Edizione n.40 di mercoledì 14 novembre 2018

Illuminazione pubblica, 36 milioni di euro a 125 comuni lombardi

Per efficientamento energetico degli impianti finanziati 28 progetti in 10 province
Germignaga, torrente San Giovanni

C'è anche Germignaga tra i sette comuni del varesotto destinatari di un contributo regionale per innovare gli impianti di illuminazione pubblica con tecnologie volte al risparmio energetico. Gli altri sono Busto Arsizio, Cantello, Ferno, Gallarate, Lonate Pozzolo e Samarate.
Palazzo Lombardia ha approvato, il 9 novembre 2018, la graduatoria dei comuni ammessi al finanziamento del bando Lumen, che ha messo oltre 36 milioni di euro a disposizione di 125 amministrazioni. «Quasi il 10% dei comuni lombardi – ha dichiarato l'assessore agli enti locali e risorse energetiche Massimo Sertori - potrà migliorare l'efficienza del suo sistema di illuminazione, risparmiando di fatto risorse dal bilancio comunale. Trattandosi inoltre di sistemi innovativi, gli stessi integreranno servizi aggiuntivi quali la videosorveglianza degli edifici pubblici e interventi di miglioria sull'aspetto tecnologico».
28 PROGETTI SU 10 PROVINCE
Sono 6 le proposte progettuali finanziate per i 55 comuni beneficiari della provincia di Brescia; 8 proposte progettuali per 12 Comuni per la provincia di Milano; 4 progetti per 7 comuni in provincia di Varese, 3 progetti per 5 comuni in provincia di Bergamo e 2 progetti per altrettanti comuni per la provincia di Pavia. Per la provincia di Lecco saranno finanziati 2 progetti per 4 comuni; per la provincia di Mantova 2 i progetti finanziati su 2 comuni, così come per quella di Monza e Brianza (2 progetti su 2 comuni). Infine, ci sono il progetto presentato dalla Comunità Montana Triangolo Lariano, al quale hanno partecipato 32 Comuni per la provincia di Como, e, per la provincia di Sondrio, la proposta del comune capoluogo, unico progetto presentato.

Domenica 18 Premio Chiara alla carriera a Dacia Maraini

Locandina

Dopo la manifestazione finale del Premio Chiara 2018 svoltasi il 28 ottobre a Varese che ha visto vincitore Enrico Remmert con La guerra dei Murazzi, edito da Marsilio (altri due finalisti erano Luca Doninelli con La conoscenza di sé, La nave di Teseo, e Danilo Soscia, con Atlante delle meraviglie, Minimum fax), domenica 18 novembre, a Luino Teatro Sociale, verrà conferito il Premio Chiara alla carriera a Dacia Maraini.
Il riconoscimento verrà assegnato alla scrittrice con questa motivazione: «Caratterizzata da incrollabile coerenza intellettuale e marcata attenzione al mondo della donna, in oltre cinquant’anni di carriera ha saputo spaziare con successo dalla narrativa al teatro, dalla poesia alla saggistica e alla pubblicistica. In ogni suo scritto ha saputo parlare al pubblico più vasto proponendo sempre temi di grande attualità, in uno stile inconfondibile per limpidezza e incisività». Condurrà Claudia Donadoni; intervistatrice Mariagrazia Rabiolo.
In corso XXV Aprile, dalle 17. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.  

Patrimonio storico e artistico ecclesiastico, concluso anche il censimento delle chiese di Germignaga e Brezzo di Bedero

Federico Crimi, Francesco Isabella e Maurizio Isabella illustreranno il lavoro sabato 17 novembre 2018 (ore 10–12) nel Cinema Teatro Italia di Germignaga
Germignaga, San Giovanni, esterno
Bedero, San Vittore, interno

