Edizione n.45 di mercoledì 22 novembre 2017

Fondo Casa Savoia

Torino, ai Musei Reali 
la storia d’amore tra Vittorio Emanuele III ed Elena


Il diario del sovrano donato da Vittoria de Buzzaccarini
Crediti 2_Belen Sivori per Daniele Bottallo
Crediti 1_Belen Sivori per Daniele Bottallo

Un atto d’amore del re a sua moglie, la regina Elena; l'unico diario ad oggi ritrovato del sovrano sull’itinerario generale dopo il 1° giugno 1896. È il manoscritto con le memorie private di Vittorio Emanuele III donato il 31 ottobre 2017 alla Biblioteca Reale di Torino da Vittoria de Buzzaccarini, il cui padre Brunoro fu per quattro anni aiutante di campo del re.
Il diario, iniziato il giorno in cui i due futuri sposi si incontrarono e terminato il 24 ottobre 1946 in occasione delle loro nozze d’oro, è un’estrapolazione dai diari originali redatta dallo stesso Vittorio Emanuele III, che raccoglie, oltre ai giorni trascorsi con la consorte, i suoi numerosi impegni istituzionali.
Vittoria de Buzzaccarini sostiene che la decisione di donare il diario alla Biblioteca Reale dipende da più ragioni: «Prima di tutto credo che i libri, le pubblicazioni, le carte, soprattutto quelle così importanti, non vadano tenute o dimenticate nei cassetti, ma che debbano essere a disposizione degli studiosi per interrogarsi, ricercare e tramandare il pensiero di chi ci ha preceduto». La scelta non poteva che cadere su un’istituzione che raccoglie già numerosi documenti riguardanti la famiglia reale. «Nella donazione ho coinvolto anche i miei figli» aggiunge «perché è un bene della nostra famiglia che ora diventa di tutti».
L’opera sarà inserita nel registro del patrimonio della Biblioteca Reale e sarà collocato nel fondo Casa Savoia quale “ex libris Vittoria de Buzzaccarini e figli”, a disposizione degli studiosi che vorranno approfondire gli studi sul cimelio. Nel Salone monumentale della Biblioteca sarà allestito fino al 2 dicembre 2017 un percorso con documenti fotografici d’epoca riguardanti i viaggi del Vittorio Emanuele III, registrati dal re di suo pugno nel diario.

FONDO CASA SAVOIA
Il fondo Casa Savoia, di recente costituzione, riunisce materiali diversi relativi alla famiglia reale e reperiti nelle collezioni della Biblioteca. Tra i documenti si ricordano i diari di Carlo Felice e della consorte Maria Cristina, quelli di Maria Teresa, moglie di Carlo Alberto e autografi dello stesso sovrano, oltre a una raccolta denominata Archivio segreto di Carlo Alberto 1832-1833. 
La Casa editrice Nova Charta, fondata e diretta da Vittoria de Buzzaccarini, nel 2013 ha pubblicato una tiratura limitata facsimilare del diario e ha dedicato al prezioso documento il volume “Sì è il re – memorie private di un sovrano”, che contiene una serie di importanti contributi fra i quali un appassionante racconto storico intitolato “La forza dell’amore”, dedicato a Vittorio Emanuele III e a Elena di Montenegro. 

Condividi contenuti