Edizione n.7 di mercoledì 26 febbraio 2020

contrasto cimice asiatica

Cimice asiatica, altri 3,8 milioni per reti antinsetto

Dal 2017 stanziati in totale 12,5 milioni per 409 aziende

Ce ne sono anche dodici del varesotto tra le quattrocentonove aziende agricole beneficiarie degli stanziamenti regionali a sostegno delle installazioni delle reti contro la cimice asiatica. Alla prevenzione dei danni apportati dall'insetto la Regione Lombardia destinerà altri 3,8 milioni di euro, portando così a 12,5 milioni il totale distribuito dal 2017 a oggi per questa misura.
«Non sono la soluzione definitiva, ma permettono di salvare i raccolti e fino a questo momento risultano essere il metodo di prevenzione più efficace» ha dichiarato l'assessore Fabio Rolfi. «La Lombardia – ha aggiunto - è consapevole che è necessario predisporre una gestione integrata di tutte le possibili strategie di contenimento dell’insetto e sarà la prima regione italiana ad avviare un progetto pilota in ambito frutticolo, sulle coltivazioni di pesche bresciane e pere mantovane. I risultati dell’esperienza lombarda saranno resi disponibili con l’auspicio che possano contribuire al contenimento dei danni causati dalla cimice».
Questi gli stanziamenti totali (dal 2017 a oggi), suddivisi per provincia, per le installazioni delle reti antinsetto:
*Bergamo: 7 aziende 225.418,81 euro;
*Brescia: 14 aziende - 467.304,88 euro;
*Como: 40 aziende - 1.428.724,53 euro:
*Cremona: 5 aziende – 150.635,68:
*Lecco: 10 aziende - 429.023,51 euro;
*Lodi: 1 azienda - 72.446,40 euro;
*Mantova: 111 aziende - 4.028.421,23 euro;
*Milano: 17 aziende 761.936,60 euro;
*Monza Brianza: 14 aziende - 662.257,52 euro;
*Pavia: 2 aziende - 39.847,43 euro:
*Sondrio: 176 aziende - 3.885.638,62 euro;
*Varese: 12 aziende - 402.629,04 euro.
Totale: 409 aziende, 12.554.284,29 euro.

Condividi contenuti