Edizione n.32 di mercoledì 16 agosto 2017

Viaggi

Ritardi ferroviari, rimborsi obbligatori anche per “cause di forza maggiore”

L'obbligo è indicato dalla Corte di Giustizia Europea - In Lombardia il Consiglio regionale chiede, all'unanimità, a Trenord di garantire i rimborsi
Ritardi ferroviari, rimborsi obbligatori anche per “cause di forza maggiore”

La Corte di Giustizia Europea ha reso obbligatorio il rimborso per il ritardo del treno, anche se dovuto alle cosiddette cause di forza maggiore. Pertanto, ogni impresa ferroviaria non può essere esonerata dall’obbligo di indennizzo del prezzo del biglietto. L’indennizzo deve corrispondere al 25% del prezzo pagato in caso di ritardo compreso tra i 60 e i 119 minuti e sale al 50% qualora il ritardo sia superiore alle due ore.
In Italia le società ferroviarie Trenitalia e NTV-Italo si sono adeguate, ma in Lombardia Trenord non ancora e, allo stato attuale, non rimborsa ritardi dovuti a cause di forza maggiore. Da qui, il 1° aprile, la presa di posizione del Consiglio regionale della Lombardia, che, all'unanimità, ha approvato una mozione presentata da esponenti del Movimento 5 Stelle.
L'assemblea ha chiesto alla giunta di intervenire presso Trenord, per provvedere all’“immediato adeguamento delle condizioni generali di contratto di trasporto secondo quanto previsto dalla Corte di Giustizia Europea in materia di rimborsi e indennità per i disservizi dovuti a cause di forza maggiore. La giunta regionale dovrà anche, come proposto dal Partito Democratico, verificare l’eventuale necessità di apportare modifiche al contratto con Trenord. In più, secondo un'integrazione della Lega Nord, dovrà adoperarsi affinché nel contratto con Trenord sia prevista espressamente la possibilità di usufruire dei rimborsi anche per i titolari della tessera “io viaggio”.

Lombardia, via all’acquisto di 161 treni

Ferrovienord e Fnm avvieranno da settembre 2017 i bandi di tre diverse gare

Avviate in Lombardia le procedure di gara per l’acquisto di 161 nuovi treni deliberato il 24 luglio 2017 dalla giunta regionale. Il 1° agosto 2017 Ferrovienord spa e FNM spa hanno deliberato tre gare destinate all’acquisto di tre diverse tipologie di treni (media capacità, alta capacità e diesel), che saranno pubblicate a partire dal prossimo mese di settembre.
Le forniture dovranno concludersi entro il 2025. I nuovi treni saranno dotati di tutti i più moderni standard tecnologici e di accessibilità. Questo il dettaglio.
GARA 1 (Media Capacità) - Fornitura di convogli ferroviari a media capacità, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia. La quantità minima garantita è di 31 convogli, destinati alle linee a media frequentazione (200 posti a sedere), per un importo stimato di 217 milioni di euro.
GARA 2 (Alta Capacità) - Fornitura di convogli ferroviari ad alta capacità, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3kV e potenza distribuita per il trasporto ferroviario, con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia.
La quantità minima garantita prevede 60 treni in configurazione lunga (500 posti a sedere) e 40 treni in configurazione corta (400 posti a sedere), destinati alle linee ad alta frequentazione, per un importo stimato in 1.070 milioni di euro.
GARA 3 (diesel) - Fornitura di convogli ferroviari, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione diesel per il trasporto ferroviario, con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia. La quantità minima garantita è di 30 convogli, destinati alle linee non elettrificate (150 posti a sedere), per un importo complessivo stimato di 195 milioni di euro. 