Dopo quelli delle parrocchie di Maccagno e valli Dumentina e Veddasca (2012-2014) e di Luino (2016-2017), è arrivato in porto anche il censimento dei beni culturali ecclesiastici mobili delle parrocchie di Germignaga e Brezzo di Bedero. I risultati saranno presentati con ampia carrellata di immagini dai professionisti incaricati Federico Crimi, Francesco Isabella e Maurizio Isabella, sabato 17 novembre 2018 (ore 10–12), nel Cinema Teatro Italia di Germignaga e saranno introdotti dall'architetto capo Ufficio beni culturali della Diocesi di Milano, Carlo Capponi.
Il lavoro è stato coordinato da Università Popolare Luino e realizzato con il contributo dei Comuni di Germignaga e di Brezzo di Bedero, Comunità Montana Valli del Verbano, Fondazione Comunitaria del Varesotto, Fondazione Unione Banche Italiane, Ubi Banca, Parrocchia di Brezzo di Bedero, Parrocchia di Germignaga e con il sostegno della Diocesi di Milano Zona Pastorale II di Varese.

Il patrimonio di beni accumulati nelle diverse parrocchie nel corso dei secoli, grazie anche a lasciti, atti di fede, elargizioni, donazioni ed eredità diverse, appartiene alla comunità nel suo complesso. La catalogazione delle opere d’arte nelle chiese dell’alto Lago Maggiore s’inquadra nel piano nazionale di censimento dei beni ecclesiastici promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e il suo traguardo, come hanno reso noto i tre catalogatori, è più vicino di quanto sembri. «Nelle parrocchie di Porto Valtravaglia e Castelveccana – hanno precisato - è già in atto; per chiudere l’operazione su tutto il territorio mancano solo le parrocchie tra Montegrino e Mesenzana».
All'incontro di Germignaga parteciperanno l'assessora della Comunità montana Valli del Verbano Simona Ronchi, i sindaci di Germignaga Marco Fazio e di Brezzo di Bedero Mariagrazia Campagnani, il vicario generale della Diocesi di Milano Franco Agnesi, il vicario episcopale per Varese Giuseppe Vegezzi, il decano di Luino Sergio Zambenetti e il parroco di Germignaga e di Brezzo di Bedero Marco Mindrone. Previsti gli interventi del presidente della Fondazione Comunitaria del Varesotto Maurizio Ampollini, del presidente e del vicepresidente della Fondazione Unione Banche Italiane per Varese Antonio Bulgheroni e Luigi Jemoli e, infine, di Mauro Cassani per UBI Banca spa, che inquadreranno l’argomento nell’ambito del sostegno territoriale congiuntamente offerto al progetto dalle forze economiche e sociali. 

Genitori "Né dinosauri né ingenui”, incontro con lo scrittore e psicoanalista Luigi Ballerini

Appuntamento del Centro culturale San Carlo Borromeo il 19 novembre 2018 nell'ex Colonia Elioterapica di Germignaga
dalla locandina

«Cosa vuol dire educare oggi? Cosa ci ha fatto il digitale? Cosa sta facendo ai nostri bambini o ragazzi? Cos’è chiesto a noi genitori oggi?». A questi e altri interrogativi è dedicato l'incontro con lo scrittore e psicoanalista Luigi Ballerini sul tema "Né dinosauri né ingenui, Educare i figli nell’era digitale», organizzato il 19 novembre 2018 (ore 21) dal Circolo culturale San Carlo Borromeo nell'ex Colonia Elioterapica di Germignaga.
Ballerini, ligure trapiantato a Milano, è medico, psicoanalista, padre di quattro figli. Scrittore pluripremiato di narrativa per ragazzi e saggistica per adulti, si occupa da molti anni di tematiche relative all’infanzia e ai giovani, incontrando genitori, ragazzi e insegnanti nel suo studio professionale e in scuole e centri culturali.
Filo conduttore della serata sarà il tema dei nuovi media, in particolare dei social, in rapporto all’educazione dei ragazzi. Nel suo libro Ballerini, facendo riferimento in modo simpatico a due interessanti antipodi di genitori, i “genitori-dinosauri” e i “genitori-ingenui”, ne individua una terza categoria, i “genitori di oggi per i ragazzi di oggi”. «Secondo Ballerini, osserva il presidente dell'associazione Natale Bevacqua, i giovani hanno bisogno di educatori che siano impegnati e seri con la propria vita, non spaventati e timorosi nel loro muoversi e che li sappiano aiutare a guardare e a vivere con pienezza la realtà di oggi». 

