Edizione n.7 di mercoledì 14 febbraio 2018

Olimpiadi Invernali, equipaggiamento gare da Brissago Valtravaglia a Pyeongchang

Portano il marchio SPM Spa 80 chilometri di reti, 2.200 metri di materassi di protezione, 3 chilometri di transenne e 20.000 pettorali

C'è anche un pezzo di Varese alle Olimpiadi Invernali che si sono aperte il 9 febbraio 2018 nella Corea del Sud. A Pyeongchang, sui campi di gara di sci alpino, fondo, biathlon, snowboard, salto e non solo, spiccano ottanta chilometri di reti, 2.200 metri di materassi di protezione, tre chilometri di transenne e 20.000 pettorali forniti dalla SPM Spa di Brissago Valtravaglia, nel profondo nord della “provincia verde”.
La Sigilli in Plastica e Metallo è un'azienda nata nel 1954 come impresa familiare che produceva sigilli per l’autenticazione e la certificazione di prodotti. Dal 1978 si è lanciata nel mercato delle attrezzature invernali sportive e, dal 1984 ad oggi, è stata fornitrice di cinque Olimpiadi, otto finali di Coppa del Mondo e nove Campionati Mondiali.
La prima partecipazione ai Giochi Olimpici è stata quella di Sarajevo. «Da allora – ha dichiarato il ceo Giovanni Berutti - l’evoluzione è stata pazzesca. Si è passati dalle balle di fieno ai lati delle piste a materassi protettivi in grado di assorbire, in un metro e 20 centimetri, la caduta di un atleta di cento chili che viaggia ad una velocità di 100 chilometri orari».
Fiore all'occhiello dell’impresa del Luinese, che attualmente conta 207 dipendenti, è il rivoluzionario palo snodato, «È stato testato nel 1979 – ricorda Berutti - sulla Gran Risa dallo sciatore svedese Ingemar Stenmark e si è affermato in tutto il mondo grazie alla collaborazione con Oreste Peccedi, storico allenatore della ‘Valanga Azzurra’ ai tempi del campione Gustav Thöni».
Ma SPM Spa, oltre sport, significa anche automotive e moda. Ai paletti snodati e ai materiali più diversi per competizioni sulla neve la sua produzione affianca molto altro. Il catalogo spazia dagli strumenti didattici per le scuole ai marchi per la moda (sigilli di garanzia, etichette tessute o in pelle, placchette per gli abiti) e, soprattutto, ai loghi per i grandi brand autmobilistici (60% del fatturato).

Anche 35 ragazzi luinesi impegnati nel progetto “Le tracce del Ricordo”

A Basovizza erano tra i 500 studenti di Sacile, Brugnera, Pordenone, Seriate, Modena, Lecce, Luino e Bagnoli Irpino

Al Sacrario di Basovizza, sul Carso triestino, anche la delegazione luinese ha presenziato, il 10 febbraio 2018, alla celebrazione del Giorno del Ricordo organizzata dal Comune di Trieste e dal Comitato per i Martiri delle Foibe. C'erano i trentacinque ragazzi di terza media degli istituti Bernardino Luini e Maria Ausiliatrice, accompagnati dai professori Giovanni Petrotta (anche consigliere comunale), Vincenzo Masciovecchio e Stefania Proserpio, da alpini della Sezione ANA di Luino e da amministratori comunali.
Durante la cerimonia uno studente delle scuole giunte a Trieste ha letto la Preghiera per gli Infoibati, composta dal vescovo di Trieste e Capodistria negli «anni difficili», Antonio Santin, e altri studenti le poesie Basovizza, Borovnica, Terra rossa, Foibe. La delegazione luinese si è poi recata a Precenicco, dove è stata accolta anche dal sindaco Andrea De Nicolò e dalla locale Sezione Alpini.
A Basovizza, quest'anno, la presenza dei giovani è stata sensibilmente superiore a quella delle edizioni precedenti. Motivo, il progetto “Le tracce del Ricordo”, ideato dal Comune e dalla Lega Nazionale di Trieste come «trasmissione della memoria» di quegli eventi alle nuove generazioni. All'iniziativa hanno aderito cinquecento studenti delle scuole di Sacile, Brugnera, Pordenone, Seriate (Bergamo), Modena, Lecce, Luino e Bagnoli Irpino (Avellino), che hanno assistito alla cerimonia con docenti e dirigenti. Al loro fianco la rappresentanza degli Alpini con ottocento Penne nere di ventitré Sezioni (e centocinquantatré Gruppi) di tutta Italia.

