Edizione n.26 di mercoledì 11 luglio 2018

Mendrisio

Accordo Mendrisio-Ffs per il futuro di San Gottardo e Monte Ceneri

Vista dall'alto, foto FFS/AIM
vista_vialetto, foto FFS/AIM

A Mendrisio (Canton Ticino), in zona Tana, sorgerà un nuovo convertitore di frequenza, con una sottostazione integrata delle FFS e una nuova sottostazione delle AIM (aziende municipalizzate).
L’opera vede partner di progetto le FFS e la città di Mendrisio. In futuro assicurerà la quantità di approvvigionamento elettrico per la corrente di trazione necessaria dopo l’apertura delle gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri, così come l’approvvigionamento elettrico per Mendrisio.
I lavori sono iniziati a maggio 2018. La collaborazione tra FFS e Mendrisio ottimizza i costi e fa risparmiare su parte dell’investimento. La nuova infrastruttura entrerà in esercizio nel 2021. L’investimento è di circa 49,4 milioni di franchi, 43 milioni a carico delle FFS e 6,4 della città di Mendrisio.

Garantire l’approvvigionamento elettrico sull’asse nord-sud del San Gottardo
Con l’apertura della galleria di base del San Gottardo nel dicembre 2016 e l'apertura di quella del Monte Ceneri in dicembre 2020, sull’asse nord-sud aumenteranno traffico merci e passeggeri, con conseguente fabbisogno di potenza elettrica. Gli attuali impianti FFS in Ticino non sono sufficienti per soddisfare queste future esigenze e si è pertanto reso necessario un potenziamento dell’infrastruttura elettrica ferroviaria che garantisca un maggiore e più stabile approvvigionamento elettrico.
In questi anni le FFS stanno portando avanti numerosi progetti anche in questo ambito. Alcuni impianti, come la nuova sottocentrale a Pollegio, in esercizio dal 2015, o la nuova sottocentrale a Vezia, inaugurata nell’autunno 2017, sono già realizzati, altri, come la linea tra Airolo e Lavorgo sono in progettazione. La costruzione a Mendrisio di un nuovo convertitore di frequenza, con una nuova sottostazione integrata, rientra in questo potenziamento. In particolare l'impianto è importante per garantire la ridondanza per la corrente di trazione nel sud del Ticino.
In un’analisi sulle possibilità, Mendrisio è risultata la migliore ubicazione. Da una parte le AIM hanno una sottostazione di più di cinquanta anni che ha ormai esaurito la durata e va pertanto sostituita; dall’altra, nelle vicinanze della linea ferroviaria, sono presenti un’interfaccia delle linee di trasporto delle FFS e delle reti AET/Swissgrid. Assicurate quindi per la ferrovia abbondanza e stabilità per l’alimentazione della corrente di trazione occorrenti. Grazie all'accordo di collaborazione tra FFS e città di Mendrisio, dove oggi sorge la sottostazione Tana delle AIM verranno edificate le due nuove sottostazioni, una accanto all’altra, gestite in modo indipendente.  

Condividi contenuti