Cyberbullismo, incontri a tutto lago con genitori e insegnanti

Si è concluso a Ispra un progetto avviato circa un anno fa dal Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano
serata rotary cyberbullismo

Da prevalente fenomeno dell'età evolutiva il bullismo è ormai degenerato in preoccupante piaga sociale. Sempre più non si contano, a vari livelli e contesti, le esplosioni di adolescenti in stato di frustrazione e disordinata ricerca di identità e anche in terra verbanese il campanello d'allarme desta crescente sensibilità informativa in agenzie pubbliche e privato sociale.
A Ispra, mercoledì 7 novembre 2018, un convegno riepilogativo, tenuto dalla dottoressa Cristina Mastronardi e dall’avvocato Lidia Maria Muser, ha concluso un articolato progetto sul cyberbullismo, realizzato dal Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano e seguito da numerosi genitori e insegnanti. A fare gli onori di casa il past president dell'associazione Enrico Maranzana e il sindaco di Ispra Melissa De Santis. Per circa un anno sono stati promossi una serie di incontri e professionisti con ampia esperienza nel settore hanno coinvolto diverse scuole tra cui le elementari e medie di Arona, Sesto Calende, Besozzo e Ranco.
«Il bullismo - spiega il presidente Giuseppe Taldone – è un comportamento sociale violento che agisce sotto il profilo fisico ma anche psicologico e che ha finalità oppressive e vessatorie. Oggi più di un terzo del Bullismo è online (chat, sms, email, siti web) e viene appunto definito Cyberbullismo. È un problema assai grave visto che far circolare foto spiacevoli o inviare mail contenenti materiale offensivo può creare danni psicologici irreparabili, soprattutto in considerazione del fatto che sempre più spesso le vittime sono pure minorenni».  

Partito Democratico, giornata di congressi ed elezioni in Lombardia

In Lombardia, domenica 18 novembre 2018, sarà giornata di congressi per il Partito Democratico. I militanti saranno chiamati a scegliere i segretari e le assemblee delle federazioni provinciali e anche gli organismi direttivi e i segretari dei circoli presenti in città e paesi.
Lo stesso giorno, gli iscritti e anche i sostenitori e gli elettori non iscritti al partito potranno eleggere il nuovo segretario regionale. In corsa ci sono Vinicio Peluffo, ex deputato e amministratore del comune di Rho, ed Eugenio Comincini, senatore ed ex sindaco di Cinisello Balsamo. Per la segreteria provinciale di Varese il candidato unitario è Giovanni Corbo, sindaco di Besnate.
A Luino chi vorrà votare per il nuovo segretario regionale del PD, potrà recarsi dalle 9,30 alle 17,30 al seggio istituito nella sede del PD in via Manzoni.
Altri seggi nella parte nord della provincia saranno aperti a Maccagno con Pino e Veddasca, nella saletta della Pro Loco, dalle 8 alle 14; a Grantola nella Casa Barozzi dalle 8 alle 14; a Laveno Mombello nella sede del PD in via Gramsci 11, dalle 9,30 alle 18, e a Germignaga nella Pro Loco in vicolo Del Torchio 2 negli stessi orari. 

Maccagno con Pino e Veddasca, attestato Lipu per salvaguardia delle rondini

L'amministrazione di Maccagno con Pino e Veddasca si schiera in difesa di rondini, rondoni e balestrucci, specie protette in Italia, e la Lipu plaude alla sua posizione. Nel municipio di Maccagno, il 30 ottobre scorso, il delegato della Lega italiana protezione uccelli (Lipu) di Gallarate, Costante Cavallaro, ha consegnato al sindaco Fabio Passera un attestato di merito per l’impegno assunto il 30 maggio 2018 dal consiglio comunale all'unanimità.
In quell'occasione l'assemblea civica ha fatto proprio un ordine del giorno della Lipu imperniato sul divieto di distruggere, rimuovere o danneggiare i nidi di rondine, balestruccio, rondone comune nel territorio di competenza. Il provvedimento – ed è questo un altro suo aspetto rilevante – include anche il divieto di disturbo, danneggiamento e abbattimento dei nidi, anche nelle fasi iniziali di costruzione.
L’unica deroga ammessa riguarda il restauro o la ristrutturazione di fabbricati, esclusivamente al di fuori del periodo di nidificazione e precisamente tra il 1° settembre e il 20 febbraio di ogni anno. Indispensabili, comunque, sono stati considerati e previsti anche alcuni accorgimenti tecnici, come il mantenere aperte le cavità dei coppi posti in prima fila e l'impiego di intonaco rugoso per agevolare la costruzione dei nidi di rondini e balestrucci sotto ai cornicioni degli edifici.