Teatro Sociale, serata sul progetto “Il cuore non ha confini”

locandina

Al Cinema Teatro Sociale di Luino, lunedì 19 febbraio (ore 20.30), serata di beneficenza a sostegno del progetto di intercultura e inclusione sociale “Il cuore non ha confini”, organizzato da Aisu, L’altra Me, Anffas, Costa Sorriso, Blindly Dancing, Soms in collaborazione con altre associazioni luinesi. Alla presentazione del progetto seguiranno una sfilata di abiti africani a cura degli ospiti Anffas e Costa Sorriso in collaborazione con studentesse e studenti del Centro di formazione professionale, canti del coro “Libere Voci” e poesie sull’Africa.
Il programma proseguirà con Blandly Dancing con Elena Tavaini e Antony Crivaro, Leggere come bolle con Maura Ceresa, La magia come linguaggio universale con Walter Maffei e Sharon Ysack. Presenteranno Mattia Canape ed Elena Tavaini. Il ricavato della serata sarà devoluto, per una metà, alla realizzazione della sartoria delle donne nel villaggio di Dondì in Congo e, per l'altra metà, alle associazioni Anffas, Costa Sorriso e Blindly Dancing. 

Valdesi, libertà e diritti civili

Sabato 17 febbraio giornata di riflessione e dibattito nella Chiesa Valdese
17 febbraio 2018, falo

A Luino, sabato 17 febbraio, giornata di riflessione della Chiesa Valdese (via Del Carmine 30) sul tema “1848-2018: 17 febbraio e la libertà” nella ricorrenza della promulgazione delle Lettere Patenti del re del Piemonte Carlo Alberto. Punto di riferimento sarà la visione del video “I Valdesi, singolare storia di un popolo chiesa” (mattino ore 10,30-12; pomeriggio ore 15-18; sera ore 20,30 con dibattito e rinfresco).
La notte fra il 16 ed il 17 febbraio del 1848 una staffetta a cavallo da Torino porta nelle valli valdesi l’annuncio che il re Carlo Alberto aveva firmato le Lettere Patenti con le quali concedeva al popolo valdese i diritti civili. Da allora, ogni anno, in questa data, grandi falò illuminano le borgate delle valli valdesi in segno di festa.
Le Lettere Patenti concedevano - va rilevato - libertà civile ma non ancora libertà di coscienza, perché veniva precisato: «Nulla però è innovato quanto all’esercizio del loro culto». Esse rimangono comunque un traguardo di innovazione e segnano una importante tappa che pone fine alle persecuzioni. Per questo motivo, da allora, nelle valli valdesi il 17 febbraio è giorno festivo.

Giorno del Ricordo, la tragedia di Norma Cossetto

A Luino, sabato 10 febbraio 2018, per il Giorno del Ricordo, alcuni amministratori hanno deposto fiori sul cippo posto davanti al municipio a memoria dei martiri delle Foibe e degli esuli del confine orientale. La rappresentanza comunale ha ricordato, in particolare, una giovane donna istriana, Norma Cossetto.
«Quest'anno – ha dichiarato l'assessora ai servizi sociali Caterina Franzetti - vogliamo ricordare la figura di Norma Cossetto, di anni 22. Il 25 settembre 1943 fu vittima di violenze e venne gettata nella foiba di Antignana. Alla memoria della studentessa istriana, catturata e imprigionata dai partigiani slavi, il presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha conferito, nel 2006, la medaglia d'oro al Merito civile quale Luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio».
Il cippo a ricordo delle Foibe fu inaugurato il 20 febbraio 2011 durante la rievocazione comunale del dramma istriano. Alla cerimonia partecipò anche l'allora presidente del Comitato di Varese dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Sissy Corsi. 

