Edizione n.42 di mercoledì 16 dicembre 2020

centro di servizio per il volontariato Csv Insubria

Volontariato, Sole d’Oro ai benemeriti del dono e della solidarietà

Premiazione online del Csv Insubria da Maccagno e Luino fino al confine con la Brianza
CSV, collage
Csv, sole d'oro

Una grande piazza virtuale tra Varese e Como ha accolto, sabato 5 dicembre 2020, la premiazione dei volontari distintisi per la promozione del dono e della solidarietà da Maccagno, sul lago Maggiore, fino al confine con la Brianza. La cerimonia, di solito fissata in primavera e quest’anno spostata nella Giornata Mondiale del Volontariato per l'emergenza sanitaria, è stata organizzata dal centro di servizio per il volontariato Csv Insubria alla presenza virtuale dei sindaci dei comuni di residenza dei premiati.
A fronte di oltre quaranta segnalazioni arrivate da altrettante realtà di volontariato, quest’anno il presidente di Csv Insubria Luigi Colzani ha consegnato il riconoscimento a sedici volontari impegnati dalla protezione civile all’ambito del soccorso, dal supporto a malati, anziani, disabili e al fianco delle povertà fino alla difesa dei diritti dei migranti e al dono del sangue.
Dieci premiati, cinque per ciascun territorio provinciale, sono volontari attivi in realtà locali nei più diversi ambiti; quattro premiati – due per provincia - appartengono alla categoria giovani (ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25 anni); mentre due premi (uno per provincia) sono assegnati ad associazioni per specifiche progettualità. In particolare il premio alle associazioni era legato a progetti inerenti gli obiettivi di Agenda 2030 sulla sostenibilità.

PREMIATI PROVINCIA DI VARESE
*SOLBIATE ARNO, Giampiero Busatta, Gruppo Prociv. Motivazione: «Da sempre dimostra grande impegno e grande dedizione, con una attenzione particolare alle persone più fragili. In particolare, in questo periodo di emergenza, ha organizzato la struttura del COC cittadino»;
*LUINO, Tito Dell’Arciprete, Avis Comunale. Motivazione: «Ha al suo attivo 146 donazioni, a partire dalla sua prima nel maggio 1977. Attivo in Avis su tutti i fronti: come medico volontario, disponibile negli incontri nelle scuole, attivo nelle molteplici iniziative sportive e culturali sul territorio. Mantiene contatti costanti con trasfusionale di zona»;
*VARESE, Enrica Ferrario, Aspi Associazione Parkinson Insubria. Motivazione: «Dal 2000 dedica il proprio tempo a favore dei malati di Parkinson. Inizialmente ha assicurato un sostegno pratico e psicologico agli ammalati. Successivamente, quale responsabile della segreteria, oltre a garantire la funzionalità della sede associativa, è stata ed è un punto di riferimento per informazioni, contatti diretti, telefonici ed epistolari»;
*VARESE, Nisolli Mariuccia, associazione Amici della Fondazione Giacomo Ascoli. Motivazione: «Maestra di scuola elementare, ma anche maestra di vita, presente in ogni circostanza e amorevolmente disponibile per tutti, grandi e piccini. Attiva nell’assistenza domiciliare alle famiglie, per aiutare i bambini a fare i compiti o per portare sollievo alle famiglie. Naturalmente dotata di dolcezza e inesauribile generosità, chiaro esempio per tutti»;
*LUINO, Federica Scorciapino, Cri Comitato Luino e Valli. Motivazione: «Volontaria di Croce Rossa dal 2012, è stata responsabile del gruppo giovani del Comitato di Luino e Valli fino al 2018. Poi eletta alla carica di consigliere giovane del direttivo locale. Ricopre il ruolo di coordinatrice delle attività di promozione dei 7 Principi e del Diritto internazionale Umanitario. Ha le qualifiche di operatore dell’emergenza. È avvocato e appartiene anche all'Associazione degli Avvocati di Strada a tutela dei senza tetto e dei vulnerabili».
CATEGORIA GIOVANI E GRUPPI DI GIOVANI
Nella categoria “giovani e gruppi di giovani” i premiati del Varesotto sono Sylla Sekou Abdulkader della Cri Comitato dell’Insubria Tradate e il Gruppo Giovani dell’associazione Vo.C.E.
*TRADATE, Sylla Sekou Abdulkader. Motivazione: «Arrivato come migrante nel 2015, è stato in prima istanza ospite del Centro di accoglienza di Venegono e poi Tradate. Integratosi bene con la comunità e con Croce Rossa ha frequentato le scuole e il corso per diventare Volontario Cri. Quando è iniziata l'emergenza covid, si è messo a disposizione delle suore di Tradate durante la loro quarantena. Pur essendo di religione musulmana, è diventato punto di riferimento per il convento»;
*Gruppo Giovani dell’associazione Vo.C.E. Motivazione: «Il gruppo dei giovani volontari del Vo.C.E. si è formato e consolidato all'interno dell’associazione e la sua coesione deriva in gran parte dalla condivisione di uno spirito di solidarietà e altruismo. Esso organizza e gestisce in autonomia e responsabilmente molte delle attività dell’associazione, dedicandovici tempo ed energie. Questi ragazzi, con una vitalità e un entusiasmo trainanti, rappresentano punto di riferimento importante e considerevole per i disabili che frequentano l’associazione».
CATEGORIA ASSOCIAZIONI
*MACCAGNO, Nella categoria associazioni, per il premio Partecipazione e sussidiarietà, è stata premiata l’Associazione La Casa dei Colori e delle Forme.
Motivazione: «Associazione composta da alcuni volontari e operante sul territorio dal 2008, ha aderito, nel 2019, all’iniziativa nazionale “Buongiorno Ceramica!” proponendo ai bambini e ai ragazzi delle scuole elementari e medie un laboratorio dedicato alla decorazione ceramica con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità degli adulti e sollecitare il recupero di un materiale sostenibile e durevole per l'ambiente, come la ceramica. In sostituzione della plastica».  

Condividi contenuti