Edizione n.32 di mercoledì 16 agosto 2017

consulenza

Varese e Como, per studenti e neolaureati consulenza gratis sul mondo del lavoro

Il servizio sarà offerto da Uninsubria e Ordine dei consulenti del lavoro da settembre 2017
Varese, Stigliano e rettore
Como, Frigerio e rettore

A Varese e Como studenti e laureati da non oltre dodici mesi dell’Università dell’Insubria potranno avere consulenza gratis su contratti o proposte di lavoro o collaborazione. Il servizio sarà gratuito e sarà attivo a partire dal prossimo settembre.
Con due distinte convenzioni sottoscritte il 1° agosto 2017 Uninsubria, da una parte, e Ordini dei consulenti del lavoro di Varese e di Como, dall’altra, hanno dato il via allo Sportello contrattualistica. Studenti e neolaureati potranno prendere appuntamento con gli esperti via e-mail a un apposito indirizzo e chiarire clausole, mansioni, busta paga, diritti e doveri tra collaboratore e datore di lavoro.
L’ateneo, inoltre, ha anche rinnovato con l’Ordine dei consulenti del lavoro di Varese l’accordo che prevede - per i laureandi del corso di laurea triennale in Economia e Management e del corso di Laurea magistrale in Economia diritto e finanza d’impresa - la possibilità di svolgere dei mesi dei diciotto complessivi di praticantato durante il corso di studi, abbreviando così il periodo di tirocinio necessario per accedere all’Esame di stato.
Nelle due foto: 1) Per Varese: il rettore Alberto Coen Porisini e il presidente dell’Ordine dei Consulenti del lavoro di Varese, Vera Stigliano; 2) Per Como: il rettore e il presidente dell’Ordine dei Consulenti del lavoro di Como, Paolo Frigerio.

Luino, Donne maltrattate, lo Sportello antiviolenza inizia la sua opera

Contatto riservato e protetto mediante cellulare

Telefono: 3401548441
mail: donnasicura@libero.it
sito: www.donnasicura.org
Facebook: Associazione DonnaSiCura

Sono questi gli elementi fondamentali che, d'ora in poi, permetteranno alle donne vittime di maltrattamenti e violenza un approdo diretto per comunicare con operatori qualificati ed esporre quanto loro accaduto.
Lo Sportello antiviolenza, istituito a Luino su sollecitazione dell'assessora ai Servizi sociali Caterina Franzetti, è realtà. A gestirlo l’Associazione DonnaSiCura, costituita da donne professioniste del settore socio-sanitario e iscritta nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato, nell’Albo regionale e del Movimento per le pari opportunità, nella Consulta femminile provinciale e nel numero della Rete nazionale antiviolenza 1522 del Ministero Pari opportunità.
L'inaugurazione è avvenuta giovedì 24 novembre a Palazzo Serbelloni, in una sala affollata e partecipe. Insieme al sindaco di Luino Andrea Pellicini, erano sindaci, amministratori e consiglieri dai vari centri del territorio e da Varese, il presidente della Comunità Montana Valli del Verbano Giorgio Piccolo, rappresentanti delle forze dell'ordine e del mondo di volontariato e sanità.

Il servizio fornisce assistenza alle donne maltrattate con consulenza legale e psicologica e contatti sia con le forze dell‘ordine sia con le altre specificità che si occupano del fenomeno. Alla base dello sportello ci sono un protocollo di intesa sottoscritto il 19 ottobre 2015 con la Rete Interistituzionale della Provincia di Varese e l’adesione di 22 sindaci del Distretto di Luino. L’impegno di prevenzione e contrasto della violenza nei confronti delle donne è affiancato da Procura, Prefettura, Questura, Tribunale, Assistenti sociali, Uffici scolastici, Ambiti distrettuali e soprattutto dai Centri antiviolenza.