Consiglio comunale
Consiglio comunale, mercoledì 14 novembre 2018 (ore 18.30), nel municipio di Maccagno. Tra i provvedimenti all’ordine del giorno, una nuova convenzione in merito a una autorizzazione rilasciata dalla Provincia di Varese per una centralina idroelettrica, l’acquisizione della proprietà su via Al Giona, la concessione per la gestione di alcuni servizi cimiteriali e determinazioni in merito al Consiglio comunale dei Ragazzi.

“Donna SiCura” a difesa delle donne
Venerdì 16 novembre, alle 20,45, al Punto d'Incontro di Maccagno (complesso Auditorium), serata dedicata al tema della violenza di genere. A cura di Donna SiCura Onlus-Centro Antiviolenza, avrà come titolo "Le Imperdonabili", illustrerà le linee guida dell'associazione e, anche attraverso la poesia, analizzerà la complessità del fenomeno e i suoi risvolti individuali e sociali.
Sarà questo un modo per anticipare il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999. L’ingresso alla serata è libero. 

Incidente mortale alla funivia di Monteviasco

Mortale incidente nel pomeriggio di lunedì 5 novembre alla funivia Ponte di Piero-Monteviasco. A perdere la vita un manutentore di sessant'anni rimasto schiacciato dalla cabina dell'impianto di risalita. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, personale del 118 e l'elisoccorso. Indagini in corso per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Palazzo Verbania, altri 250.000 euro regionali

Palazzo Lombardia sostiene il completamento della ristrutturazione dello storico edificio liberty destinato a sede degli archivi di Sereni e Chiara
Palazzo Verbania durante la ristrutturazione nel luglio 2017
Da six, Casali, Martinelli e Fontana

Per Palazzo Verbania, storico edificio liberty e luogo privilegiato dell'ispirazione letteraria di Vittorio Sereni e Piero Chiara, entro dicembre 2018 arriveranno all'amministrazione comunale luinese altri 250.000 euro a fondo perduto. Consentiranno di completare arredi, allestimenti permanenti, impianti audio-video per la didattica e tutte le attrezzature utili a «garantire un polo culturale di eccellenza».

Il nuovo contributo è stato approvato il 6 novembre 2018 dalla giunta regionale della Lombardia e va a sommarsi ai 500.000 già erogati a fine 2014 con l'avvio dell'Accordo di Programma a fronte di un costo complessivo del progetto quantificato in circa 2 milioni di euro. «Sono molto soddisfatto dell'iniziativa - ha detto il presidente Attilio Fontana - che consentirà di realizzare la ristrutturazione di Palazzo Verbania e restituire un edificio storico e luogo simbolo alla città di Luino».
La delibera ha promosso l'atto integrativo dell'Accordo di Programma, esaminato lo scorso 22 ottobre a Palazzo Lombardia dal Collegio di Vigilanza alla presenza dell'assessore con delega alla programmazione negoziata, Massimo Sertori, e del sindaco di Luino, Andrea Pellicini. Ora il completamento dei lavori di ristrutturazione e di allestimento di Palazzo Verbania dovrebbe entrare in dirittura d'arrivo.
La Regione Lombardia, comproprietaria per un terzo del Fondo Sereni, ha, già dalla presidenza di Roberto Maroni, creduto nel progetto. «Regione Lombardia - ha dichiarato Sertori - ha sostenuto il processo di valorizzazione di Palazzo Verbania, partecipando già nel 2014 al finanziamento dei lavori di ristrutturazione architettonica dell'edificio destinato ad accogliere gli Archivi, nell'interesse pubblico di restituire all'intera comunità lombarda un bene culturale di elevato pregio storico e culturale e di poterne usufruire in maniera interattiva, in virtù del fortissimo legame che lo lega al territorio luinese e alla storia dei luoghi e delle persone che lo hanno vissuto».

