Edizione n.38 di mercoledì 13 novembre 2019

Cipais

Schiume sul lago Maggiore, studio su cause e soluzioni

È stato chiesto dall'assessore regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo alla Commissione internazionale per la protezione delle acque italo-svizzere - Prossima riunione, il 22 e 23 ottobre 2020 a Luino

Sulle schiume che negli ultimi anni, in particolare quest'estate, si sono diffuse sul lago Maggiore e anche sugli altri laghi prealpini sarà condotto uno studio per approfondirne le cause e trovare soluzioni per intervenire. L'indagine è stata chiesta dall'assessore regionale all'ambiente della Lombardia, Raffaele Cattaneo, alla Commissione internazionale per la protezione delle acque italo-svizzere (Cipais), riunitasi il 25 ottobre 2019 a Zermatt (Svizzera).
Alla due giorni di incontri erano presenti anche rappresentanti del governo italiano (ministeri dell'ambiente e della salute) e di quello Federale svizzero e alcuni assessori del Piemonte e dei Cantoni Ticino, Vallese e Grigioni. È emerso che prosegue il miglioramento della qualità delle acque dei laghi italo-svizzeri, in particolare lago Maggiore e lago Ceresio, e che gli interventi messi in atto in questi anni hanno prodotto risultati positivi.
«Il lavoro in collaborazione con la Confederazione Elvetica proseguirà - ha dichiarato Cattaneo - anche con l'obiettivo di rendere più noti i risultati di queste indagini scientifiche molto approfondite che da anni vengono condotte sui nostri laghi e che ci restituiscono una situazione positiva. Sia sulla qualità chimica sia su quella biologica e ambientale delle acque, ma che sono ancora poco conosciute».
Su proposta di Cattaneo, la prossima riunione della Commissione si terrà in Lombardia il 22 e 23 ottobre 2020 a Luino. 

Condividi contenuti