Edizione n.27 di mercoledì 7 agosto 2019

Cerro di Laveno, solidarietà a vela

Concluse le due giornate delle Match Race Giacomo Ascoli
regata - fondazione - 2019-38

Sul lago Maggiore, a Cerro di Laveno (Varese), otto equipaggi in rappresentanza di altrettanti circoli velici verbanesi si sono dati battaglia, tra sabato 20 e domenica 21 luglio 2019, negli incontri testa a testa delle Match Race Giacomo Ascoli a bordo delle imbarcazioni H22. Il miglior team è risultato quello guidato da Marco Caverzasio, portacolori della classe H22, con Marco De Cherubino (sabato), Ezio De Bortoli (domenica), Leo Di Venosa, Sergio Zanetti, Laura D’Alì.
Gli altri due posti del podio sono stati occupati dal team di Aldo Bottagisio (Associazione Velica Alto Verbano con Edoardo Ragno, Riccardo Deghi, Vera Siccardi, Riccardo Molla) e da quello di Fabio Ascoli (Circolo Velico Medio Verbano con Giacomo Biganzoli, Francesco Castelli, Elisabeth Tommasi, Anna Tommasi). Alla battaglia sul lago hanno preso parte anche i team di Fabio Mazzoni, Massimo Paoluccci, Alessandro Molla (LNI Varese) ed Enrico Negri (Associazione Velica Monvalle).

Nelle due giornate della manifestazione si sono svolti laboratori e giochi per i bambini (tutti i bambini non solo quelli del D.H.) curati da volontari/volontarie della Fondazione Giacomo Ascoli onlus. La regata, nata più di dieci anni fa con l’intento di raccogliere fondi e far conoscere la Fondazione Giacomo Ascoli onlus, dal 2006 si prende cura dei bambini affetti da malattie onco-ematologiche e delle loro famiglie e sostiene la ricerca scientifica in questo campo.
La fondazione ha inaugurato negli scorsi mesi il Day center oncoematologico pediatrico Giacomo Ascoli all’Ospedale Filippo del Ponte di Varese, realizzato anche con i fondi raccolti da questa manifestazione. Grazie alle donazioni fra il 2019 e il 2020 nella stessa struttura ospedaliera varesina (unità dipartimentale di oncoematologia pediatrica del polo materno) verranno inaugurate tre camere sterili per la degenza protetta dei bambini in difficoltà lì ricoverati. «La manifestazione – ha commentato il presidente della Fondazione Marco Ascoli - ha consentito di abbinare la tecnica e la capacità d importanti skipper professionisti alla passione di amatori e di giovani allievi delle scuole di vela del lago Maggiore. E principalmente ha visto la collaborazione di cinque circoli velici del lago Maggiore finalizzata alla beneficenza e al sostegno dell'opera della Fondazione Giacomo Ascoli».
Per donazioni a favore di Fondazione Giacomo Ascoli: Codice Iban IT40U0569610800000020877X82; BIC POSOIT22.