Edizione n.5 di mercoledì 13 febbraio 2019

competenze

Guardia di finanza, scattata la riorganizzazione anche nel Varesotto

La riforma in vigore dall'inizio del 2019
caserma Gdf Luino

Si fanno sentire anche in terra varesotta gli effetti della riorganizzazione del Corpo della Guardia di Finanza.
Il territorio della provincia di Varese è stato diviso in due aree. L'una è quella più a nord e, per competenza, fa capo al Gruppo Varese (attualmente comandato dal tenente colonnello Emiliano Jacoboni), dal quale dipendono la neocostituita Compagnia Varese, la Compagnia Luino e la Compagnia Gaggiolo. L'altra è quella più a sud ed è di competenza del Gruppo Busto Arsizio (al comando dal ten. col. Alessandro Luchini), dal quale dipendono la neocostituita Compagnia Busto Arsizio, la Compagnia Gallarate e la Compagnia Saronno-
Oltre ai due Gruppi Varese e Busto Arsizio, dal Comando provinciale Guardia di finanza Varese continuano a dipendere anche il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria Varese (comandato dal ten. col. Danilo Nastasi) e il Gruppo Malpensa (comandato dal ten. col. Luigi Pardi), con competenza sull’area aeroportuale.
La riforma dei reparti territoriali della Guardia di finanza è scattata dall’inizio del 2019 e fa seguito, come spiega un comunicato del Comando Generale, a quella che, a partire dal 2018, ha interessato i reparti speciali del Corpo rendendoli più snelli e operativi anche al fine di fornire maggiore collaborazione alle Authority di riferimento (Autorità nazionale anticorruzione, Autorità garante della concorrenza e del mercato, Autorità garante per la privacy, Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente e Autorità per le garanzie nelle comunicazioni).
Le Brigate sono state soppresse e trasformate a livello di tenenza. Inoltre, sono stati istituiti nuovi Gruppi territoriali, uno almeno per ogni provincia. I “Baschi Verdi” (Reparti specializzati Antiterrorismo–Pronto impiego) sono stati rivisitati e sono state istituite nuove Stazioni del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) per l’attività di controllo dei territori alpestri e di soccorso in alta montagna e nei luoghi impervi o colpiti da calamità naturali.
Infine, con l’aumento dei corsi di addestramento presso l’Accademia di Bergamo e la Scuola Ispettori, tutti questi reparti continueranno ad operare in stretta collaborazione con i Nuclei di polizia economico finanziaria, che, istituiti uno per ogni provincia e anch'essi rivisitati, sono retti da ufficiali superiori. 

Condividi contenuti