Edizione n.39 di mercoledì 1 dicembre 2021

Federico Zeri e Milano

Federico Zeri e Milano, "Giorno per giorno nella pittura”

Nel centenario della nascita il Museo Poldi Pezzoli di Milano ricorda lo studioso attraverso le collezioni private – Fino a marzo percorsi guidati, conferenze, laboratori

Nel centenario della nascita, il Museo Poldi Pezzoli di Milano ha aperto le sue sale al ricordo di uno dei maggiori e più coinvolgenti conoscitori e storici dell’arte del Novecento. È Federico Zeri (Roma, 12 agosto 1921 – Mentana, 5 ottobre 1998) che raggiunse con la passione e l'eccletticità che lo contraddistinguevano pubblico non solo di addetti ai lavori.
Il museo di via Manzoni 12 ha inaugurato l'11 novembre 2021 la mostra "Giorno per giorno nella pittura. Federico Zeri e Milano" che proseguirà fino al 7 marzo 2022. A illustrare il percorso e l'approccio stilistico di Zeri sono opere da collezioni private, capaci di mettere in luce uno spirito libero e anticonformista, come lo stesso critico si definiva, ma rigoroso, dotato di una memoria visiva prodigiosa. «Ha lasciato nei suoi scritti un patrimonio di conoscenze, ricerche, attribuzioni, ancora oggi punti di riferimento per chi studia la storia dell’arte italiana, in particolare per alcuni ambiti come la pittura dal Duecento al Cinquecento - sottolineano gli organizzatori dell'esposizione -. Il suo strumento di lavoro, oltre alla sua vasta conoscenza del patrimonio artistico, era l'incomparabile fototeca, formata nel corso di una vita, oggi patrimonio di tutti grazie alla Fondazione Federico Zeri, che ha sede a Bologna presso l’Università Alma Mater».
L’esposizione, a cura di Andrea Bacchi, direttore della Fondazione Zeri di Bologna, e Andrea Di Lorenzo, direttore del Museo Ginori di Firenze, ricostruisce anche le complesse relazioni con istituzioni, musei e collezionisti milanesi.
Esposta una trentina di opere con artisti quali Andrea Previtali, Giovanni Battista Moroni, Giulio Cesare Procaccini e Alessandro Magnasco, e due dipinti giunti al museo per legato testamentario dello studioso (verranno presentati nuovi approfondimenti).
Per tutta la durata della mostra saranno organizzate attività collaterali: visite guidate anche per persone con specifiche necessità (percorsi tenuti da mediatori sordi in Lingua dei Segni Italiana o per anziani), itinerari didattici per le scuole e per i bambini, conferenze. Inoltre, grazie al sostegno di Fondazione Cologni dei Mestieri d’arte, verrà realizzato il laboratorio, dedicato ad adulti e bambini, Federico Zeri, è quasi sempre oro, sulle tecniche del fondo oro e della doratura, che affascinarono Gian Giacomo Poldi Pezzoli prima e Federico Zeri poi.
Orari, da mercoledì a lunedì 10 - 13 / 14 – 18. Martedì chiuso. Biglietti 14/10 euro.
Info 02 794889 | 02 796334 - info@museopoldipezzoli.org www.museopoldipezzoli.it 

Condividi contenuti