Lombardia, più tutele per reclami ferroviari

Accordo tra Trenord e associazioni dei consumatori sulla conciliazione delle controversie
Lombardia, più tutele per reclami ferroviari

Entro ottobre in Lombardia diventerà operativa la conciliazione paritetica per la soluzione extragiudiziale delle eventuali controversie con Trenord. La nuova procedura sarà gratuita e accessibile a tutti - abbonati e no - e avrà tempi certi e rapidi. A Milano il 16 maggio l'amministratore delegato di Trenord, Luigi Legnani, e il vice presidente Comitato Regionale Consumatori Utenti Nunzio Buongiovanni hanno firmato un protocollo d'Intesa.
Al nuovo strumento potranno ricorrere i viaggiatori Trenord che, a seguito di un reclamo scritto all'azienda, non abbiano ricevuto risposta entro i 30 giorni stabiliti dalle condizioni generali di trasporto o non l'abbiano ritenuta soddisfacente. I clienti potranno accedere singolarmente o tramite una delle associazioni firmatarie. Gli uffici di Trenord garantiscono tempi medi di risposta ai reclami di tre giorni.
PROCEDURA E TEMPI
Occorre compilare e inviare un modulo che sarà scaricabile dai siti di Trenord e delle associazioni firmatarie. La domanda sarà esaminata e istruita entro 45 giorni dal ricevimento. L'ufficio conciliazioni fisserà una data per la discussione della controversia e ne darà comunicazione alle parti almeno 10 giorni prima.
Il cliente potrà partecipare alla seduta per rappresentare le proprie ragioni sia personalmente, sia delegando una delle associazioni di consumatori. La procedura si dovrà chiudere entro 60 giorni dalla presentazione della domanda con una proposta di soluzione che il cliente potrà accettare o meno. In caso di non accettazione, il cliente sarà libero di intraprendere la via legale dato che la procedura è volontaria e non preclude ulteriori azioni più  

TrainDogs, torna a Saronno lo spettacolo dei racconti nati su Facebook

TrainDogs Saronno

Dopo il successo del 2013, torna a Saronno lo spettacolo di lettura e musica live dei TrainDogs, racconti di un pendolare tra prosa e poesia in undici righe meno qualcosa. Nate nel 2010 per mano di Fabio Palombo, tutte le mattine sul treno che percorre la tratta Saronno-Milano, le storie di uomini e di donne che da Facebook hanno preso corpo nella vita reale sotto forma di spettacolo itinerante saranno alla Libreria-Caffè letterario “Pagina 18” (via Padre Monti 15).
Il reading musicale “Un cielo senza uscita”, ventesima tappa del tour dei TrainDogs, si terrà giovedì 17 luglio alle 21.30 nel cortile della vecchia pretura adiacente alla libreria. Lettura e interpretazione saranno dello stesso Palombo, mentre l’accompagnamento musicale sarà affidato al violoncello di Alessandro Branca, al violino di Fulvio Renzi e alla chitarra di Marco Franci. Lo spettacolo prevede un ingresso di 7euro.
Giunti oggi a 536 con circa 30.000 lettori al mese sul celebre social network, i TrainDogs sono i protagonisti insieme al loro pubblico di un viaggio dalla sfera virtuale alla vita reale. Utilizzati prima come ispirazione per cortometraggi o come oggetti artistici in mostra con le trasposizioni su tela, sono diventati uno spettacolo itinerante in tutta Italia in cui si fondono lettura, canto e musica. Nel 2013 sono approdati alla carta stampata con il libro “TrainDogs – Storie di uomini e di donne”, una raccolta dei 200 brani ritenuti più significativi dall’autore nata per dare corpo a un format letterario che non è mai appartenuto a un luogo fisico. Un piccolo fenomeno letterario unico nel suo genere. 

