Edizione n. 28 di mercoledì 5 agosto 2020

FerrovieNord

Lombardia, via all’acquisto di 161 treni

Ferrovienord e Fnm avvieranno da settembre 2017 i bandi di tre diverse gare

Avviate in Lombardia le procedure di gara per l’acquisto di 161 nuovi treni deliberato il 24 luglio 2017 dalla giunta regionale. Il 1° agosto 2017 Ferrovienord spa e FNM spa hanno deliberato tre gare destinate all’acquisto di tre diverse tipologie di treni (media capacità, alta capacità e diesel), che saranno pubblicate a partire dal prossimo mese di settembre.
Le forniture dovranno concludersi entro il 2025. I nuovi treni saranno dotati di tutti i più moderni standard tecnologici e di accessibilità. Questo il dettaglio.
GARA 1 (Media Capacità) - Fornitura di convogli ferroviari a media capacità, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia. La quantità minima garantita è di 31 convogli, destinati alle linee a media frequentazione (200 posti a sedere), per un importo stimato di 217 milioni di euro.
GARA 2 (Alta Capacità) - Fornitura di convogli ferroviari ad alta capacità, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3kV e potenza distribuita per il trasporto ferroviario, con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia.
La quantità minima garantita prevede 60 treni in configurazione lunga (500 posti a sedere) e 40 treni in configurazione corta (400 posti a sedere), destinati alle linee ad alta frequentazione, per un importo stimato in 1.070 milioni di euro.
GARA 3 (diesel) - Fornitura di convogli ferroviari, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione diesel per il trasporto ferroviario, con opzione per il servizio della logistica ricambi per la manutenzione programmata nel periodo di garanzia. La quantità minima garantita è di 30 convogli, destinati alle linee non elettrificate (150 posti a sedere), per un importo complessivo stimato di 195 milioni di euro. 

Aeroporto Malpensa, anche Unione Europea nella ferrovia Terminal 2-Gallarate

Finanziamento di 63.402.000 euro al progetto di 211.340.000 - Lavori avviati nel 2021 e completati entro dicembre 2024
Malpensa aeroporto, attesa

Il progetto per la realizzazione del collegamento tra il Terminal 2 dell’aeroporto di Milano Malpensa e Gallarate, promosso da Ferrovienord in partnership con Sea, può ora vantare cinque cofinanziamenti ricevuti nel corso delle diverse fasi di implementazione. La Direzione Trasporti della Comunità europea, alla luce degli ottimi risultati, lo ha selezionato come uno dei “flaghship projects” del bando 2019 CEF Transport MAP call e finanziato con 63.402.000 euro, pari al 30% dell’investimento complessivo di 211.340.000 euro.
La notizia del finanziamento è stata ufficializzata il 16 luglio 2020 a Bruxelles durante il CEF Committee, che ha comunicato i progetti che hanno ottenuto l’approvazione da parte degli Stati membri per i finanziamenti dell’Unione europea.
TRACCIATO E LAVORI
Il progetto di Ferrovienord e Sea consiste nella realizzazione del collegamento ferroviario tra il Terminal 2 dell’aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa e la linea Rete Ferroviaria Italia del Sempione, per una lunghezza di circa 4,6 km di nuovo tracciato verso Gallarate più 1,1 km di raccordo verso Casorate Sempione. Il tempo previsto di percorrenza tra il T2 e Gallarate è di 7 minuti. L’opera rappresenta il completamento del Progetto Globale per “la nuova accessibilità Nord a Malpensa” includendo l’aera metropolitana di Milano. L’aeroporto diventerà così un nodo di interscambio con servizi ferroviari di breve e medio raggio, ad alta velocità e transfrontalieri. I lavori verranno avviati nel 2021, mentre l’opera verrà completata entro dicembre 2024.
Sempre nell’ambito della Cef Transport Map call, Sea si è aggiudicata i finanziamenti per altri due progetti: collegamento Linate-Hub Segrate, di cui Sea è promotrice insieme a Rfi, Comune di Milano e Comune di Segrate; Pass4core, progetto che include diversi interventi, tra cui il parcheggio sicuro a Malpensa. Il nuovo intervento verrà realizzato nell’area Cargo City con una nuova area di parcheggio di 45.000 mq e 154 stalli, con un contributo della UE pari al 20% dei costi di realizzazione, fino ad un importo di 2.141.000 euro. 

Condividi contenuti