Edizione n.40 di mercoledì 18 ottobre 2017

Porto Valtravaglia

Nanni Svampa, ultimo saluto al suo amato lago

Il necrologio murale della famiglia di Nanni Svampa

A Portovaltravaglia, martedì 29 agosto 2017, colleghi, amici e una vasta schiera di ammiratori si sono uniti ai familiari di Nanni Svampa che dalla sua abitazione di via Castello 76 lo accompagnavano «a salutare il suo lago». Il fondatore del gruppo musicale I Gufi è morto a Varese sabato 26 agosto e il commiato si è svolto in riva al lago Maggiore.
Nanni era nato a Milano nel 1938 e a Portovaltravaglia era arrivato da bambino con la famiglia, eleggendovi poi il proprio luogo del cuore. Alla sua figura non poteva mancare, con il sindaco Andrea Pellicini, il saluto di Luino, palcoscenico amato di esibizioni e spettacoli dell’indimenticabile cantastorie meneghino.

Dai Navigli al Lago Maggiore
«Nanni Svampa – ricorda Andrea Pellicini - ha avuto la capacità di amalgamare la cultura e l'arte milanese con le arie del lago Maggiore. Era una persona intelligente e un grande uomo di spettacolo. A Luino si è esibito spesso e ha sempre avuto molto successo. Ho nel cuore le canzoni risorgimentali e anarchiche interpretate dai Gufi, da "Addio Lugano Bella" a "Morte a Franz, Viva Oberdan". Mancherà la sua elegante ironia.
«La poliedricità di Nanni Svampa emerge sin dal suo percorso di studi: chi avrebbe mai pensato che un artista  avrebbe scelto di iscriversi all'Università Bocconi, laureandosi in Economia e commercio? A conferma di questa sua ecletticità, anche in quel contesto, si distinse con un debutto sulle scene milanesi in due riviste goliardiche.
«A Luino, nel 2011, partecipò alla presentazione del libro di Maria Pia Agnello 'Bocconi anni '60', in cui venne intervistato proprio in merito al periodo trascorso presso l'ateneo. Durante  la sua vita, il ruolo del lago emerge a tal punto da sceglierlo quale luogo in cui vivere, ricaricarsi ed ispirarsi come nella prima parte della sua esistenza. "Sono nato sotto il segno dei Pesci ascendente cavedano in carpione", afferma nella sua autobiografia 'Scherzi della memoria', in cui ricorda anche episodi divertenti dedicati ai viaggi sul treno della Milano-Luino in cui raggiungeva le sponde del Maggiore tra le barzellette di suo padre e le 'storie stralunate' di un Dario Fo giovanotto, che studiava a Brera
(pag. 23 'Scherzi della memoria' di Nanni Svampa).
«A Luino una delle ultime occasioni pubbliche per incontrarlo avvenne nel 2012 per la presentazione del libro "Attenti al gorilla", edito da Lampi di Stampa, in cui venne intervistato dal giornalista Diego Pisati. La manifestazione fu molto partecipata  ed organizzata in occasione del trentennale dalla scomparsa di Georges Brassens, padre di tutti i cantautori che Svampa ha sempre molto apprezzato. Un avvenimento che fu riproposto ai cultori della canzone d’autore e della poesia contemporanea con la traduzione letterale della sua opera, un omaggio rivolto al poeta della canzone». 

(Per ingrandire cliccare al centro immagine)

Portovaltravaglia, Maurizio Isabella certificatore nazionale antichi organi

Tra i 25 esperti che hanno preso parte al corso di accreditamento organizzato da Mibact e Cei
Firenze
Catania

Si è concluso, presso la sede della Conferenza Episcopale Italiana di Roma, il corso per l’accreditamento di esperti nella catalogazione di organi a canne antichi. A seguito dell’accordo tra l’Istituto per il Catalogo e la Documentazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del territorio e la Cei verrà utilizzata la scheda tecnica unica Strumenti Musicali-Organo per la catalogazione degli organi antichi italiani.
Per entrare nella piattaforma web della scheda SMO, è necessario l’accreditamento sia presso l’ICCD, sia presso la CEI. Con il corso tenutosi a Roma dal 18 al 20 di settembre è stato predisposto l’elenco dei catalogatori di organi antichi. La procedura sarà necessaria già da quest’anno per accedere ai fondi stanziati dalla CEI (derivanti dall’otto per mille destinato alla chiesa cattolica) per il restauro di organi antichi. Lo strumento informatico potrà però essere utilizzato anche per campagne territoriali di censimento degli antichi strumenti.
Le schede di censimento, non appena validate dal ministero, saranno consultabili da chiunque attraverso il sito web dell’ICCD.
Delle 80 richieste di partecipazione al corso pervenute il numero è stato limitato a 25 partecipanti scelti su stretta base curriculare.
L’elenco dei certificatori accreditati è composto da esperti (organologi, organisti, organari) presenti su tutto il territorio nazionale che saranno operativi a partire dai prossimi giorni. La lista sarà inviata e messa a disposizione di tutte le Soprintendenze e Diocesi italiane.
Ha preso parte al corso di accreditamento anche Maurizio Isabella, organologo, da 40 anni attivo nella ricerca e nello studio degli organi antichi a livello nazionale. L’accreditamento di Maurizio Isabella sarà un’occasione per catalogare, avvalendosi del supporto ministeriale poi accessibile a tutti, il ricco patrimonio organario varesino la cui scuola affonda le radici in epoche lontane e ha da sempre avuto un importante ruolo nell’ambito della produzione organaria lombarda e nazionale.

Nelle due foto: due organi per i quali Maurizio Isabella ha seguito le operazioni di restauro e le pubblicazioni successive. Uno è l'organo di Santa Croce a Firenze restaurato nel 2011; lo studio era incentrato sulle canne di Onofrio Zefferini del 1575/88. L'altro è l'organo di Donato del Piano del 1767, nella chiesa di San Nicolò L'Arena a Catania.

Porto Valtravaglia, corso di inglese in Pro Loco

A Porto Valtravaglia (Varese) la Pro Loco organizza un corso di inglese tenuto da insegnante madrelingua con il Metodo Callan. Sono previste sezioni di 14 lezioni di 75 minuti ciascuna, che si terranno due volte la settimana (martedì e giovedì).
Programmi, organizzazione dei gruppi e iscrizioni saranno illustrati giovedì 13 novembre (ore 20,30) in Pro Loco. Ingresso libero e senza impegno. Info: Pro Loco (tel/fax 0332-548203; 340.4942541); insegnante Liliana Miucci (329.9871877).

Condividi contenuti