Milano, da dicembre verso l'Adriatico con Italo

Da Milano si raggiungerà Ancona in meno di 3 ore

Il mondo che viaggia avrà a breve a disposizione una nuova opportunità su un itinerario ferroviario nazionale molto frequentato e vitale. E' imminente una rotta in più per i treni Ntv di Italo. Collegherà la capitale milanese del business con il distretto industriale di Ancona e con il traffico turistico della costiera romagnola.
Il debutto è per il 15 dicembre. Il primo treno per Milano partirà da Ancona alle 6.57 del mattino. Tre coppie di convogli ogni giorno sperimenteranno il nuovo collegamento tra Milano (via Reggio Emilia e Bologna), Rimini e Ancona per verificare la risposta del territorio. Una coppia di treni arriverà anche a Torino. Italo percorrerà fino a Bologna la tradizionale linea adriatica, per poi immettersi nel nodo emiliano sulla nuova linea ad Alta Velocità (e viceversa).
Per viaggiare da Milano Rogoredo a Rimini ci vorranno 2 ore e 1minuto, fino ad Ancona 2 ore e 53.
I treni in arrivo da Milano fermeranno a Rimini alle ore 10.14, 15.40 (con origine Torino) e 20.55. Ad Ancona fermeranno alle ore 11.01, 16.32 (con origine da Torino) e 21.45. Da Ancona per Milano si partirà alle 6.57 (fino a Torino), 11.57 e 18.15; da Rimini alle 7.43 (fino a Torino), 12.43 e 19.04.
VENDITE IL 30 OTTOBRE. Secondo la filosofia dell'azienda, l’offerta è anche economicamente molto competitiva. Milano-Rimini parte da 20 euro in Smart, 30 in Prima e 71 euro in Club; Milano-Ancona parte da 20 euro in Smart, 40 euro in Prima e 86 euro in Club. Torino-Rimini da 20 (Smart), 30 (Prima) o 76 euro (Club) mentre la Torino-Ancona parte rispettivamente da 20, 40 e 90 euro. Bologna-Rimini da 15, 20 o 37 euro; Bologna-Ancona da 20, 30 e 61. Da Reggio Emilia a Rimini si viaggia con un minimo di 14, 20 o 46 euro; Da Reggio Emilia ad Ancona 20, 30 e 63 euro. Infine, la monotratta Rimini-Ancona parte da 10 euro in Smart, 15 in Prima e 32 in Club. Le vendite dei nuovi collegamenti aproniranno mercoledì 30 ottobre sui consueti canali: il sito italotreno.it, le agenzie di viaggio convenzionate, il contact center Pronto Italo (06.07.08), le biglietterie automatiche nelle stazioni. 

Tour in Irlanda

Per il periodo dall'8 al 15 aprile è stato organizzato un tour dell'Irlanda. Informazioni agli Uffici parrocchiali di Luino dalle 18.30 alle 19.

Ticino, estate di RailAway FFS, offerte tra natura, sport, wellness e cultura

E’ ormai una consuetudine, con la bella stagione arrivano anche le offerte estive per il tempo libero di RailAway FFS. Ce n’è per tutti i gusti: per gli appassionati di cultura, una visita ai Castelli di Bellinzona; per chi ama la natura, un’escursione lungo il Sentiero degli Alpi Bedretto; per chi è alla ricerca di un’esperienza particolare, una visita alla Falconeria di Locarno. Ogni anno, si aggiungono proposte e numerose sono quelle per il 2013. Si può fare un salto il sabato mattina al tradizionale mercato di Bellinzona, con i suoi prodotti freschi della regione, certamente un luogo d'incontro e di piacevole conversazione. Per gli amanti della montagna, invece, due nuove allettanti proposte. Sono il Centro Pro Natura Lucomagno di Acquacalda, a 1.750 metri di altitudine, uno speciale angolo di Ticino tra boschi e paesaggi incontaminati, e il Sasso San Gottardo, luogo mitico tra impressionanti gallerie e caverne rocciose. Da giugno sarà inoltre possibile tuffarsi nel nuovo acquaparco Splash e Spa Tamaro a Rivera, impianto unico nel suo genere in Ticino, con scivoli, imbuti, piscine termali, piscina a onde e spa. Ma tra le opportunità c'è, per esempio, anche la possibilità di una gita nella preistoria per scoprire i sauri che vissero in Ticino grazie al Museo dei fossili del Monte San Giorgio o semplicemente di trascorrere una giornata sul Lago di Lugano.