PROGETTO E RISORSE
Il Palazzo è stato acquisito dal Demanio a patrimonio del Comune con un accordo di valorizzazione culturale per realizzare un polo culturale con gli archivi di Piero Chiara e Vittorio Sereni. Il progetto di recupero è stato cofinanziato, oltre che da Regione Lombardia, anche da Fondazione Cariplo per un milione di euro e dal Comune per la quota di trecentonovantamila euro.
Il corso dei lavori di recupero e restauro, oggi giunti quasi al termine, ha riportato alla luce disegni e decorazioni che, in accordo con la competente soprintendente, si è deciso di mettere in luce per valorizzare e testimoniare il ruolo che il Palazzo ha ricoperto per la storia stessa della città. «Tutto ciò -– ha ricordato il vicesindaco di Luino Alessandro Casali - ha comportato la necessità di revisionare il profilo degli investimenti, sacrificando in corsa gran parte delle somme accantonate quale “riserva” per strutture allestitorie e dettagli impiantistici indispensabili per la completa fruizione del polo culturale. Il Comune sta con risorse proprie completando le sistemazioni esterne e organizzando l'avviamento del Palazzo con una anteprima verso la fine di novembre e una inaugurazione prevista per la prossima primavera».

Maltempo, lago Maggiore in piena e statale 394 momentaneamente chiusa

Ha ferito anche la Lombardia il maltempo che nella scorsa settimana ha flagellato l'intera penisola, in particolare dal Veneto e Friuli fino alla Sicilia. Danni ingenti sono stati accusati tra la Bergamasca e l'area regionale orientale. Da un primo monitoraggio – secondo il governatore Attilio Fontana - i danni degli ultimi giorni ammonterebbero a circa 40 milioni di euro e la Regione si prepara a chiedere al governo lo stato di emergenza.
Nel varesotto il lago Maggiore, fino a a pochi giorni prima in preoccupante secca, ha di colpo toccato i livelli di guardia. In territorio di Maccagno con Pino e Veddasca la statale 394 è stata temporaneamente chiusa al traffico per alcuni alberi caduti in carreggiata in corrispondenza del km 42,500.
Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet grazie all'applicazione VAI, disponibile gratuitamente in App store e in Play store. La società del Gruppo FS Italiane ricorda inoltre che il servizio clienti Pronto Anas è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800.841.148.

Residenza sanitaria abusiva in una lussuosa villa

È stata scoperta dalla Guardia di finanza di Luino - Il personale era in nero e irregolare – Una decina di anziani pagavano rette mensili da 2000 euro

Non aveva alcuna autorizzazione amministrativo-sanitaria e la sua attività si svolgeva in assenza di personale medico e paramedico specializzato. Una casa di cura e assistenza per anziani, completamente abusiva e ubicata in una lussuosa villa sulle sponde del lago Maggiore, è stata scoperta dalla guardia di finanza di Luino a seguito di una complessa attività d’indagine coordinata e diretta dalla procura della repubblica di Varese.
I finanzieri, al momento dell’ingresso, hanno riscontrato, oltre al gestore-responsabile della struttura abusiva, la presenza di altre due lavoratrici in nero: un’operatrice socio-sanitaria (Oss), anche lei indagata, e una badante di nazionalità ucraina, irregolare sul territorio italiano. Anche le donne, prive di titoli abilitativi, si occupavano della gestione degli anziani, in parte non autosufficienti, somministrando farmaci senza alcuna prescrizione medica.
La villa forniva ricovero ad una decina di anziani a fronte del pagamento di una retta mensile di 2.000 euro a persona. Gli anziani, dopo l’intervento delle Fiamme gialle, sono stati immediatamente affidati ai parenti o, nei casi più critici, collocati in strutture socio-sanitarie accreditate con il Sistema sanitario nazionale.
Per la valutazione dello stato dei luoghi, risultati essere inidonei perché privi dei più elementari requisiti strutturali, e delle condizioni cliniche degli anziani presenti, i finanzieri si sono avvalsi di personale specializzato dell’Agenzia di tutela della salute Insubria di Varese, che ha fornito un apporto indispensabile per la complessità dell’intervento.
L’immobile è stato sottoposto a sequestro, unitamente ad un ingente quantitativo di farmaci, alcuni dei quali scaduti, e copiosa documentazione medico-contabile, che sarà oggetto di ulteriori e più approfondite attività di indagine. 

