Edizione n.33 di mercoledì 13 ottobre 2021

legislazione farmaceutica UE

Unione europea della salute e riforma della legislazione farmaceutica

Resterà aperta fino al 21 dicembre e raccoglierà i pareri di persone e parti interessate la consultazione pubblica sulla revisione della legislazione farmaceutica dell'UE avviata dalla Commissione europea. Intento, comporre un quadro normativo resiliente alle crisi e adeguato alle esigenze future per un settore tanto delicato e basilare quanto quello farmaceutico. È questo un nuovo passo verso la riforma annunciata nella Strategia farmaceutica per l'Europa adottata nel novembre 2020.
La consultazione è stata preceduta da un'altra sempre a carattere pubblico condotta in fase di preparazione della Strategia. Dalla sua adozione, la Commissione lavora a una serie di azioni in collaborazione con le autorità degli Stati membri, l'Agenzia europea per i medicinali e le organizzazioni dei “portatori di interessi”. Una azione-faro è la revisione della legislazione farmaceutica generale, prevista per la fine del 2022, anch'essa sostenuta da uno studio in corso. Altre azioni-faro si concentrano sulla valutazione delle tecnologie sanitarie, sullo spazio europeo di dati sanitari, sulla normativa su malattie rare e medicinali per uso pediatrico e sul rafforzamento della continuità e della sicurezza dell'approvvigionamento di medicinali nell'UE.
L'ultimo riesame completo della legislazione farmaceutica generale risale a quasi venti anni fa. Da allora profondi sono stati i cambiamenti sociali e scientifici e i temi preoccupanti presentatisi (resistenza antimicrobica, sfide ambientali, carenze di medicinali...). Con la Strategia farmaceutica del novembre 2020 si vuol realizzare un programma di azioni legislative e non legislative che favoriscano, tra le tante necessità, l'accesso a medicinali a prezzi contenuti, risposte alle esigenze mediche non soddisfatte, competitività e capacità di innovazione, sostenibilità dell'industria farmaceutica dell'UE e sviluppo di medicinali di elevata qualità, sicuri, efficaci e più ecologici, certezza d'approvvigionamento.

Condividi contenuti