Maccagno con Pino e Veddasca, carnevale e sbarco dell'Imperatore

piazza Girardi

Risotto, sbarco dell’Imperatore, giochi per i più piccoli e sfilata delle mascherine. Questi, sabato 17 febbraio, a Maccagno con Pino e Veddasca gli ingredienti del carnevale ambrosiano organizzato dalla Pro Loco.
Alle 10.30 ritrovo sul lungolago Girardi, alla Gabella di Maccagno Superiore, e, mezz’ora dopo, approdo dal lago dell’Imperatore e della sua colorata corte. Anche quest’anno i ragazzi delle scuole dell’obbligo parteciperanno alla rappresentazione di un’antica leggenda che si fa risalire addirittura al 962, quando si dice che i maccagnesi avrebbero salvato Ottone I dalla furia delle acque.
L'immancabile discorso dell’Imperatore darà il via ufficiale alla degustazione del pranzo sulle allegre note della Scuola Musicale. Alle 11.30 sfilata per le viuzze del borgo imperiale fino a piazza Roma, dall’altra parte del paese, e poi, alle 12.30, distribuzione degli oltre cento chilogrammi di risotto con luganega cucinato dai cuochi maccagnesi secondo la ricetta segreta del carnevale.
Nel pomeriggio (dalle 14) giochi e intrattenimento per tutti e (alle 15) sfilata e premiazione delle mascherine, del gruppo e della maschera più originale.
In caso di maltempo, la manifestazione si terrà all’Oratorio di Maccagno Inferiore.
Nel suo carnevale la Pro Loco ha coinvolto anche quest'anno l’associazione di volontariato Solidarietà. Ai soci del Centro sarà servito il risotto (previa prenotazione) e, la sera (ore 20.30), riservato il veglione con ballo liscio (non necessaria la prenotazione; sarà chiesto un contributo pro associazione).

Collettiva di Sovana, Bordoli e Valsangiacomo
Al Civico Museo di Maccagno, sabato 17 febbraio (ore 17.30), inaugurazione della mostra collettiva che propone le opere di Giorgio Sovana, Bruno Bordoli e Mauro Valsangiacomo.
La rassegna d'arte Incontri, curata da Clara Castaldo, segna l'inizio dei festeggiamenti per il ventesimo anniversario dall'apertura del Museo di Maccagno con Pino e Veddasca e resterà in cartellone fino al 1° aprile prossimo. Apertura nei giorni di venerdì (dalle 14.30 alle 18.30), sabato e domenica (dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 18.30). Ingresso libero e gratuito.
Sovana, Bordoli e Valsangiacomo sono autori molto diversi sia per tecnica sia per percorso d'arte e le loro creazioni sono lì, con il risultato cromatico o plastico o tematico, a evidenziarlo. Tuttavia l'esposizione mostrerà come tre modi di leggere e accostare la realtà possano diventare complementari ed elaborare un dialogo fitto e dal forte impatto. 

Carnevale, vietati botti, bombolette e lancio di sostanze

Per il periodo del carnevale, dal 10 al 18 febbraio, a Luino è vietato usare in pubblico bombolette spray, pistole ad acqua, petardi, botti o lanciare uova, farina e sostanze simili. Un'ordinanza sindacale del 7 febbraio 2018 dispone il sequestro delle cose utilizzate e l'avvio da parte degli uffici comunali dei provvedimenti necessari al risarcimento del danno e delle spese di ripristino.
Salvo che il fatto non costituisca reato, l'inosservanza del divieto comporterà una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 250 euro, raddoppiata in caso di reiterazione.

Università Popolare, nuovo ciclo primaverile

A Luino, martedì 27 febbraio, prenderà il via il nuovo ciclo primaverile dell’Università Popolare. Quest'anno le lezioni si terranno in municipio (sala consiliare). Le iscrizioni si effettueranno giovedì 22 e venerdì 23 febbraio (dalle 14.30 alle 16) nella Biblioteca Civica, in piazza Risorgimento 2.
FEBBRAIO
*27 febbraio, LETTERATURA, La lirica greca: Saffo, Alceo e Mimnermo, Silvio Della Porta Raffo.
MARZO
*1 marzo, FILOSOFIA, La natura è maestra di vita? Il progetto dei filosofi ellenistici (III secolo a. C. - II secolo d. C. in Grecia), Roberto Radice.
*6 marzo, POLITICA INTERNAZIONALE, Le due Coree nel grande gioco fra Cina e USA, Fabrizio Eva.
*8 marzo, DIRITTO, Diritto all'informazione e diritto di essere informati: la situazione internazionale, Paola Biavaschi.
*13 marzo, AMBIENTE, Agricoltura ed ambiente: perché è fallito il modello intensivo, Vincenzo Di Michele.
*15 marzo, AMBIENTE E STORIA LOCALE, Incontriamo la storia sui sentieri del luinese: reperti archeologici e rupestri, Stefano Torretta e Sergio Peduzzi (CAI Luino).
*20 marzo, LETTERATURA, L'utopia nelle letteratura: dalla mitica età dell'oro al novecento (in occasione dei 500 anni della pubblicazione del libro di Tommaso Moro), Maria Antonella D'Onofrio.
*22 marzo, MUSICA, La musica del boom. Forme di rinnovamento della Pop Music nell'Italia del boom economico, Mauro Buzzi.
*27 marzo, DIRITTO INTERNAZIONALE, America: non solo Stati Uniti, Mauro Della Porta Raffo.
APRILE
*3 aprile, TEATRO, Il teatro francese nell'ottocento tra romanticismo, vaudeville e burlesque, Fabio Doriali.
*5 aprile, TEATRO, Cuore/amore contro cervello/tecnica. L'eterno dilemma nella vita del teatro del novecento, Fabio Doriali.
*10 aprile, LETTERATURA, Il tribunale della lingua: la storia della colonna infame di Alessandro Manzoni, Giuseppe Polimeni.
*12 aprile, STORIA, Sulle tracce dei caduti della Grande guerra: dieci storie, Simona Agnisetta.
*17 aprile, STORIA DELL'ALIMENTAZIONE, Calandrino e il parmigiano di Berlinzone, Pierangelo Frigerio.
*19 aprile, TEATRO, La comicità 2.0, Far ridere senza comici, Daniele Villa.
*24 aprile, LETTERATURA, L'amore nel purgatorio di Dante, Ottavio Brigandì.
*26 aprile, SPELEOLOGIA, Meraviglie e segreti del mondo sotterraneo, Mauro Zanetti.
MAGGIO
*3 maggio, STORIA DELL'ARTE, Spazio, concetto, poesia. Lucio Fontana: percorsi della scultura tra Varese e Milano, Federico Crimi.
*8 maggio, MUSICA, Guida all'ascolto dell'opera "Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart, Fabio Sartorelli.
*10 maggio, MEDICINA-ALIMENTAZIONE, Stili di vita e patologie, Laura Tamborini.

