Edizione n. 15 di mercoledì 18 aprile 2018

associazione

Ponte Tresa (Svizzera), la Via Francisca del Lucomagno ha messo su famiglia

Fondata un'associazione transfrontaliera di assistenza ai pellegrini
logo Via Francisca
Ponte Tresa,Via Francisca

Assistere pellegrini e viandanti con le necessarie informazioni, in particolare sulle possibilità di alloggio lungo il percorso. Verificare percorribilità e segnalazione del tracciato e richiamare gli enti alla sua manutenzione. Promuovere animazione e promozione lungo tutto il percorso. Ecco i principali obiettivi dell’associazione Amici della Via Francisca del Lucomagno, fondata venerdì 6 aprile 2018 nel municipio di Ponte Tresa (Svizzera).
L'assemblea, presieduta dal sindaco di Ponte Tresa Daniel Buser e formata da una cinquantina di persone provenienti dalle province di Pavia, Milano e Varese e da diverse zone del Cantone Ticino, ha approvato lo statuto dell’associazione e eletto il comitato che la guiderà nei prossimi quattro anni. Presente Adelaide Trezzini, presidente dell’Association Internationale Via Francigena, che ha promosso la riscoperta della Via Francisca del Lucomagno quale antico cammino dei pellegrini dal centro Europa verso Roma.
Il comitato è composto da nove membri e dovrà tenere conto di una equa ripartizione tra soci residenti in Italia e in Svizzera. Per l’Italia, in rappresentanza di tutte le aree del cammino in Lombardia, sono stati nominati Marco Marelli di Morimondo, Massimo Mastromarino di Lavena Ponte Tresa e Ferruccio Maruca di Varese. Per la Svizzera i nominati sono Gabriella Boschetti, Daria Gilli, Massimo Frigerio e Alfonso Passera.
In questa prima fase ne sono stati eletti solo sette, perché due posti sono riservati a soci del Cantone Grigioni e dell’Area del Cantone San Gallo e di Costanza. I due revisori dei conti sono Aurora Bignardi di Fagnano Olona (per l’Italia) e Gianni Poretti (per la Svizzera), mentre cassiere è Matteo Oleggini.
L'associazione, di natura transfrontaliera, è aperta a tutte le persone fisiche, residenti in Italia e in Svizzera, che ne condividano gli scopi e che versino la quota sociale annua di adesione (22 euro o 25 franchi svizzeri). Il recapito è presso Alfonso Passera (alfonso.passera@gmail.com).

Percorso
La Via Francisca da Costanza a Pavia è lunga complessivamente 510 chilometri, di cui 135 corrispondono al tratto italiano. Gran parte corre lungo sentieri o piste ciclopedonali e può essere percorsa durante l'intero anno, anche se è consigliabile il periodo da marzo/aprile sino a ottobre/novembre.
L'itinerario va da Costanza a San Gallo, Vaduz, Coira, Disentis, Passo del Lucomagno, Bellinzona, Monte Ceneri, Agno, Ponte Tresa, Varese e i siti longobardi di Castelseprio, Torba e Cairate nella valle Olona, toccando insediamenti monastici fondamentali per la storia medievale europea, per proseguire poi lungo il Parco del Ticino. 

Condividi contenuti