Edizione n. 3 di mercoledì 17 gennaio 2018

parco

Incendio al Campo dei Fiori. Che cosa è successo, quale il futuro

Incontro aperto ad Uninsubria su influenza degli incendi nell’ecosistema e strategie di restauro ambientale
Parco Campo dei Fiori, opere di spegnimento, Foto di Vincenzo Di Michele

Terribile l'incendio che a fine ottobre/inizio novembre 2017 ha aggredito il Parco regionale Campo dei Fiori e intensa l'emozione che ne è scaturita nella popolazione. Numerosi anche gli interrogativi che ciascuno si è posto riguardo a che cosa è successo e che succederà al territorio.
Per dare risposte e spiegare la situazione, Parco Campo dei Fiori e Università degli studi dell'Insubria  hanno organizzato a Varese, venerdì 12 gennaio alle 20.30 un incontro aperto al pubblico. Titolo, “Fuoco doloso, territorio dolente. Quali priorità da affrontare e quali percorsi intraprendere dopo l'incendio al Parco Campo dei Fiori?”.
Specialisti spiegheranno l'impatto degli incendi nelle aree prealpine, che cosa accade ai boschi, alla riserva di biodiversità che il Parco, con il massiccio del Campo dei Fiori, rappresenta e anche che accade là dove l'occhio non vede (sottosuolo, aree carsiche, acque).
Aprirà la serata Marco Moretti, ricercatore al Wsl Svizzera (Istituto Federale di Ricerca per le Foreste, la Neve e il Paesaggio), che per cinque anni ha studiato le influenze degli incendi sugli ecosistemi.
Da una visione di confronto con altre esperienze, ci si addentrerà poi nelle specificità del territorio varesino grazie agli interventi di esperti che hanno realizzato e realizzeranno monitoraggio e raccolta di dati. La situazione del sottosuolo verrà illustrata da Vincenzo Maffei (ArpaLombardia) e da Alessandro Uggeri (Gruppo Speleo Cai Varese) con l'analisi degli impatti nelle aree carsiche e qualla delle potenziali alterazioni delle acque sotterranee. Enrico Zini presenterà il programma del  monitoraggio satellitare e rilievi da drone per la valutazione di bosco e aree critiche. Alessandro Nicoloso, estensore del Piano di indirizzo forestale (Pif) e di progetti di consolidamento di aree con dissesto aggravato da incendi, fornirà una panoramica degli impatti e degli scenari futuri in relazione ai primi rilievi effettuati. Bruno Cerabolini, docente dell'Università dell'Insubria, sintetizzerà le attività che da primavera saranno sviluppate in vista di restauro ambientale e ripristino degli ecosistemi.
Modereratore, Adriano Martinoli, docente Università dell'Insubria. Apriranno la serata il rettore Alberto Coen Porisini e il presidente del Parco Campo dei Fiori, Giuseppe Barra.
In aula magna Uninsubria, in via Ravasi 2. Ingresso libero.

--- Parco Campo dei Fiori, opere di spegnimento, Foto di Vincenzo Di Michele

Condividi contenuti