Le donne che abbiano bisogno di accedere non dovranno rivolgersi al Comune di Luino, bensì chiamare il numero 3401548441 attraverso cui otterranno un appuntamento nel rispetto della riservatezza e della sicurezza. 

Movimento Consumatori, a Milano osservatorio sulle clausole dei contratti

Si arricchisce l'offerta di Movimento Consumatori Milano con il battesimo del nuovo servizio "Occhio alla clausola", che affianca lo sportello SOS Mutui e Prestiti e l'attività legale di assistenza ai cittadini-consumatori milanesi. "Occhio alla clausola!" è un osservatorio sui contratti che analizzerà i contratti di acquisto di beni o servizi. Troppo spesso infatti i contratti contengono clausole  vessatorie, ossia clausole scorrette, che ledono i diritti e gli  interessi dell'utente.
I consulenti dell'associazione valuteranno la regolarità di ogni contratto, dalle vacanze, all'acquisto di mobili, dalle mediazione immobiliare, agli accordi con le concessionarie.
Il testo da analizzare può essere sottoposto all'associazione consegnandolo direttamente in sede di via Pepe 14 previo appuntamento telefonico (800168636) o inviandolo via mail all'indirizzo consulenza@movimentoconsumatorimilano.it o ancora al fax 02.86910660. Ogni dubbio sulla correttezza del contenuto sarà verificato e i contratti contenenti clausole ritenute illegittime dopo un tentativo di risoluzione con il venditore saranno segnalati alle autorità competenti.
«Troppo spesso i diritti dei consumatori sono deliberatamente lesi con  contrattualistiche di difficile comprensione o ambigue. Considerata la richiesta che  veniva dalla cittadinanza, abbiamo deciso di aprire quest'osservatorio e  offrire il nuovo servizio», dichiara Piero Pacchioli, presidente di Movimento Consumatori  Milano. «Tra le segnalazioni che ci arrivano ad esempio si riscontra la mancata indicazione  di termini di consegna o  della possibilità di recedere o l'indicazione del Foro del consumatore. Il suggerimento a tutti i cittadini è di leggere attentamente  tutte le clausole, prestare la massima attenzione e, se indecisi o confusi, non firmare e prendere tempo per una valutazione più approfondita: un contratto non scappa. Una consulenza sulla regolarità  del contratto a volte può davvero fare la differenza, prevenire è sempre  meglio che pagare».

Da Varese a Somma Lombardo, nuovo sportello antistalking

A Somma Lombardo è entrato in funzione il 21 febbraio un nuovo Sportello Antistalking e Contro le Nuove Forme di Violenza Psicologica. Si estende così anche al territorio meridionale un servizio della Provincia già avviato a Varese, sempre in collaborazione con l’Associazione Psicologia e Legalità onlus e sempre con accesso tramite contatto telefonico (numero dedicato 334.1433233).
Pronti a offrire consulenza e assistenza sono psicologi, avvocati e medici volontari coordinati dalla psicologa Maria Rosaria Infante e formati dalla pedagogista Marina Consolaro.
A Varese, tra marzo 2012 e febbraio 2013, l'équipe di professionisti ha accolto 63 persone tra vittime dirette (38) e vittime secondarie (25), compresi 9 anziani, 10 bambini e 5 ragazze-ragazzi sotto 22 anni. I dati evidenziano come lo stalking sia un fenomeno che arriva a coinvolgere un intero nucleo familiare. È insomma la famiglia la vittima di stalking e non soltanto il singolo componente.
Il servizio varia dall'accoglienza alla consulenza psicologica, dall'assistenza legale, medica e sociale al supporto riabilitativo. Lo sportello riceve una volta la settimana (giovedì pomeriggio), salvo diversa intesa e urgenza. Alla consulenza possono seguire colloqui integrati psicologico–legali, contatti telefonici, incontri di sensibilizzazione, psicoterapie brevi e persino accompagnamento presso la polizia  

Condividi contenuti