Cassano Valcuvia, di sabato con "Ri-generazioni" e Teatro Periferico

A Cassano Valcuvia prosegue la stagione di Teatro Periferico con il suo ,"Ri-generazioni". Il nuovo appuntamento è per sabato 17 febbraio con Let’s Talk about Sex! (La Dual Band), di Anna Zapparoli e Mario Borciani. Con Lorenzo Bonomi, Benedetta Borciani, Beniamino Borciani, Lucrezia Piazzolla, Mario Borciani (pianoforte).
Lo spettacolo è una storia ragionata dell'amore, un excursus ironico in musica sulle teorie evoluzionista, creazionista, platonica; sull’amore medievale casto e rinascimentale sanguinolento, sul Settecento libertino e l’Ottocento represso, e via fino ai giorni nostri.
Sabato 24 febbraio sarà in scena Il custode (PACTA. dei Teatri), di Harold Pinter. Regia Riccardo Magherini. Con Paolo Cosenza, Riccardo Magherini, Antonio Rosti.
Classico del teatro del Novecento, la vicenda racconta di Davis e dei fratelli Mik e Aston cui solo è concessa una stanza in un caseggiato fatiscente di un quartiere suburbano europeo. Nessuno di loro sente quel luogo come il proprio, ma nessuno ha scelta: tutto è fermo e così rimarrà.
In Teatro comunale di via IV Novembre 4. alle 21. Informazioni e prenotazioni: 3341185848 – 3386020892 - info@teatroperiferico.it - www.teatroperiferico.it 

Centro Parco Hussy, appuntamenti di febbraio

Al Centro Parco Hussy di Luino le iniziative di febbraio partono mercoledì 14, San Valentino, con omaggio floreale alle socie e giovedì 15 con il torneo individuale di scala 40. Seguiranno, domenica 18, (ore 15,30), la festa di carnevale tra buffet, canti e musica della Sciuera e, domenica 25 (ore 12,30), il pranzo (con prenotazione) per i nati di febbraio.
Il presidente Antonio Lucio Trivellato ringrazia i soci per le anonime oblazioni date «per riconoscere quanto si fa per il buon andamento e mantenimento del Centro» e ricorda che sono arrivati i depliants di vacanze e soggiorni primaverili, estivi ed autunnali e anche le proposte di gite di uno o più giorni. L'organizzazione dei viaggi è, come sempre, subordinata alle prenotazioni.
L'associazione (via Creva, 4 Luino; telef. 0332/511179) è aperta tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 14 alle 18. Nel ventaglio delle attività ci sono anche vari servizi collegati a convenzioni stipulate con: Comune di Luino (per uso della Villa Parco Hussy e della palestra scuole di Creva per la ginnastica bisettimanale); farmacia comunale di Voldomino; studio dentistico Comident; Caaf Fabi (per denuncia dei redditi al Centro Parco Hussy).