Edizione n.5 di mercoledì 13 febbraio 2019

Progetto 98 Cooperativa Sociale

Gallarate, prosegue il progetto “Dopo di noi”

La Progetto 98 Cooperativa Sociale offre a Busto Arsizio e Somma Lombardo sostegno a pazienti gravi e loro famiglie

Proseguirà anche nel 2019 il sostegno ai pazienti di grave cerebrolesione acquisita e alle loro famiglie per affrontare il processo di “svincolo”. Immutato l'obiettivo: fare in modo che il distacco della persona disabile dal nucleo (dopo di noi) risulti un percorso programmato e co-gestito (dopo di noi durante noi).
I risultati sono stati positivi e la Progetto 98 Cooperativa Sociale di Gallarate rinnoverà l'esperienza “Dopo di noi. Progettare il presente per costruire il futuro”, realizzata con il contributo di 15.000 euro della Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus.
PROGETTO
Pilastri rimangono uno sportello di sostegno sociale, psicologico e legale in supporto ai familiari e, per i pazienti, uno spazio di “abitare supportato” con percorsi sperimentali di vita autonoma per la prova delle autonomie personali e sociali.
Nel 2018 sono state raggiunte quaranta famiglie provenienti dall’intera provincia di Varese e coinvolte dieci famiglie per un totale di centoundici giornate di sperimentazione con esiti considerati molto incoraggianti.
COOPERATIVA SOCIALE
La Progetto 98 Cooperativa Sociale di Gallarate si rivolge a giovani e adulti affetti da cerebrolesione acquisita, persone cioè con disabilità dovuta a esiti da coma e gravi traumi cranici o da malattie cardiovascolari come ictus, emorragie cerebrali e anossie.
A Busto Arsizio gestisce un Centro socio-educativo, mentre a Somma Lombardo, in collaborazione con l’Associazione Per Andare Oltre onlus, cura, oltre a un Centro socioeducativo, anche due appartamenti per l’autonomia abitativa di housing sociale temporaneo con quattro persone in formazione e un appartamento per progetti dedicati al dopo di noi

Condividi contenuti