Edizione n.48 di mercoledì 13 dicembre 2017

voucher

Ricovero anziani, voucher da 1000 euro ai più bisognosi

Stanziati in Lombardia 10 milioni di euro per ridurre i costi delle rette - Beneficiarie circa 10mila persone

Voucher da 1.000 euro per gli anziani particolarmente gravi ricoverati stabilmente in Rsa (residenze sanitarie assistenziali) per 360 giorni annui. A disposizione, 10 milioni di euro. Destinatarie, circa 10.000 persone residenti in Lombardia. È quanto prevede una «misura innovativa» della giunta regionale della Lombardia, approvata il 31 luglio 2017 su proposta dell'assessore al welfare Giulio Gallera.
L’intervento è diretto ai ricoverati in tutte le Rsa accreditate e a contratto del territorio, classificati nelle classi Sosia 1 e Sosia 2, sia su posti ordinari sia in Nuclei Alzheimer, per una durata di almeno 360 giorni, nel periodo dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2017. Queste persone presentano maggiori livelli di fragilità e quindi maggiore bisogno di cura e di risorse.
La delibera regionale si aggiunge a un’intesa raggiunta tra Gallera e i sindacati. «Se il numero degli aventi diritto dovesse essere inferiore a quanto previsto o il finanziamento dovesse essere integrato anche con successivi provvedimenti», ha spiegato l’assessore, le risorse disponibili saranno assegnate, «tramite un voucher di valore pari a quello dei primi beneficiari, alle persone ricoverate in Rsa - sempre relativamente al periodo dal 1 ottobre 2016 al 30 settembre 2017 - anche per una durata inferiore ai 360 giorni, con modalità progressive comunque non al di sotto dei 180 giorni. In caso di periodo identico prevale la maggiore età dell'ospite». 

Rsa, rette più ridotte ai più fragili

Voucher di 1.000 euro a 11.500 famiglie lombarde - Aumentato da 10 a 11,5 milioni di euro lo stanziamento regionale nel 2017

Sale da 10 a 11,5 milioni di euro lo stanziamento della Lombardia nel 2017 a favore dei ricoverati in Rsa per più di 360 giorni l'anno. Il 28 novembre la giunta regionale ha aggiunto 1,5 milioni ai 10 già stanziati, per ridurre gli oneri economici delle persone, residenti in Lombardia e caratterizzate da particolari complessità assistenziali e permanenza prolungata in struttura.
«Abbiamo verificato – ha spiegato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera - che i nostri anziani che si trovano in situazione di difficoltà e fragilità sono 11.460 e quindi abbiamo integrato lo stanziamento con risorse aggiuntive pari a 1,5 milioni di euro. Questo vuol dire che nelle prossime settimane a casa di circa 11.500 famiglie lombarde arriverà un assegno di 1.000 euro».
DESTINATARI
La misura punta a sostenere le persone più fragili come gli anziani o che presentano maggiori livelli di fragilità ricoverate in tutte le Rsa accreditate e a contratto del territorio, classificati nelle classi Sosia 1 e Sosia 2, sia su posti ordinari sia in Nuclei Alzheimer, per una durata di almeno 360 giorni, nel periodo dal 1° ottobre 2016 al 30 settembre 2017.

Condividi contenuti