Edizione n.39 di mercoledì 1 dicembre 2021

Roberto Colombero

Olimpiadi delle Alpi, Uncem: «Le valli alpine giochino unite»

Quando Uncem, l'Unione nazionale comuni, comunità ed enti montani, due anni fa proposte le Olimpiadi delle Alpi aveva visto giusto. Nessun territorio e nessuna città possono star da soli oggi nell'ospitare i giochi. Non a caso, per mondiali di calcio e Olimpiadi si mettono insieme interi Paesi come Giappone e Cina. E le Alpi insieme, solo insieme, sono vincenti, possono risparmiare sui costi delle opere, avere una efficace organizzazione congiunta, dire con forza cosa sia questa regione unica al centro dell'Europa, cerniera che unisce. Siamo vincenti se siamo insieme. Bene hanno fatto il presidente Cirio e il sindaco Lo Russo a proporre l'uso di impianti delle Olimpiadi del 2006, a Torino e nelle Valli, già realizzati. Bene hanno fatto chiedendo di potersi confrontare con il presidente Cio Malagò. Le Alpi sono insieme e sono in relazione con le grandi città come Milano, Venezia, Verona, Brescia e il Lago di Garda, Trento, Torino. Insieme siamo forti. Da sole le valli alpine, nonostante le Olimpiadi, rischiano di essere più sole, con forti e crescenti sperequazioni tra l'una e l'altra, tra territori, che dobbiamo evitare. Il percorso vincente è alpino insieme, unito.
Roberto Colombero
presidente Uncem Piemonte

Condividi contenuti