Edizione n.6 di mercoledì 20 febbraio 2019

Pediatria

Varese, al Del Ponte Isola neonatale donata dagli Alpini

La postazione è frutto di una iniziativa natalizia
Isola neonatale, Gruppo Alpini

Un lettino con sponde dotato di tutte le tecnologie e gli strumenti per monitorare e riscaldare il bambino. È l’Isola neonatale donata ufficialmente l'8 febbraio 2019 dal Gruppo Alpini all'ospedale Filippo Del Ponte di Varese.
Le Penne Nere hanno accolto una richiesta avanzata dalla presidente della Fondazione Il Ponte del Sorriso, Emanuela Crivellaro, e devoluto una parte del ricavato di una loro classica iniziativa natalizia, il Panettone degli Alpini. «Gli Alpini di Varese, anima buona e solidale della città, non hanno esitato un attimo a condividere il nostro progetto» ha commentato Crivellaro.
L'isola neonatale sarà utilizzata in Terapia intensiva neonatale, come spiega il direttore della Pediatria di Varese e del dipartimento Donna e bambino dell’Asst Massimo Agosti. «Dotata di base sollevabile, luce di ispezione orientabile, pannello sonde con termosensore, bilancia elettronica integrata, cassetto portalastre» - spiega il professor Agosti - «è indicata per la cura dei neonati ricoverati in Neonatologia e in T.I.N..  Le configurazioni di cui è dotata, infatti, sono particolarmente indicate per i neonati più fragili, che possono quindi essere curati direttamente in culla, senza che il personale sanitario interferisca con i loro movimenti». 

Tradate, un ambulatorio per bimbi adottati all'estero

Dal 2012 ne sono stati seguiti 203 provenienti da 5 continenti
Tradate, èquipe ambulatorio pediatrico

A Tradate (Varese) è dal 2012 attivo uno dei tre centri lombardi dedicati ad accogliere da un punto di vista medico-assistenziale i bambini adottati all'estero. Opera nell'ambito della Pediatria, guidata ora dalla dottoressa Anna Elisabetta Bussolini, e finora ha seguito con gli accertamenti e le cure necessarie duecentotré bambini provenienti da cinque continenti.
L'Ambulatorio per il bambino adottato all'estero è nato grazie alla collaborazione dell'associazione Petali dal Mondo onlus, impegnata sui temi dell'adozione e della tutela dell'infanzia. Per accedervi, la famiglia o il pediatra curante potranno contattare la Pediatria dell'Ospedale di Tradate (telefono 0331 817416). «Questo ambulatorio è una conferma della grande tradizione della Pediatria di Tradate - dichiara il direttore del Dipartimento donna e bambino dell'Asst dei Sette Laghi, Massimo Agosti - che già negli anni Settanta si distingueva per l'attenzione alle tematiche psico-evolutive, oltre che fisiche, del bambino e dell'intera famiglia».
Il bambino giunge spesso in Italia con una documentazione sanitaria carente e poco attendibile e potrebbe presentare delle patologie difficilmente diagnosticabili con la sola visita pediatrica. Viene quindi seguito un percorso diagnostico-assistenziale, che prevede l'effettuazione di esami di screening, comprensivi di esami ematici, strumentali e specialistici, definiti dopo un'attenta analisi della documentazione sanitaria, del percorso adottivo e, naturalmente, dopo una valutazione clinica.
Nella foto, l'équipe pediatrica di Tradate

Condividi contenuti