A Ispra sportello per ragazzi con disturbi specifici d’apprendimento

Al progetto aderisce anche il Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano
Presentazione progetto Dsa

I disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) colpiscono il 5% della popolazione italiana e sono in continuo aumento, generando preoccupazione crescente e richiesta d’aiuto da parte di scuole e famiglie. Sabato 27 ottobre 2018 a Ispra, nella Biblioteca civica, è stato presentato dal dottor Enrico Maranzana un articolato progetto Dsa che ha visto il Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano al fianco dell’associazione Auxilium Onlus e dell’Amministrazione comunale. Erano presenti anche il sindaco di Cadrezzate Cristian Robustellini e diversi insegnanti e genitori.
Il progetto parte da Ispra grazie alla disponibilità del sindaco Melissa De Santis, che ha concesso alcuni locali della Biblioteca civica consentendo l’apertura di uno specifico Sportello Dsa, che sarà così disponibile per ogni richiesta d’aiuto. Potrà essere emessa una diagnosi certa e avviato uno specifico percorso educazionale grazie alla collaborazione di professionisti del settore.
«Riteniamo importante – ha dichiarato il presidente del Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano Giuseppe Taldone - sostenere progetti di questo tipo per cercare di aiutare concretamente le famiglie con problemi e proponiamo di esportare l’iniziativa anche nella parte più alta del Verbano».  

INTERVENTO - Maltempo, vicesindaco Casali: «Sistemata l'illuminazione pubblica»

INTERVENTO - Il 31 ottobre 2018 i nostri tecnici hanno sistemato le linee della illuminazione pubblica che si erano spente durante gli scorsi giorni a causa delle eccezionali avverse condizioni meteorologiche che si sono abbattute sul territorio e che tanti danni hanno causato in tutta Italia.
Residua da sistemare la linea di via Cervinia/vicolo dei Prati dove, però, è indispensabile poter accedere alla cabina di proprietà di Enel, alla presenza dei loro tecnici. Tuttavia, anche Enel sta affrontando gravi emergenze sui propri impianti su tutto il territorio di conseguenza l'appuntamento di oggi per l'accesso alla cabina è venuto meno.
Chiediamo alla cittadinanza di poter comprendere il difficile momento, siamo sempre in contatto con Enel, cercheremo di risolvere il problema al più presto
Alessandro Casali
Vicesindaco di Luino

Istituto Città di Luino-C. Volonté, open day a novembre e dicembre

Città di Luino - C. Volontè sede centrale
Città di Luino - C. Volontè sede associata

