Edizione n.6 di mercoledì 21 febbraio 2024

Bit

Da Monteviasco a Sesto Calende, tra valli e scorci del Varesotto

Dieci itinerari presentati alla Bit di Milano

C'erano anche dieci affascinanti itinerari dell'alto Varesotto nel pacchetto di eccellenze active&green, presentato dalla Camera di Commercio di Varese alla Borsa Internazionale del Turismo svoltasi a Milano dal 4 al 6 febbraio 2024. Presenti, millecento espositori provenienti da sessantasei Paesi (quarantacinque nell'edizione del 2023).
«Quelli del Varesotto – ha spiegato il presidente dell'ente camerale Mauro Vitiello - «sono luoghi e paesaggi che, agli occhi dei visitatori e di chi li sceglie per viverci, si presentano come una vera e propria palestra a cielo aperto, dove praticare varie attività outdoor, quali cicloturismo, barca a vela, deltaplano, golf, volo con aliante ed escursioni a piedi».

Questi i dieci itinerari che percorrono da nord a sud l’intero territorio varesino:
1) Il sentiero del Sole e della Luna ad Agra
Una breve e agevole passeggiata si snoda ad anello tra boschi di betulle ad Agra con affacci sul Lago Maggiore e sulla Val Veddasca.
2) Salita alle Cascate di Ferrera
Al centro di un'oasi naturale selvaggia e nascosta ci sono le Cascate di Ferrera, che danno vita ad un corso d’acqua e suggestive pozze.
3) Dai Mulini di Piero a Monteviasco
Tra le perle di bellezza racchiuse lungo la salita al borgo di Monteviasco, raggiungibile da un sentiero parallelo al torrente Giona, spiccano i Mulini di Piero, risalenti al XVIII secolo. Sono opere architettoniche e culturali di notevole valore, da scoprire anche nel loro funzionamento grazie a una restauro che li ha resi accessibili a tutti.
4) Camminando lungo la Linea Cadorna
Per gli amanti del trekking leggero, la Linea Cadorna, tratto difensivo costruito a ridosso della frontiera svizzera durante la Prima guerra mondiale, è il luogo ideale per passeggiate tra boschi e spettacolari scorci sull’alto Lago Maggiore. Le fortificazioni sono ancora praticamente intatte e in parte visitabili.
5) Dal Campo dei Fiori verso il Forte di Orino
Il percorso si sviluppa parallelamente alla cresta del massiccio prealpino del Campo dei Fiori e muove verso il Forte di Orino, mostrando le diverse risorse naturali del Sacro Monte (patrimonio Unesco), le Tre Croci o l’ex Grand Hotel, struttura in stile liberty avvolta dai boschi, sino ad arrivare al Piazzale del Belvedere.
6) Il Parco dell’Argentera a Cadegliano Viconago
Il Parco dell'Argentera a Cadegliano Viconago è un'oasi di oltre 50mila metri quadrati immersi nel verde e attraversati da corsi d’acqua, che un tempo alimentavano i molti mulini ricchi di affreschi e decorazioni recentemente restaurati.
7) Il Sentiero degli Innamorati a Ispra
Il Sentiero degli Innamorati a Ispra, sulla sponda varesina del Lago Maggiore incastonata tra il monte del Prete e il monte Nassi, è un breve itinerario tra panorami e scorci romantici.
8) L’Oasi della Bruschera ad Angera
Poggiata sulla sponda del Lago Maggiore verso Angera, l’Oasi della Bruschera è un’area protetta che rappresenta un esempio di foresta allagata della Lombardia. Tra sentieri a diverso livello, la zona offre una flora ricca di specie rare, come la viola palustre e le ninfee bianche, e lo spettacolo di tantissimi volatili acquatici.
9) Il Sentiero delle Meraviglie Nascoste a Sesto Calende
Il Sentiero delle Meraviglie Nascoste, nel verde di Sesto Calende, conduce all’interno delle colline moreniche lungo un susseguirsi di scenari faunistici, vegetativi e di paesaggio. Punto di partenza del percorso è il masso erratico di Preja Buia, risalente al Neozoico e impreziosito da numerosi graffiti d'età preistorica.
10) La Via Gaggio a Lonate Pozzolo
La Via Gaggio collega Lonate Pozzolo con la sua frazione Tornavento e si snoda verso un percorso sterrato nella brughiera. A cielo aperto sono visibili cimeli della Seconda guerra mondiale e uno spaccato di strutture e oggetti della vita contadina che ha animato il territorio.  Foto: BIT 2024 immagine Camera di Commercio Varese

Condividi contenuti