Edizione n. 45 di mercoledì 19 dicembre 2018

Ceramica

Varese, Natività con presepi d'artista

Dal 15 dicembre al 6 gennaio 2019 la Sala Veratti ospiterà sculture e ceramiche di ventidue autori
dalla locandina

A Varese, dal 15 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, saranno esposte nella Sala Veratti le Natività di ventidue artisti di varie formazioni. La mostra ”Verso la Sorgente–Presepi d’artista” è organizzata da Federazione ex Allieve/i delle Figlie di Maria Ausiliatrice con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus e sarà inaugurata sabato 15 dicembre 2018 alle ore 11.
Sculture e ceramiche portano la firma di: Guido Andlovitz, Patrizia Balmelli, Angelo Biancini, Giovanni Borghi, Antonia Campi, Piero Cicoli, Lena Costantini, Marco Costantini, Carlo Fayer, Eva Hodinova, Yasuo Kuwahara, Marcello Mannuzza, Zoraya Martìnez, Ico Parisi, Mariano Pieroni, Ambrogio Pozzi, Carlo Pizzichini, Antonio Quattrini, Oreste Quattrini, Giorgio Robustelli, Rosaria Salmieri, Mariuccia Secol. «È un vero e proprio percorso nella storia della ceramica del ‘900 nel Varesotto, e non solo - dice la curatrice Zoraya Martinez - con la presenza di artisti di fama internazionale».
Orari di visita: da martedì a venerdì 15‐18,30; sabato e domenica 10‐12,30 e 15-18,30. Sono previste (possibilmente previa prenotazione) visite guidate, effettuabili anche di mattina per le scuole, al numero 347.5449471 o via email a zorayacuba@hotmail.com.
Sabato 22 dicembre (alle 21) apertura straordinaria per una visita serale accompagnata da letture e musica.

Cerro di Laveno, con il Midec le Giornate Europee del Patrimonio

slogan
Giornate europee del patrimonio

Nuova iniziativa il 24 e 25 settembre del Museo internazionale design ceramico, secondo lo spirito «Conoscere il nostro patrimonio promuove la creatività e la curiosità, il senso critico e l’affettività, l’appartenenza e la partecipazione attiva a ciò che ci circonda». Il Midec parteciperà infatti alle “Giornate Europee del Patrimonio” promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.
Il tema scelto per l’edizione #GEP2016, per iniziativa del Consiglio d’Europa, è la partecipazione al patrimonio. A Cerro di Laveno-Palazzo Perabò saranno diverse le attività e visite guidate che i visitatori avranno a disposizione.
Così il programma
Sabato e domenica alle 15-16-17, visite guidate alla collezione del museo a cura di guide volontarie dell’Associazione Amici del MIDeC.
Sarà possibile ammirare la ricca collezione permanente che raccoglie opere provenienti per lo più dalla Società Ceramica Italiana-Richard Ginori di Laveno, scoprire alcuni degli oggetti più importanti delle collezioni e rivivere la storia industriale delle ceramiche lavenesi attraverso un filmato con immagini storiche di luoghi, momenti e persone provenienti dall’archivio Beltrami.
Si potrà inoltre visitare la mostra temporanea “Antò” che mette in scena l’attività degli ultimi cinque anni di Antonia Campi e Antonella Ravagli, dal 2011 al 2015. L’acronimo Antò si deve proprio ad Antonia (Neto per gli amici) Campi e sigilla l’incontro, il confronto e il lavoro tra l’artista/designer valtellinese (ma di fatto “cittadina” di Laveno per decenni) con Antonella Ravagli, ceramista faentina (classe 1963). La mostra “Antò” è visitabile anche da non udenti perché corredata di filmati didattici con la traduzione in LIS (lingua dei segni).
Costo: visita guidata gratuita + biglietto di ingresso 5 euro per adulti, 3 per studenti e over 65.
Sabato 24 settembre alle 10, laboratorio creativo adulti e bambini a partire dai 6 anni: “Parole con-crete” a cura di Tiziana Figus; visita alla mostra “Antò” e a seguire gioco con lettere e parole e decorazione della propria originale opera in argilla. Costo 5 euro a partecipante.
Domenica 25 settembre alle 10, laboratorio didattico per adulti e bambini a partire dai 6 anni: ”Ceramica e natura”  a cura di Sarah dalla Costa; visita alle opere di Antonia Campi della collezione permanent; a seguire si potranno realizzare piccoli oggetti d’uso quotidiano in argilla ispirati alla natura. Costo 7 euro a partecipante.

Condividi contenuti