A novembre e dicembre doppio appuntamento all'Isis Città di Luino-C. Volonté per incontri con studenti di scuole medie e loro famiglie.
Il primo open day si svolgerà, quest'anno, in due pomeriggi consecutivi tra sabato 17 e domenica 18 novembre 2018. Le visite di scuola e laboratori saranno guidate, come sempre, da docenti, alunni del biennio e del triennio e da ex alunni. Questi gli orari:
*sabato 17 novembre (ore 14.30), sede di via Cervinia 54 (tel. 0332511643), visite guidate al Settore tecnologico: specializzazioni di Elettronica-Automazione, Informatica e Telecomunicazioni;
*domenica 18 novembre (ore 15.30), sede di via Lugano 24/a (tel. 0332530387), visite guidate del Settore economico amministrazione, finanza e marketing.
Il secondo open day è fissato per sabato15 dicembre 2018 (dalle 14.30 alle 17.30).
VISITE E LEZIONI SU APPUNTAMENTO
Per alunni e genitori impossibilitati a partecipare agli appuntamenti calendarizzati opportunità di richiedere una visita guidata in settimana. Basterà concordare modalità e tempi con la prof Giuseppina Zarcone (zarcone.giuseppina@isisluino.net) per la sede centrale e la prof Marilina Comeglio (comeglio.marilina@isisuino.net) per la sede associata.
C'è da ricordare che, durante gli open day e per l'intero periodo di orientamento, sarà attivata una postazione per effettuare direttamente l'iscrizione o fornire indicazioni utili per la procedura online. Inoltre per i futuri studenti dell'istituto viene anche organizzata una mattinata di lezioni di discipline di base e di indirizzo tenute dai docenti, alunni ed ex alunni secondo la didattica laboratoriale e progettuale. 

Maccagno con Pino e Veddasca, in Auditorium parole e musica con Andrea Vitali e Francesco Pellicini

Dalla locandina

Un Andrea Vitali per molti inatteso sarà protagonista insieme a Francesco Pellicini, sabato 10 novembre (ore 17), dell'appuntamento di teatro canzone letteratura “Già, infatti, è così” in complesso Auditorium. Lo spettacolo, nell'ambito del Festival dei Laghi lombardi, è tratto da un testo inedito dello stesso Vitali, scrittore molto noto e non nuovo a trasposizioni teatrali. I due interpreti saranno accompagnati dai musicisti Massimiliano Peroni (cantautore e chitarra classica) e Fazio Armellini (fisarmonica).
La vicenda di cui si racconta e si canta è quella di Gaspare Bomboletti, insegnante di paese che in una notte di Vigilia ripercorre la propria esistenza riconsiderando e reincontrando momenti e affetti. Tutto secondo lo svolgersi di trama e ritmo caratteristici delle felice scrittura di Vitali. Ingresso gratuito.

Serata tra vernissage e conferenza
Nuovo appuntamento mensile di arte e cultura venerdì 9 novembre (ore 21) sempre in Auditorium. Sarà inaugurata la mostra personale “Paesaggi naif e animali in natura” di Salvatore Cona, aperta fino al 18 novembre (tutti i giorni dalle 10,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 19). Seguirà una conferenza di Ottavio Brigandì su “Michelangelo, lo straordinario catalogo delle opere”. Ingresso libero.

Pupazzi e cantastorie
Domenica 11 novembre (ore 16.15) secondo dei sei incontri con burattini, pupazzi e cantastorie della rassegna teatrale Bim Bum Bam dedicata ai bambini. Ingresso gratuito. 

4 Novembre, campana celebrativa in bronzo per la torretta civica luinese

Celebrati anche a Luino il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale e l'anniversario di Vittorio Veneto. Nelle immagini un momento della celebrazione ufficiale e il piano terra del comune dove, insieme a pannelli e documentazione storica, è stata esposta la nuova campana in bronzo prima della sistemazione sulla torretta del municipio. Sul palco il sindaco Andrea Pellicini e l'oratore ufficiale, il generale di squadra dell'Aeronautica militare Stenio Vecchi, nativo di Luino.

Monteviasco, finanziato intervento di manutenzione funivia

stazione di Piero, foto Comunità montana Valli Verbano

Assicurata alla funivia di Ponte di Piero-Monteviasco, nel comune di Curiglia con Monteviasco, la copertura dell'intervento di manutenzione straordinaria. Il 5 novembre 2018 la giunta regionale, su proposta dell'assessore alle infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, ha stanziato 9.900 euro, pari al 90% del costo dei lavori per l'ammodernamento del sistema frenante della vettura.
«L'impianto - ha spiegato Terzi - è di proprietà comunale riveste e un ruolo particolarmente importante per il territorio, essendo un mezzo di trasporto fondamentale non solo in chiave turistica ma per garantire i collegamenti con il centro abitato di Monteviasco. Come Regione Lombardia siamo e saremo accanto ai piccoli Comuni e alle loro necessità».