Edizione n.7 di mercoledì 14 febbraio 2018

Provincia

Santa Caterina del Sasso, custodia alla Fraternità Francescana di Betania

A fine marzo 2018 l'istituto religioso subentrerà all’Associazione degli Oblati
Battello a S. Caterina

Passaggio delle consegne per la custodia e la cura di Santa Caterina del Sasso dalla realtà laica Associazione degli Oblati all'istituto religioso Fraternità Francescana di Betania. Il 30 marzo 2018 scadrà la convenzione della Provincia di Varese con l’Associazione degli Oblati e l'eremo di Leggiuno, affacciato sul lago Maggiore, sarà affidato alla Fraternità Francescana di Betania.
Il nuovo accordo tra Villa Recalcati e l’Arcidiocesi di Milano è stato presentato il 12 gennaio dal presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi e da monsignor Franco Agnesi. «Con l’Arcidiocesi abbiamo cercato – ha spiegato Vincenzi - una soluzione che potesse garantire una maggior apertura sia in termini di orari, sia sotto il profilo della partecipazione alla vita dell’Eremo, così da poter valorizzare, oltre agli aspetti culturali, storici e architettonici, anche quello della fede».
La Fraternità Francescana di Betania sarà presente a Santa Caterina con un piccolo nucleo stabile e, oltre alla celebrazione quotidiana della messa, alla quale sarà possibile partecipare, «saprà coniugare – come precisato dal monsignor Agnesi - la volontà di chi arriva per una visita all’eremo a quella di chi invece vuole vivere un momento di spiritualità». «L’accordo trovato – ha concluso – è frutto di un percorso condiviso che si è sviluppato partendo da una comunità d’intenti, poiché la valorizzazione della bellezza accanto però a un profondo recupero dell’aspetto spirituale sono stati gli obiettivi fissati fin dall’inizio di questa operazione». 

Condividi contenuti