un bambino dell'epoca, andare alla scoperta della sua giornata, scoprire l'alfabeto leponzio e individuare attraverso diverse attività usi e costumi. Saranno proposte attività legate alla mitologia celtica con visita della mostra in tre dimensioni tratta da lastre stereoscopiche dei primi del '900 del Maleschese.   

Su Rsi LA 1, Valli che si spopolano e strategie per recuperare abitanti

Per lottare contro lo spopolamento si aguzza l’ingegno. C’è chi punta sulla riconversione turistica, chi sull’immobiliare a prezzi stracciati e chi arriva a soluzione radicale: pagare giovani famiglie che vadano a vivere là dove c’è un’emorragia di abitanti.
L'incantevole paese di Albinen, in Vallese, è uno di questi: offre 25 mila franchi per adulto. Lerici, in Liguria, baciata dalla storia letteraria oltre che dalla natura, dona 200 euro mensili per pagare l’affitto. Ma anche in Ticino e nei Grigioni ci sono iniziative per invertire un trend che rischia di veder morire alcune regioni ricche di fascino ma discoste. Un reportage della trasmissione Falò approfondirà il tema andando dal Vallese a Corippo, passando dall’Onsernone fino alla Calanca. Il documentario si intitola “Venite a vivere da noi, vi paghiamo!”. Di Antonio Ferretti e Marco Dalla Fiore, andrà in onda su Rsi LA1 giovedì 12 aprile, alle 21.10 (quindi: LA 1 venerdì 13 aprile, a partire dalle ore 01.20; LA 2 venerdì 13 aprile, ore 12; LA 2 sabato 14 aprile, a partire dalle ore 01.0). Ospite in studio sarà Nicola Pini, deputato in Gran Consiglio e manager regionale della valle Onsernone.
Per domande e considerazioni è a disposizione il forum di Falò: per e-mail all’indirizzo www.rsi.ch/falo; per SMS al numero 955 con parola chiave falo; oppure al recapito www.facebook.com/RSIFalo  

Canton Ticino, a Balerna "Libera espressione" in Sala del Torchio

Alexandra von Burg

Si inaugurerà sabato 14 aprile, alle 18, nella Sala del Torchio di Balerna (Canton Ticino) "Libera espressione", della pittrice Alexandra von Burg.
La mostra, curata dal Dicastero cultura, riunisce opere degli anni recenti e evidenzia quella libertà creativa che trova ragione nel titolo. La ricerca dell'artista della Capriasca sfugge infatti a definizione tradizionale poiché lavora sui molti volti dello sperimentalismo e spazia dal figurativo all'astratto, da una pittura di superficie ad una resa materica, da scelte tratte dal reale a rappresentazione di contesti ideali.
Alexandra von Burg nasce nel 1968 in Ticino, dove attualmente vive e lavora. Dal 2001 è presente a manifestazioni artistiche nazionali e internazionali. Ingresso libero, fino al 6 maggio. 

Gemonio, concerto corale benefico

dalla locandina

Il Coro Adansonia di Ispra, diretto dal maestro Massimo Torre, e il Coro francese Les Chants du Voyage, diretto dalla parigina Mariette Girard, si esibiranno sabato 14 aprile, a Gemonio, in un inedito concerto. A organizzare, l’Associazione di promozione sociale Italia-Moldavia onlus di Besozzo nella Chiesa romanica di S. Pietro di Gemonio. I complessi proporranno un repertorio legato alla tradizione popolare dei due Paesi. 
Ingresso libero, con offerta da destinare ai progetti umanitari in favore dei minori moldavi sostenuti dall’Associazione Italia-Moldavia.