Le offerte estive di RailAway per il 2013 sono oltre venti e permettono di trascorrere il tempo libero in Ticino con il 20% di sconto sul viaggio con i mezzi pubblici e sulla prestazione supplementare. Le offerte, valide dal 1° marzo al 31 ottobre 2013, sono rintracciabili in un prospetto informativo disponibile presso tutte le stazioni FFS.
Le offerte combinate RailAway FFS - i viaggi con i mezzi pubblici abbinati a prestazioni supplementari come entrate, risalite, buoni consumazione - possono essere acquistate nelle stazioni FFS, ai distributori automatici oppure online su ffs.ch/acquistare-online. Ulteriori informazioni: presso le stazioni FFS, telefonando al Rail Service 0900 300 300 (CHF 1.19/min. da rete fissa svizzera) 24 ore su 24, oppure su ffs.ch/railaway-ticino 

Viaggio nel Viterbese

La parrocchia di Luino organizza dal 3 al 9 novembre un viaggio turistico nella provincia di Viterbo con una giornata a Roma. Informazioni in segreteria della parrocchia.

Centro Parco Hussy, AAA volontari cercansi anche a Luino

Il problema emerso il 30 aprile dall'assemblea degli 84 Centri Terza Età del Varesotto

Al Centro Parco Hussy di Luino sono aperte le iscrizioni al torneo di scala 40, in programma il 15 maggio (ore 15), e continuano le prenotazioni di vacanze convenzionate. Molte mete, come comunica il presidente Lucio Trivellato, sono esaurite, ma un paio di posti sono ancora disponibili per il piccolo tour di 40 soci in Abruzzo dal 19 al 23 maggio.
Altri appuntamenti sono, domenica 1 giugno, il pranzo di fine mese (prenotazioni sino a quota 30) e nuove iniziative attualmente in cantiere. Di lavoro non c'è certo penuria nella gestione di un centro volontario, ma di "braccia" sì e anche a Luino il problema si fa sentire. Lo segnala Trivellato nella newsletter di maggio.
«Il 30 aprile - ha scritto - i presidenti degli 84 Centri Terza età della provincia di Varese, affiliati al Coordinamento Ancescao, sono stati chiamati all’assemblea annuale provinciale per il rendiconto delle attività associative e per le direttive che, a cascata, arrivano dal “Regionale” e dal “Nazionale”. Evidentemente in questi ultimi anni sono cambiate molte cose in campo sociale, nel volontariato e nelle onlus, ma vi sono ancora realtà che operano sotto mentite spoglie, creando difficoltà d’identità.
«Alcuni centri hanno lamentato la difficoltà di continuità, dato che non vi sono ricambi e sono costretti a chiudere. Costatiamo anche noi del Centro Parco Hussy quanto sia difficile gestire un’attività come la nostra per la carenza di volontari e volontarie per i turni pomeridiani, costringendoci ai doppi turni settimanali. Sia chiaro che non è una costrizione, ma la volontà, la bontà e la comprensione delle nostre brave “ragazze”, dato che le malattie e gli impegni familiari hanno la priorità». 

Centro Parco Hussy, soci in aumento anche dalle valli

A Palazzo Verbania, sabato 5 aprile, un lungo e caloroso applauso dell'assemblea ha accolto la relazione del presidente Lucio Trivellato sulla gestione del Centro Parco Hussy nel 2013. I soci hanno partecipato massicciamente all'incontro annuale e manifestato caloroso gradimento all'opera generosa di volontarie e volontari. Ai lavori è intervenuta, in rappresentanza dell'amministrazione comunale, la consigliera Simona Ronchi.
Attorno al Centro Parco Hussy si consolida e amplia il sostegno dei soci. «Già in 350 - rileva Trivellato - hanno rinnovato la tessera e altri lo faranno, dato che si possono riassociare sino a novembre. Il passaparola e l'informazione stanno portando al Centro nuovi soci dai paesi delle “Valli del luinese", com’è insito nel nostro logo».
In aprile l'ordinaria attività dell'associazione proseguirà, domenica 13 aprile, con la tombola a premi e, domenica 27, il pranzo di fine mese, sempre se vi saranno adeguate prenotazioni. Le convenzioni, inoltre, sono attive e sono iniziati gli appuntamenti per la denuncia dei redditi. Il piccolo tour dell’Abruzzo si farà dal 19/05 al 23/05 avendo già 40 prenotazioni: a breve una riunione di presentazione.

Condividi contenuti