Edizione n. 20 di mercoledì 19 giugno 2019

Dumenza, premiati i carabinieri impegnati per Monteviasco

Riconoscimento regionale nella Festa della Lombardia
CC Runo
Premiati CC Dumenza

A Milano, il 29 maggio 2019, nell'Auditorium Testori c'erano anche i carabinieri della stazione di Runo Dumenza, nel Varesotto, tra i premiati nell'ambito della cerimonia per la Festa della Lombardia. A loro è stata attribuita dal presidente Attilio Fontana una delle dieci menzioni speciali nell’ambito del Premio Rosa Camuna 2019. Il riconoscimento è stato assegnato «per l'impegno dedicato al soccorso quotidiano e nell'assistenza ai cittadini dell'isolata frazione di Monteviasco, colpita da una frana nel 2018».

Il 12 novembre 2018 un tragico incidente alla funivia ha isolato le sette persone anziane residenti nel piccolo paese, ubicato sopra Curiglia a 975 metri sul livello del mare. Per mesi i militari, con il personale di rinforzo della Compagnia di Luino e dei carabinieri forestali di stanza nel Luinese, sono saliti e scesi a piedi lungo la mulattiera di oltre millequattrocento gradini, per rifornire i residenti di beni di prima necessità, in particolar modo viveri e medicinali, e garantire un costante collegamento diretto con Curiglia, accompagnando quanti volessero percorrere il ripido sentiero in sicurezza.
ECCELLENZE INSIGNITE
In totale, quest'anno, alla Festa della Lombardia sono state ventuno le eccellenze insignite del prestigioso riconoscimento.
Hanno ricevuto il Premio Rosa Camuna 2019 la ricercatrice Maria Cristina Alberini, l'astronauta Paolo Angelo Nespoli, la sciatrice Sofia Goggia e il fotografo giornalista Gabriele Micalizzi. Un Premio Rosa Camuna alla memoria è stato conferito al dirigente sportivo Arduino Francescucci.
I Premi speciali del presidente sono stati invece assegnati al presidente dell'Hangar Bicocca Marco Tronchetti Provera e allo chef Carlo Cracco, mentre il Premio Lombardia Montagna è andato all'alpinista Marco Confortola. Inoltre i premi Responsabilità civile e sociale sono stati assegnati a Tina Monaco, al presidente del Comitato Amici del Trivulzio Onlus, Marco Zanobio e al conduttore televisivo Max Laudadio.
Infine sono state conferite le Menzioni speciali a cittadini, istituzioni e associazioni meritevoli delle varie province lombarde e, tra loro, ai carabinieri di Dumenza. Una Menzione alla memoria è stata consegnata alla moglie di Umberto Zanetti per la sua poesia e il suo dialetto bergamasco.