Edizione n. 15 di mercoledì 18 aprile 2018

salvaguardia flora e fauna

Varese, a scuola di tecniche di monitoraggio del bacino dell'Olona

Il corso di formazione, organizzato gratuitamente dal'Università dell'Insubria, si rivolge in particolare a guardie ecologiche, studenti, insegnanti, volontari di associazioni ambientaliste

Far acquisire le tecniche di base per segnalare le diverse specie di animali e vegetali di particolare interesse conservazionistico presenti nel bacino del fiume Olona. A questo obiettivo punta il corso di formazione “Ambiente Olona”, organizzato - gratuitamente - dall'Università degli Studi dell’Insubria di Varese in collaborazione con Istituto Oikos.
Il corso rientra nel progetto Sistema Olona, mirato a potenziare il corridoio ecologico del fiume Olona e finanziato da Fondazione Cariplo. Destinatari, soprattutto guardie ecologiche, studenti, insegnanti e volontari di associazioni ambientaliste.
Il programma prevede, tra il 26 aprile e il 19 maggio 2018, cinque lezioni nella sede varesina dell'ateneo (via Monte Generoso, aula 1Mtg, dalle 18 alle 21), unitamente a fondamentali incontri pratici sul campo. Gli argomenti vanno dal Progetto Sistema Olona alle specie aliene e agli aspetti vegetazionali del bacino, dalle nuove tecnologie per il rilevamento dei mammiferi (più uscita notturna per il rilevamento di chirotteri con bat detector e di anfibi) alle piattaforme di citizen science per la segnalazione di specie animali e vegetali fino al monitoraggio avifauna, erpetofauna e invertebrati (uscita diurna).
Le iscrizioni dovranno pervenire entro venerdì 20 aprile 2018, scrivendo a stefania.mazzaracca@istituto-oikos.org. 

Condividi contenuti